“I conti in tasca”
CANTONE
10.01.2018 - 23:130

Bühler attacca Canetta: «La SSR è un dinosauro che non vuole rinnovarsi»

Nel primo dibattito televisivo su "No Billag" anche Lorenzo Quadri e Filippo Lombardi, che non attribuisce la diminuzione del canone all'iniziativa

MELIDE - Una RSI accusata di saccenteria e supponenza. Ci è andato giù pesante Alain Bühler, sostenitore dell’iniziativa “No Billag”, nel primo e per certi versi atteso dibattito televisivo sul canone radio-televisivo, andato in onda su Teleticino. Nella trasmissione “I conti in tasca” insieme al vicepresidente dell’UDC Ticino c’era il consigliere nazionale leghista Lorenzo Quadri, il Consigliere agli Stati Filippo Lombardi e il direttore della RSI Maurizio Canetta.

Ed è stato proprio Canetta a rispondere alle accuse di Bühler quando quest’ultimo si è scagliato contro il management della RSI «che non si è neppure degnato di parlare con i promotori dell’iniziativa. Perché c’era l’arroganza di poter mantenere lo status quo». 

«Non è compito della SSR agire in Parlamento e non è il nostro mestiere proporre dei controprogetti» ha spiegato dal canto suo Maurizio Canetta.

La libertà di scegliere - Alain Bühler ha difeso l’iniziativa No Billag puntando sul concetto di «ridare la libertà ai cittadini», affinché paghino per ciò che vogliono vedere. Per Maurizio Canetta, invece «il titolo dell’iniziativa è allettante, ma si tratta di un salto nel buio». Secondo il direttore della RSI, infatti, “No Billag” promette di tagliare una tassa che pesa su molte economie domestiche, ma tralascia le conseguenze.

Nessun compromesso in passato - Lorenzo Quadri è stato sollecitato sui licenziamenti dei dipendenti della RSI nel caso passasse l’iniziativa. «Sostenere che la SSR chiuderà è una forma di ricatto». L’iniziativa per il leghista è una risposta «muro contro muro» a un sistema che non ha mai voluto cambiare.

Evoluzione digitale - Alain Bühler ha dichiarato inoltre che è un errore pensare che con il “sì” all’iniziativa il Ticino verrà penalizzato. «Il Parlamento dovrà legiferare la nuova impostazione mediatica svizzera. Ma il discorso delle frequenza verrà resettato in pochi anni, quando sarà introdotto il 5G. La SSR è un dinosauro che non vuole rinnovarsi». Canetta, dal canto suo, ha sottolineato più volte che con lo sviluppo digitale «la SSR dovrà cambiare», ma «la fruizione non può essere solo in Internet» e non si possono annullare i finanziamenti della Confederazione. 

Canone a 365 franchi - I toni si sono accesi quando Lorenzo Quadri ha dichiarato che l’iniziativa “No Billag” un risultato positivo per i cittadini l’ha già avuto: «L’abbassamento del canone a 365 franchi». A quel punto è intervenuto a spada tratta Lombardi: «Dare il merito all’iniziativa è una bugia. La diminuzione è legata all’approvazione della nuova legge LRTV. La Leuthard già due anni fa aveva parlato di un nuovo sistema di finanziamento».

Come votare, dunque? - Canetta non ha voluto dare indicazioni di voto: «Le persone di questo Paese sono ragionevoli. Devono leggere il testo dell’iniziativa, che non lascia margine ed è molto diverso dal titolo». Bühler ha difeso invece “No Billag” ricordando che «dovrà essere trasposta dal Parlamento» e che in ogni caso si tratta di una chiara risposta alla SSR: «A mali estremi, estremi rimedi».

1 mese fa Alain Bühler attacca: «Comano sta facendo una campagna del terrore contro "No Billag"»
3 sett fa «Accettando No Billag, non avreste mai visto i Frontaliers»
1 sett fa «Noi starnazziamo? Loro propongono dibattiti farlocchi e inutili»
Commenti
 
vulpus 3 gior fa su tio
Mini dibattito al Quotidiano questa sera sul No Billag. Ma se gli iniziativisti vorrebbero far conoscere le loro ragioni,dovrebbero evitare di mandare in pubblico personaggi confusionari e confusi, che non sanno neppure il contenuto della iniziativa. Il sig. Bühler ha fatto una brutta figura. Se si propone la modifica della costituzione non si può andare a dire al cittadino che le motivazioni sono condite solo con de se e dei ma.
cerea 4 gior fa su tio
Non capisco l'isteria per la paura di perdere tutti questi posti di lavoro. Le statistiche non fanno altro che raccontarci che in Svizzera c'è un bisogno enorme di personale colto e preparato, evidentemente sarà molto facile per l'ex personale RSI ricollocarsi nelle aziende private che così non saranno obbligate ad assumere i soliti frontalieri. Voto sì perché queste persone abbiano finalmente una chance di sostituire qualche frontaliere in sane aziende, private e motivanti.
Goldfinger 6 gior fa su tio
NO forte e chiaro a No Billag
limortaccituoi 1 sett fa su tio
Perché allora non estendere il discorso ai contadini? Non sono concorrenziali sul mercato, tanto è vero che potrebbero essere quasi considerati dipendenti pubblici per quanti sussidi ricevono. Sono anacronistici perché dai, un contadino in svizzera nel 2017?
Raffaele Besomi 1 sett fa su fb
mi raccomando, continuate a seguire per partito preso il vostro capopopolo da fr 230'000 versati da noi, poi una volta che la srg non ci sarà più, che ci saranno 1000 e passa disoccupati a carico del cantone (quindi ancora di noi), che non riceveremo più oltre 200 milioni dalla Berna ladrona, che per compensare tutto questo mancato indotto (tasse, consumi, che queste famiglie generano sul territori) il cantone o taglierà ancora di più certi servizi o ci aumenterà le tasse, alla fine fatti 2 calcoli elementari saremo costretti a pagare di più che non ora e non avremo tutta quella offerta in chiaro che la srg ha ora in palinsesto: della serie: tagliamo il ramo dove siamo seduti, evvaiiii
Francesco Chicco Onida 1 sett fa su fb
Anna
Mattiatr 1 sett fa su tio
Definire la RSI come un dinosauro è esagerato. Sono stato in molti luoghi in Italia, mi piace molto recarmi in Veneto vicino alla città di Belluno. Lì c'è la tv locale (telebelluno) che come maggiore fonte di intrattenimento porta interviste a contadini locali con la qualità video di un telefono. Non ci si rende conto di quanto abbiamo solo perché il nostro sguardo è fisso sui beni e servizi degli altri stati. La TV costa tanto, in Italia pagano meno. C'è la crisi, in Cina sono meglio. Vogliamo un sistema informatico nazionale per l'archiviazione dei nostri dati perché in America c'è. Troppo difficile guardare nel proprio piatto e godersi ciò che si può avere. Tutti che giudicano la RSI troppo vecchia ma su che scala? Che parametri usa? I pro no billag non vedono oltre il proprio iphone aperto sul conto bancario (ormai il portafoglio è troppo vecchio stile). Non capiscono che è proprio il canone a farci risparmiare. Il Ticino riceve quattro volte ciò che dà. Questa iniziativa è per i svizzero tedeschi che hanno più soldi di noi sono stufi di mantenerci la radiotelevisione. Non dovrebbero esserci nemmeno dibattiti sull'argomento. Chi è favorevole o non ha capito di cosa si tratta e naviga nell'ignoranza o è un egoista che oltre ai propri alimenti non pagherebbe altro. NO cassa malati, NO tasse, No tutto Ma sono proprio i soldi che mettiamo in comune a fare grandi cose. Le autostrade le abbiamo pagate noi, Le gallerie e i ponti. Insieme facciamo grandi cose. Secondo questi ragionamenti tutto dovrebbe essere privato, strade e acquedotti compresi e se voglio pago se no vedrò di sopravvivere. Buon Weekend
Tato50 1 sett fa su tio
@Mattiatr Guarda che se votano NO dicono SI ;-))
Alessandro Kom 1 sett fa su fb
Credo che i due compari B&Q, abbiamo già pronti , e facciano gli interessi, di chi rileverà la SSR , se il no prevarrà . Nuovi Silvio , Rupert & Co. sollazzeranno cantone e resto della confederazione imponendo il loro ben più salato balzello televisivo, in attesa, poi, di un novello Tell “piccolo schermato” che condurrà governo e cittadini “Ricoliani”.
Stefano Pongan 1 sett fa su fb
Un esempio chiaro della qualità dell'informazione della RSI e del suo vero valore di servizio pubblico equidistante dalle parti: l'azienda in questa votazione si gioca la sopravvivenza eppure se vi guardate il TG di due sere fa o ascoltate l'RG 18.30 o guardate sul web RSInews vedrete che i due comitati pro e contro la no billag sono stati trattati allo stesso modo, ovvero con la neutrale esposizione di quanto hanno presentato in conferenza stampa. Chi ci difende trattato come chi ci vuole sopprimere. Poi andate ad aprire il TagesAnzeiger di ieri, che è di Tamedia, gruppo editoriale che con la sua nuova associata Goldbach (vende pubblicità a tv private) farà milioni se vince il sì. Lo aprite e vi accorgete subito di una cosa: articolone per il sì, assolutamente nulla per il no. Ecco chi è davvero schierato e cosa vi resta se l'iniziativa viene accolta.
Silvana Canonica 1 sett fa su fb
Se si potesse andrei a votare 10 volte SI ( ossia NO BILLAG ) ma devo accontentarmi di una volta!!!
Nicoletta Ari 1 sett fa su fb
Chissà magari sbagli a scrivere e annulli la scheda!! 😂
Rossano Bruni 1 sett fa su fb
Ma perchè?
Alex Cava 1 sett fa su fb
Curioso che Quadri e Bühler siano stati apostrofati come "BUGIARDI" e Anti-Svizzeri almeno due volte... E non abbiano neanche smentito! :-) :-) :-)
Kir Tap 1 sett fa su fb
Quanto sei patetico!!
Alex Cava 1 sett fa su fb
Non hai notato anche tu?
Biscottino 1 sett fa su tio
In quanto di voi sanno che la mamma del grande Bühler lavora come segretaria in RSI da una vita? Ed il papà di Quadri era giornalista in TSI? Vogliamo dar credito a persone che sputano nel piatto dove hanno mangiato per una vita? A persone che rinnegano i loro genitori? NO, a no billag
beta 1 sett fa su tio
@Biscottino Si vede che anche tardi gli occhi li hanno aperti e si sono resi conto di quanto sperpero ci sia ??? Buona notte .
Hardy 1 sett fa su tio
Rimango della mia idea (No all'iniziativa) ma tra i 4, mi spiace ammetterlo, a dare le motivazioni più plausibili sono stati proprio i due favorevoli.
Claudio Kernen 1 sett fa su fb
... e vabbè, da Buhler non ci si poteva aspettare di meglio, già dall’educazione del saper ascoltare e lasciar parlare. Ma in fin dei conti è un cittadino medio che esprime la sua triste e personale opinione senza, probabilmente, nemmeno informarsi o leggere bene il testo in votazione, o forse interpretandolo alla sua maniera.. Ma che un consigliere nazionale ticinese come Lorenzo Quadri sostenga questa iniziativa che sarà solo a sfavore della minoranza italifona e dannosa per l’economia ticinese è veramente triste. Oltretutto mentendo sapendo di mentire! “L’abbassamento del canone è frutto dell’iniziativa”? Che bravo il nostro Quadri che forse dovrebbe forse essere più presente a Berna, così si informa su quel che succede a Palazzo Federale (perché lo pagheremmo anche profumatamente per questo) e magari potrebbe anche provare ad essere onesto nei confronti del cittadino-elettore? Come minimo. Ma probabilmente gli toglierebbe prezioso tempo per provare a vincere il Pulizer col suo fantastico domenicale... E lasciamo stare quando dice che 1500 posti di lavoro persi non sono un problema, perché in ticino nel bancario, ne abbiamo già persi 2700... ma veramente? Cioè, già ne abbiamo persi 2700, cosa vuoi che siano altri 1500? Dovrebbe semplicemente vergognarsi. (furbo però a fare silenzio su molti argomenti, così la faccia se l’è spaccata il suo amichetto Alain!)
Mauro Medolago 1 sett fa su fb
Quadri si sta giocando il suo futuro politico
Gino Driussi 1 sett fa su fb
Claudio Kernen, condivido pienamente quello che dice, ma la domanda da porsi è questa: perché il popolo elegge un personaggio come Quadri?
Nicoletta Ari 1 sett fa su fb
Mauro Medolago speriamo!
Claudio Kernen 1 sett fa su fb
Gino Driussi onestamente non lo so. Posso supporre che ci sia parte del popolo incazzata che ci crede e che si identifica nei suoi sfoghi domenicali (forse un po’ troppo zeppi di insulti e razzismo - ma guai a fare il contrario con lui che si scatena il Quadri-inferno 🤔). E purtroppo poi, una volta tutti sfogati, si fermano li senza approfondire. Insomma, record di assenze, di interpellanze inutili (che ci costano) e lobby UPC e Sunrise da lui accreditate in governo! E ci mettiamo pure questo accanimento contro la SSR... (con la cantilena dei suoi kompagni ro$$i) senza calcolare le ripercussioni sul nostro territorio? Ripeto, nessun problema se fosse un cittadino qualunque. Ma è un consigliere nazionale, un ticinese seduto a Berna che dovrebbe rappresentarci come cittadini, italofoni e contribuenti. Probabilmente però poi ci si indigna di più per le uscite del presidente Trump?🤔
Leonardo Rodoni 1 sett fa su fb
Bühler: "si ma io sarei più che contento di pagare per due o tre trasmissioni che mi interessa guardare" ahahhahahah ma quante cagate
Mayla Border 1 sett fa su fb
Sicuramente non saranno trasmissioni di cultura!
Silvana Canonica 1 sett fa su fb
Certo pagare X vedere il tenente Colombo ogni domenica?????la SSR non la guardo quasi mai . Nemmeno il tg !!
Leonardo Rodoni 1 sett fa su fb
Ah fanno il tenente colombo? E allora aboliamo la rsi, perché programmi del genere no eh.
Leonardo Rodoni 1 sett fa su fb
Per favore rifletti prima di scrivere, la televisione è pubblica e non tua, per cui deve accontentare un po' tutti. Poi il tenente colombo per quanto ne so è guardato ancora da molta gente.
Leonardo Rodoni 1 sett fa su fb
Spariamoci nelle palle che è bello :)
bigman 1 sett fa su tio
Mi offrono un servizio di sveglia; tutti i giorni alle 7. Costa 10 Fr. al mese, sono obbligato ad averlo, non posso disdire, sono vincolato anche contro il mio interesse. L'unica cosa che posso scegliere è se attivarlo o meno. Quindi posso disattivarlo e non usufruirne, m al'abbonamento è dovuto. Questa è la tassa in questione, in tutta semplicità.
pulp 1 sett fa su tio
@bigman Peccato che prima della billag, erano moltissimi a dire che non usufruivano del servizio (non pagando) ma poi controlli alla mano la situazione era un po' diversa... questa la realtà.
bigman 1 sett fa su tio
@pulp La realtà è che tanti avranno sicuramente fatto i furbi, e come sempre per 4 gatti in croce che "furbizzano" milioni di persone devono sopperire ai bisogni di chi? di una TV che viene vista dai vecchietti della valle? dalle casalinghe annoiate? non discuto ormai nemmeno più, tanto...vada come vada, franco + franco -, ormai...
Tebupo Te 1 sett fa su fb
La SSR non rappresenta una grande massa di cittadini Svizzeri perché sostiene la libera circolazione seguendo le indicazioni della confederazione. Lo dimostra il fatto che il popolo abbia approvato la votazione del 9 febbraio "Limiti massimi per l'immigrazione e rinegoziazione dell'accordo di libera circolazione con l'UE", che abbia approvato l'iniziativa "Prima i nostri". Inoltre il popolo ha sconfessato i politici approvando nel 2015 l'abbassamento del canone a 400 franchi. Ora tre sondaggi indicano una maggioranza favorevole all'iniziativa "No Billag". È anche innegabile che la SSR abbia assunto dimensioni gigantesche con introiti cresciuti con l'aumento della popolazione. Negli ultimi due-tre anni nessuna intenzione di ridimensionarsi e lo hanno ribadito nella trasmissione di ieri. Proprio stamattina leggo che un ticinese su tre non riesce a fare fronte a una spesa improvvisa di 2500 franchi. In Svizzera sono uno su cinque. La riscossione del canone provoca molti più indigenti.
Rossano Bruni 1 sett fa su fb
Ammesso e concesso che sia vero, nel caso sostenesse i contrari alla libera circolazione.. erano circa il 50.3%
matteo2006 1 sett fa su tio
No all'iniziativa, voglio ancora dare fiducia, ancora una volta credo che possano davvero cambiare, c'è bisogno di tempo per ridimensionarsi, per ridurre con gli anni ancora un po' il canone e tutto con i giusti tempi senza sconvolgimenti indotti dalla politica questo è il mio pensiero finale. Credo ancora che possano fare un passo avanti per migliorare le esigenze dei cittadini con il giusto prezzo, e se i frontaliers, zero vero, formula 1 ecc.. dovessero saltare pace, dovranno trovare altri mezzi per pagare certe produzioni un po' superflue (però questo è il mio pensiero) sperando che non si mettono a tagliare programmi ben più intelligenti che costano sicuramente meno e danno qualcosa. Da qui alla votazione non penso cambierò più idea.
Manuele Romeo Somazzi 1 sett fa su fb
SI e basta 👹😈
Manuele Romeo Somazzi 1 sett fa su fb
Non lasciamoci Fregare come al solito votiamo SI
franco1951 1 sett fa su tio
Quadri inciuciato con UPC non è assolutamente credibile. Bühler ancora meno: alla TSI solo il 2,3 % di frontalieri, molto ma molto meno rispetto alle ditte di Bignasca & Siccardi, che predicano forte prima i nostri. Saranno quindi anche in questo caso i posti di lavoro "ticinesi" a rimetterci, come già i tiinesi ci stanno rimettendo con la tassa di collegamento e la LIA, create contro frontalieri e padronici, ma che stanno colpendo i locali. Insomma, tagliarsi gli attributi per fare un dispetto alla moglie. Lo lascio a Quadri, Bühler e iniziativisti.
kochise74 1 sett fa su tio
@franco1951 Concordo al 100%! In più oltre che inciuciato, Quadri, lo paghiamo per fare i nostri interessi a Berna e lui che fa? Assenteismo per scrivere sul suo giornalino che regala ma pagato da tutti noi. Ed in più Bühler con ruolo importante in una casa anziani, naturalmente sussidiata! Ma daiii! Propio loro che fino a fine studi hanno ciucciato da mamma RSI per poi cambiare e ciucciare a noi...
beta 1 sett fa su tio
@franco1951 Guarda che Bignasca, Siccardi e tanti altri sono PRIVATI e non sono foraggiati da un canone DOVUTO come IMPOSTA . Buona notte .
GI 1 sett fa su tio
Bravo signor Bühler "ridare la libertà ai cittadini"....oggi il cittadino è libero di scegliere......domani non avrà più scelta se non quella imposta....credo che gli esempi non manchino....
KilBill65 1 sett fa su tio
Cosa dire....2 pesi 2 misure....Vedremo dopo il voto cosa succedera'!!...
patrick28 1 sett fa su tio
VOTARE NO ! Bühler e Quadri vogliono che grandi gruppi stranieri (pay tv) facciano man bassa del mercato svizzero. E questi sono i difensori dei valori svizzeri ????
curziocurzio 1 sett fa su tio
Il testo dell'iniziativa è chiaro, mi sembrava che Bueler si arrampicava sui vetri! E poi con il 5G è stato patetico, se nelle nostre valli arriva a malapena il 3G ma lo sa che con il 5G i trasmettitori vengono decuplicati!
roma 1 sett fa su tio
...ero indeciso ma dopo il dibattito voterò NO.
Tarok 1 sett fa su tio
si all’iniziativa per eliminare la Billag
pontsort 1 sett fa su tio
@Tarok La billag é gia eliminata senza iniziativa....
Paola Nelly Dellagiovanna Morandi 1 sett fa su fb
Io dopo questo dibattiti ribadisco io mio No. A me piace Quadri ma ieri sera non mi sembrava convinto di quello che diceva,
mark72 1 sett fa su tio
Si all' abolizione del canone billag
mark72 1 sett fa su tio
Si all iniziativa
Biagio 1 sett fa su tio
Stasera per chi ha ascoltato..... Le cose sono molto chiare. Bugie su bugie. Lombardi cambiava discorso di continuo, Canetta.... Sul lavoro... La RSI incentiva la libera circolazione con conseguente dumping e rischi per tanti, ora quando tocca a lei...
Ricky Regazzoni 1 sett fa su fb
Se dopo questo dibattito siete a favore dell'Iniziativa spero davvero che qualsiasi vostro avo svizzero (se ne avete), vi rinneghi!! Bühler e Quadri si sono incartati, contraddetti, hanno cambiato versione mille volte. Partiamo dal primo che praticamente ha detto che lui vuole abolire il Servizio Pubblico, ma anche no, però un po' sì. Poi ha detto non voglio che venga sovvenzionato dallo Stato, è una coercizione, però se una tantum lo Stato paga le trasmissioni va bene (quanto, come e da dove vengono i soldi? Sempre da noi cittadini)! Chiama una ragazza chiede dei posti di lavoro e Quadri parte con un'infinita sequenza di spropositi sulla disoccupazione (tra l'altro i 2700 disoccupati sono nell'arco di 10 anni, mica di 7 mesi), sul fatto che è colpa della RSI la disoccupazione in Ticino (lo ha detto davvero, ci rifilano da 25 anni che loro combatteranno dumping salariale e frontalieri e no, la disoccupazione in Ticino è colpa di un'azienda che assume il 98% di residenti) e che fondamentalmente a lui non gliene frega una cippa dei disoccupati di oggi e di domani che ci saranno a causa di No Billag. Ma la cosa migliore è che praticamente continuavano a rinnegare il testo che hanno scritto loro, cioè hanno fatto un'iniziativa e dicono "Ma no ma il testo non conta nulla"... Se un po' avete a cuore ancora il senso vero della democrazia diretta di questo paese, No Billag non è solo da bocciare, ma riporre nel cassetto dei ricordi che non vuoi assolutamente avere
Annalisa Reda 1 sett fa su fb
Rubo :-)
Emily Cardoville 1 sett fa su fb
CHAPEAU.
Francesca Gianolli 1 sett fa su fb
Complimenti per la disamina!
Alice Gatti 1 sett fa su fb
Commento piuttosto sgangherato.
Junior Yannis 1 sett fa su fb
Alice Gatti lei ha forse visto un altro dibattito?
Tebupo Te 1 sett fa su fb
Che il 70% dei giornalisti sono di sinistra già si sa. Con il finanziamento garantito di oltre un miliardo i giornalisti e tutti i dipendenti SSR hanno sempre avuto una posizione dominante senza mai sentire la pressione della concorrenza. Sopratutto di quella straniera. I loro posti di lavoro dei dipendenti SSR non sono mai stati a rischio. La RSI, e la SSR, si spacciano per termometro che misura lo stato d'animo della popolazione, ma in realtà è un termometro che non è mai uscito dalle porte di Comano.
Alex Cava 1 sett fa su fb
70% è un dato falso. Rinnegato dallo stesso autore dello studio.
Nicoletta Ari 1 sett fa su fb
Beh detto da uno di estrema destra anche uno di destra moderata è un ro$$o 😂😂 ma per favore Tebupo Te rinsavisci!
Raffaele Besomi 1 sett fa su fb
per chi magari ha votato "prima i nostri", sentirli parlare di concorrenza (che andrebbe a favorire solo i grandi e potenti network esteri) a danno di oltre 1000 impiegati ticinesi/svizzeri, mi vien da porgermi una domanda: ma queste persone, con a capo il mister fr. 230'000 di soldi versati da noi, la parola coerenza e onestà intellettuale, la conoscono?
Ricky Regazzoni 1 sett fa su fb
Praticamente ci sono un sacco di commenti subito dopo la diretta a favore di Bühler (inutilmente incattivito) e Quadri (impresentabile) da parte di un fake. Bella lì 😂
Tebupo Te 1 sett fa su fb
A parte l'aspetto e il carattere non hai nulla da dire sulle argomentazioni?
Kir Tap 1 sett fa su fb
Sapete solo attaccarvi al “fake”! È sempre la voce di una persona! Ti cambia qualcosa vedere la sua fisionomia? Magari potresti attaccarlo per il suo aspetto!! 😩 quando non si hanno argomenti!!
Ricky Regazzoni 1 sett fa su fb
😂 Questo qui sopra è fantastico poi
Anders Carlström 1 sett fa su fb
L'articolo poteva anche iniziare <<IL PSS è un dinosauro... e per la gente era già chiaro tutto....Vedremo poi come andranno le votazioni. Se dovesse passare il si alla No billag, sarei divertito nel vedere tanti 25enni ex liceali figli di papà stampo adolescenziale "moral-apriamoci" ( pertanto che i soldi glie lo permettono), trovarsi negli uffici di collocameti trattati alla stessa maniera degli ultimi immigrati...
Mauro Medolago 1 sett fa su fb
Saresti divertito a vedere così tante persone in disoccupazione? Quelli come te hanno un solo nome
Anders Carlström 1 sett fa su fb
E sarebbe sentiamo ??
Nicoletta Ari 1 sett fa su fb
Anders non hai vergogna?
Anders Carlström 1 sett fa su fb
Nicoletta Ari Vergogna di cosa ?? dai su sentiamo la zecca...
Mauro Medolago 1 sett fa su fb
A uno che si diverte a vedere dei disoccupati non do corda. Non meriti che si sprechi tempo. L'appellativo puoi sceglierlo liberamente. Io proporrei "infame"
Anders Carlström 1 sett fa su fb
Infame è il fatto di dover sborsare i miei soldi, tanti soldi ad' una emittente televisiva con un telegiornale filoeurope, nettamente di parte. Poi questi futuri nuovi disoccupati potranno cercare lavoro nell' ambito televisivo-radiofonico, in Frrancia in Germania, in Belgio... Per una volta si vedrebbe sfruttare la libera circolazione delle persone che alla SSR piace tanto a favore dei lavoratori svizzeri all'estero e non essere sempre noi il secchio dei lavoratori Ue.
Rossano Bruni 1 sett fa su fb
Lombardi una zecca rossa?
Voli Biposto Parapendio Ticino 1 sett fa su fb
451 volt SI al'iniziativa
Mayla Border 1 sett fa su fb
NO, no billag!
Rossano Bruni 1 sett fa su fb
Perchè SI?
Flavio Zana 1 sett fa su fb
SI all’iniziativa.
Gugliemo Tell 1 sett fa su fb
Poi sentir parlare il quadri di “lavaggio del cervello” (quando sul mattino scrive una notizia falsa e l’altra pure) al ma fa mörii 😂
Luca Mer 1 sett fa su fb
Sciur Guglielmo, non legga il mattino, come faccio io, che non guardo nemmeno la TSI. Però la TSI la devo obbligatoriamente pagare, con la sua propaganda e informazione omologata di bassa qualità. Il mattino da me non riceve un centesimo. La capisce la differenza?
Gugliemo Tell 1 sett fa su fb
Sia chiaro che per me il lobbista di upc Cablecom può scrivere quello che vuole sul suo giornale, ma non vedo come possa criticare l’informazione della rsi, quando passa le giornate a postare bufale e notizie a senso unico.
RV50 1 sett fa su tio
Promettere alla popolazione di pagare sempre meno ; - tasse - contributi ,ecc é una politica facile spiegare poi se le cose erano poi così esatte li mi sorge un dubbio? Concordo che nessun cittadino paga volentieri le tasse ma ricordiamoci che se vogliamo i servizi ; sia pubblici che privati che funzionino qualcuno deve contribuire . Sul fatto che la tassa possa essere rivista al basso sono pienamente concorde . Se io dovrei ragionare di pancia e non con la testa ; anche perché essendo pensionato voterei si all'iniziativa; ma dal momento che ho ancora una testa che ragiona voterò contro questa iniziativa e che vinca il ragionamento ; non per questo critico chi voterà si
Gugliemo Tell 1 sett fa su fb
Bühler: “no ma tranquilli certe trasmissioni in Ticino le potremo ancora sovvenzionare”. - Art 93.4 La Confederazione non sovvenziona alcuna emittente radiofonica o televisiva.
Flavio Zana 1 sett fa su fb
😂😂
Cesare Saldarini 1 sett fa su fb
Flavio Zana non fa ridere lo dice il caro iniziativista, nemmeno sa cosa ha scritto...
Cesare Saldarini 1 sett fa su fb
Flavio Zana Trump a Nobillag non direttamente, ma forse non hai capito quanto ho scritto ma vabbè pare uno sport, l’abbiamo appena visto dagli iniziativisti in tv...
Flavio Zana 1 sett fa su fb
Cesare Saldarini rido quanto e quando mi pare, sono libero di votare SI all’iniziativa e libero di non discutere con uno che collega Trump a NoBillag. e ne sono contento.
Cesare Saldarini 1 sett fa su fb
Flavio Zana 👏👏👏
Flavio Zana 1 sett fa su fb
Cesare Saldarini 💪💪🏅🏅
Paolo Bianchi 1 sett fa su fb
È proprio li la furbizia degli iniziativisti. Mica si chiudono ogni possibilità di elemosinare allo stato, l'importante é che si prendano loro il comando dei media.
Kir Tap 1 sett fa su fb
Cesare Saldarini già che sei sul piedistallo,mi spolveri il lampadario?
Tebupo Te 1 sett fa su fb
È innegabile che l'iniziativa "No Billag" ha portato la SSR e RSI al tavolo delle trattative prendendole per le orecchie.
Alex Cava 1 sett fa su fb
Lo nego. È una sciocchezza. L'iniziativa ha l'unico merito di gettare la maschera all'aggressività di Lega e UDC contro la Svizzera.
Kir Tap 1 sett fa su fb
Alex Cava certo! Come no! Continua pure a fare il tifoso!! Sembri un anti juventino,che continua ad urlare che la Juve ruba,solo perché vince!!
Alex Cava 1 sett fa su fb
C'è stata un'iniziativa nel 2015, votata dal popolo. Sono in programma grossi cambiamenti in seguito a quel voto, non certo per il volgare attacco dei noBillag. Devi informarti, sennò potresti sembrare bugiardo anche tu...
Kir Tap 1 sett fa su fb
Alex Cava certo! Un po' come quando c era la propaganda di sinistra per entrare in UE! Piena di previsioni catastrofiche in caso di mancata entrata!! E invece sine dimostrato L esatto contrario!! La gente non è scema! MA soprattutto è stufa!
Alex Cava 1 sett fa su fb
Ma che c'entra l'UE con noBillag...? :-)
Gigia Porta 1 sett fa su fb
tranquillo è l'Ue che entrerà in Svizzera grazie alle TV estere se viene abolita la SSR
Ivan Zivko 1 sett fa su fb
La Rsi ha pochissimi frontalieri, tipo il 2%, non si puo dire altrettanto di certe aziende guidate dai sostenitori dell'iniziativa... Qua si mettono a rischio, senza farsi problemi, tanti posti di lavoro ticinesi..
Kir Tap 1 sett fa su fb
Certo!
Tebupo Te 1 sett fa su fb
Di posti di lavoro ne hanno fatti perdere molti di più la SSR e RSI con la loro inclinazione alla libera circolazione. Gli oltre 2300 dipendenti bancari lasciati a casa, alla RSI non gliene è importato nulla.
Cesare Saldarini 1 sett fa su fb
Tebupo Te ma sei serio? Ora mi citi pure Quadri? Il suo partito al governo invece cos’ha fatto? Ah aspetta, nulla...
Massimo D'Onofrio 1 sett fa su fb
Tebupo Te completamente d’accordo con te. No Billag e soprattutto Stop Schengen. Altro che sovvenzionare la sinistra mediatica con una tassa che loro neanche pagano!
Ivan Zivko 1 sett fa su fb
Non è la Rsi che decide gli accordi internazionali.. che poi parlare di perdita di posti di lavoro non so se sia corretto, negli anni novanta si arrivava sul 7-8% di disoccupazione dati seco.. non sono particolarmente favorevole alla libera circolazione, ma se pensate che togliendola risolviamo i problemi del mercato del lavoro vi sbagliate.
Ivan Zivko 1 sett fa su fb
Che poi adesso la Rsi è anche colpevole che non possiamo più nascondere i soldi dei criminali stranieri?
Tebupo Te 1 sett fa su fb
Cesare Saldarini indicami quando la RSI ha preso le difese dei 2300 licenziati in banca.
Damiano Iannino Schipilliti 1 sett fa su fb
La RSI pagata con i soldi dei residenti non deve avere neanche 1 straniero che lavori ..
Giancarlo Dionisio 1 sett fa su fb
Tebupo Te , qui siamo oltre i limiti della decenza. La SSR documenta, riferisce, approfondisce, non si schiera. Mai sentito parlare di globalizzazione, neoliberismo, delocalizzazione della produzione là dove si compera la forza lavoro con un pezzo di pane e un bicchier d’acqua? E questo trend economico sarebbe dovuto alla SSR? Mammina santissima che fesseria! E poi smettiamola con questa storia del 75% di giornalisti di sinistra. Fuori nomi , cognomi e copie della tessera di partito. E per concludere: presentarsi con un nome, un cognome, un curriculum, una foto e sostenere le proprie idee a viso aperto?
Tebupo Te 1 sett fa su fb
Conosco meglio la realtà locale che quella globale e non resto indifferente quando leggo che i lavoratori Ticinesi sono sostituiti dai frontalieri perché a basso costo. Ma questo è a mio avviso un atteggiamento egoistico dei alcuni imprenditori. Ben pi?u preoccupante quando i frontalieri occupano posizioni chiave come le risorse umane. Non è difficile immaginare una maggior compiacenza verso i loro connazionali piuttosto che i ticinesi. Sul CdT di oggi è riportato che recente sondaggio in Ticino una persona su tre dichiara di far fatica ad affrontare una spesa improvvisa di 2.500 franchi, scende a uno su cinque in Svizzera. Queste realtà sono state a mio avviso troppo sottaciute dalla SSR e RSI, probabilmente per non influenzare troppo le votazioni come quelle del 9 febbraio 2014 (L'iniziativa "contro l'immigrazione di massa) e di 25 aprile 2014 (Prima i nostri). Conosci meglio di me il potere di monopolizzare la TV. Se si fa vedere tanto bello e poco brutto è ovvio che la percezione è quella che non si sta poi così male. In realtà in Ticino la povertà cresce sempre di più. È cresciuta a tal punto che l'iniziativa "No Billag" sarà anche fra ricchi e poveri. Ma di questo la RSI ne parlerà poco. E poi è un problema tuo quello con i profili anonimi. Ai lettori interessa di più il contenuto degli argomenti sulle problematiche locali piuttosto di quelli mondiali.
Francesca Gianolli 1 sett fa su fb
E dopo aver letto queste argomentazioni ho rafforzato la mia idea di votare NO!
Alice Gatti 1 sett fa su fb
La RSI ha pochi frontalieri perché con gli stipendi che girano possono permettersi di spostare la residenza in Ticino.
Giancarlo Dionisio 1 sett fa su fb
Tebupo Te , il problema è semplice: ad una commessa Ticinese vengono corrisposti 3000 franchi mensili, ad una frontaliera 1500 (al massimo); un lavoratore ticinese nell’edilizia dovrebbe incassare da 4 a 6mila mensili, a seconda della funzione, il frontaliere molto di meno; idem nel settore industriale, in quello impiegatizio e anche per posti più remunerati la proporzione non cambia. Sta pur certo che se un’impresa assume un responsabile delle risorse umane frontaliere è per pagarlo 3mila franchi in meno rispetto ad un omologo svizzero. Ciò significa per l’imprenditore una minor uscita di 39mila franchi annui. Sei libero di credere che la responsabilità di questo scempio sia della RSI, ma non ci fai una gran bella figura. Al contrario la RSI ha sempre cercato di documentare con equilibrio ed equidistanza queste storture sociali. Andando a realizzare servizi per il Quotidiano ogni volta che venivano annunciati chiusure e licenziamenti. Dando voce ai dipendenti , ai sindacati e agli imprenditori (quando questi accettavano di parlare). La RSI non si è mai schierata a favore del segreto bancario , la cui limitazione ha contribuito ad una perdita di impieghi nel settore terziario. La RSI ha magari altre colpe e se non muore dovrà ridimensionare il suo budget , dovrà inoltre operare delle scelte oculate, e cercare di recuperare l’affetto di chi attualmente la cosparge di fango. Non deve e non dovrà tuttavia assumersi le responsabilità per le numerose cose che non funzionano in questo paese. Aumento delle persone in assistenza, disoccupazione giovanile, esplosione dei costi della salute (ogni anno pago 18mila franchi per me e mia moglie, non 365) , Argo 1, permessi falsi, eccetera, eccetera. Non solo la RSI non ne è responsabile, ma può essere ancora (se la lascerete sopravvivere) un’opportunità per evitare che tutte queste situazioni vengano insabbiate.
Giancarlo Dionisio 1 sett fa su fb
Alice Gatti fuori le cifre invece di sparare a caso. Cifre? Quanti? Che percentuale? Nomi?
Alice Gatti 1 sett fa su fb
Giancarlo Dionisio Queste cifre dovrebbe fornirle la RSI invece di limitaRSI dire che ha pochi frontalieri.
Giancarlo Dionisio 1 sett fa su fb
Alice Gatti la RSI le pubblica da parecchi anni. Se lei ritiene che siano false, forza, fuori quelle vere!
Alice Gatti 1 sett fa su fb
Giancarlo Dionisio Non ci siamo capiti.
Giancarlo Dionisio 1 sett fa su fb
Alice Gatti forse. Mah!
Junior Yannis 1 sett fa su fb
Giancarlo Dionisio signora Gatti fuori i nomi altrimenti sono solo sparate ad minkiam.
Tebupo Te 1 sett fa su fb
Il giornalismo SSR e RSI ha sempre assunto un atteggiamento favorevole alla libera circolazione seguendo i dettami del Consiglio Fedrale contribuendo di fatto al peggioramento delle condizioni lavorative in Ticino. È innegabile che la SSR RSI è una TV di stato che monopolizza l'opinione pubblica.
Nadine Ferrari 1 sett fa su fb
Hai delle prove? E cosa intendi con "atteggiamento favorevole"? Te lo chiedo perché è un classico che chi si mantiene equidistante venga poi accusato da chi equidistante non è (solitamente dai, chiamiamoli così, "contrari-perdenti").
Tebupo Te 1 sett fa su fb
Che il 70% dei giornalisti sono di sinistra già si sa. Con il finanziamento garantito di oltre un miliardo i giornalisti non hanno mai sentito la pressione della concorrenza straniera e i loro posti di lavoro non sono mai stati a rischio. La SSR e RSI si spaccia per termometro che misura il benessere della popolazione, ma in realtà è un termometro che non è mai uscito dalle porte di Comano.
Nadine Ferrari 1 sett fa su fb
Il fatto che un giornalista sia "di sinistra" (o "di destra") non significa che non sia in grado di mantenersi equidistante o, peggio, che cerchi intenzionalmente di pilotare l'opinione pubblica. Ripeto: hai prove? Perché a lanciare accuse a vanvera son capaci tutti e, come dicevo, se non si favorisce la parte che piace a te non significa che si stia favorendo l'altra. E poi, scusa, che c'entra adesso la concorrenza straniera? Cioè, davvero vorresti che un'azienda svizzera, che produce in Svizzera, dà lavoro agli svizzeri e si è sempre impegnata in favore delle realtà svizzere, venisse annientata e sostituita da entità provenienti da chissà dove a cui della realtà svizzera fregherebbe DAVVERO meno di zero?
Tebupo Te 1 sett fa su fb
Mah è inevitabile che un giornalista di sinistra si esprima con una maggior inclinazione verso le ideologie politiche di sinistra. Beh è anche umano. Non puoi negare che senza la pressione della concorrenza, come invece hanno la classe operaia in Ticino , non hanno mai espresso preoccupazioni o timori in tal senso. Mi chiedi le prove, ti chiedo io di indicarmi un servizio dove la RSI prende posizione contro l'aumento dei frontalieri in Ticino.
Massimo D'Onofrio 1 sett fa su fb
Nadine Ferrari non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. I fatti sulle preferenze a sinistra sull’apertura a scapito dei ticinesi sono state dimostrate ampiamente. E comunque il continuo e crescente terrorismo mediatico che illustra la No Billag come la morte della RSI è il boomerang che taglierà tante inutili teste del dinosauro! Spesso poi chi si erge paladino del No ha interessi diretti ai cadreghini e gli stiamo pagando anche il tempo di trollare e di comunque non pagare quella tassa. Basta. Io voto Si.
Nadine Ferrari 1 sett fa su fb
Tebupo Te Vedi? È esattamente ciò che ti dicevo: sorvolando sul fatto che rispondi cercando soltanto di rigirare la frittata, tu vorresti che io ti indicassi "un servizio dove la RSI prende posizione contro l'aumento dei frontalieri in Ticino", cosa che un'entità equidistante/super partes NON dovrebbe fare. Il fatto che io non possa portarti un simile esempio non dimostra niente e se lo facesse dimostrerebbe semmai ciò che sto dicendo io.
Nadine Ferrari 1 sett fa su fb
Massimo D'Onofrio Tu puoi fare quello che ti pare. :D Questo non toglie che definire "terrorismo mediatico" le legittime argomentazioni della parte opposta, "inutili teste di dinosauro" persone che lavorano, "paladini del NO" chi la pensa diversamente da te e "trollare" esprimere le suddette argomentazioni, dimostra solo i tuoi pregiudizi e il fatto che sei tu il primo sordo che non vuol sentire. E il parlare degli "interessi diretti" di una parte facendo finta che non ce ne siano anche dall'altra ne è un'ulteriore conferma...
Tebupo Te 1 sett fa su fb
Mah non sono un giornalista ma per esempio si poteva riportare le testimonianze degli operai lasciati a casa perché sostituiti da frontalieri. Si poteva parlare del fenomeno dei frontalieri che occupano posizioni cardine come le risorse umane dove hanno potere di assumere i loro connazionali al posto degli indigeni. Tutto questo poteva controbilanciare i numerosi servizi nei quali indicavano i benefici della libera circolazione.
Tebupo Te 1 sett fa su fb
La SSR è pilotata dallo stato perché la sua sopravvivenza dipende proprio dallo stato che impone i cittadini di pagare il canone TV. Sarebbe illogico per la SSR remare contro la confederazione.
Nadine Ferrari 1 sett fa su fb
Tebupo Te Personalmente, non saprei dire con certezza se i temi di cui parli siano o non siano mai stati affrontati, anche perché personalmente guardo poco la TV, ma mi piacerebbe saperlo... Il tuo ultimo commento, invece, è parecchio interessante. Pensaci. Dici che la sopravvivenza della SSR dipende dallo Stato che impone ai cittadini di pagare il canone e che perciò sarebbe illogico se la SSR remasse contro la Confederazione. A parte che, di nuovo, "remare contro" o "remare a favore" NON è compito di un'entità che tutti vorremmo imparziale, come ho già cercato (inutilmente, ahimè) di spiegare a qualcun altro, ti rendi conto che lo Stato e la Confederazione SIAMO NOI e che la democrazia diretta che tutti ci invidiano nonché il fatto che siamo qui a discutere di un'iniziativa che potrebbe far affondare la radiotelevisione pubblica ne sono la dimostrazione? L'assurdità, il controsenso di certi discorsi sta nel fatto di vedere e dipingere la Confederazione come fosse un nemico e non per ciò che rappresenta, ovvero NOI STESSI. Gli articoli che regolano il finanziamento della SSR sono stati scritti ed emanati da nostri cittadini: il Governo è composto da rappresentanti ELETTI DA NOI, mica da alieni, infiltrati di potenze straniere e/o gente che pensa solo a fregare i propri conterranei. E comunque, diciamocelo: anche in considerazione di quanto detto sopra, sarebbe molto più "illogico" remare a favore di chi rema contro la Confederazione, non ti pare?
Emily Cardoville 1 sett fa su fb
Eccolooooooo il nostro troll
Igor Gutschen 1 sett fa su fb
Tebupo Te già infatti; lascia perdere ci sono persone nate per non sbagliare mai e convinte che la loro sia l'unica verità e per questo non intendono mai cambiare ragionamento e opinione...forse cambieranno opinione il giorno in cui la falce del licenziamento toccherà i loro impieghi...
Igor Gutschen 1 sett fa su fb
Nadine Ferrari ti prende molto la discussione, molto probabilmente hai interessi in RSI o sbaglio, altrimenti non saresti tanto agguerrita soprattutto per una che dice di non guardare molto la tv...ma falla finita
Tebupo Te 1 sett fa su fb
Nadine Ferrari dic1 - [...] il controsenso di certi discorsi sta nel fatto di vedere e dipingere la Confederazione come fosse un nemico e non per ciò che rappresenta, ovvero NOI STESSI. La votazione del 9 febbraio "Limiti massimi per l'immigrazione e rinegoziazione dell'accordo di libera circolazione con l'UE" approvata dai cittadini è una dimostrazione che lo stato non aveva l'intenzione di rappresentare i cittadini. Temi di questo tipo, la maggior parte dei cittadini e confederazione saranno sempre in disaccordo. Il problema è che la confederazione dispone attraverso la SSR di un mezzo per tentare di manipolare i cittadini. Le famiglie in disagio economico sono sempre più numerose, le imprese indigene sono sempre più in difficoltà a contrastare l aziende estere con salari stracciati. Berna è rimasta completamente immobile per il Ticino. E in più la confederazione pretende di far pagare 365 franchi a famiglie che di denaro non ne ha e solo nel Ticino sono il 10,7%. E non sto parlando di chi è in assistenza.
Nadine Ferrari 1 sett fa su fb
Igor Gutschen "ci sono persone nate per non sbagliare mai e convinte che la loro sia l'unica verità e per questo non intendono mai cambiare ragionamento e opinione": bell'autoritratto, complimenti. Per il resto, tanta fuffa, zero fatti e soprattutto zero sostanza quindi falla finita tu, va.
Igor Gutschen 1 sett fa su fb
Nadine Ferrari quindi ci ho azzeccato fai parte della cricca che vogliono tenere le loro chiappette al caldo imponendo a tutta la collettività di pagare il loro inutile stipendio...🤔 ribadisco che ovunque si è tagliato negli ultimi anni, risparmiando gli intoccabili ora che non c'è più nulla da tagliare, è giunta l'ora zero per gli intoccabili....
Nadine Ferrari 1 sett fa su fb
Igor Gutschen No, non hai azzeccato proprio niente, ma che te lo dico a fare? Tanto, è evidente che sei un esperto nel buttare là illazioni di qualsiasi genere e all'indirizzo di chi ti fa comodo senza però dimostrare mai una virgola di ciò che dici. Un po' come nel commento che ho letto poco fa in cui te la prendi con l'"associazione di casalinghe incapaci" perché, secondo il tuo illustre parere, non farebbe abbastanza per "combattere con la mancanza di tutte le lingue nazionali nei vari portali, vedi Paypal, Ebay, Netflix e molti altri ancora"... A parte il fatto che vorrei vedere te, ottenere i risultati che, a chiacchiere, pretenderesti da loro, è interessante, davvero interessante che tiri fuori questo argomento senza renderti conto che, se dovesse passare l'iniziativa in discussione, noi ticinesi andremmo a finire nella medesima melma anche con la tv. Eh sì, perché a chi dovesse prendere il posto della SSR del nostro piccolo buco fregherebbe ben poco, perché per loro non sarebbe certo una questione etica / morale / culturale / patriottica o chissà cos'altro: per loro sì che sarebbe solo ed esclusivamente una questione di soldi. E nessuno potrebbe farci proprio niente. E allora sì che ci sarà da ridere (per modo di dire)... Ma a te che ti frega? Tanto tu saprai sicuramente trovare il modo di dare la colpa a qualcun altro.
Igor Gutschen 1 sett fa su fb
Nadine Ferrari a dire il vero io con l'ausilio di un avvocato sono riuscito a finire davanti ad un giudice per avere un risarcimento dovuto al fatto che avendo loro omesso di inserire la lingua italiana nelle condizioni contrattuali. Se quelle dell'associazione avessero la grinta necessaria credimi farebbero di più però, come capita spesso nei posti della lazzaronate ci sono sempre le stesse persone che hanno di nuovo il culetto al caldo.
Nadine Ferrari 1 sett fa su fb
Igor Gutschen Potresti finire la frase, per favore (quel gerundio presuppone un seguito)? E poi, "loro" chi? Comunque, pure a "finire davanti al giudice" son capaci tutti, ma non significa niente anche perché tirare fuori il pretesto della mancanza dell'italiano nelle condizioni di un contratto DOPO averlo firmato puzza lontano un miglio di cavillo legale a compensazione della stupidità e/o malafede di un acquirente ben più che non di malevolenza da parte di un venditore (cosa che, tra l'altro, paleserebbe la tua tendenza a incolpare gli altri pure per i casini combinati da te)... ;)
Fabrizio Quadranti 1 sett fa su fb
Tebupo Te ma come si fa a ripetere la menata dei giornalisti di sinistra? E che lavano il cervello ecc ecc ? Basta vedere come sono andate le votazioni, o no? Oppure vedere come sono messi i socialisti... quando la si smetterà di prendere per i fondelli con tutte queste balle?
Fabio Regazzoni 1 sett fa su fb
Tebupo Te infatti quando l'informazione è gestita da tv private diventa esemplare per come riporta le notizie, vedi ad esempio Studio aperto, Quarto grado ... Dite la verità a voi non interessa l'equidistanza e la correttezza voi vorreste una tv a vostra immagine e somiglianza!
Alex Cava 1 sett fa su fb
Le sciocchezze di Tebupo fanno pensare ad un profilo troll di Bühler...
Tebupo Te 1 sett fa su fb
Fabio Regazzoni A me interessa che non siano multate le persone che non dispongono del denaro per pagare il canone. E in Ticino sono una su tre che fa fatica a pagare le bollette alla fine del mese. L'immobilismo dei politici su questa problematica e la volontà della SSR di voler continuare a gestire l'azienda nonostante le critiche dei cittadini non mi lascia altro che votare si all'iniziativa.
Fabio Regazzoni 1 sett fa su fb
Tebupo Te sbagliato. Posso seguire il discorso sulla difficoltà a pagare il canone. Posso anche essere d'accordo sul fatto che il sistema di finanziamento possa essere modificato ma votare sì vuol dire distruggere non costruire qualcosa di meglio. Ugualmente votare NO alla no billag non vuol dire che tutto va bene così com'è ma semplicemente che non si è disposti a buttar via tutto perché non lo si ritiene perfetto.
Tebupo Te 1 sett fa su fb
Il 90% del palinsesto SSR RSI non lo guardo perché non è di mio gradimento e per il rimanente 10% ritengo che si parli troppo poco della realtà Ticinese, in particolare delle difficoltà che i lavoratori ticinesi affrontano quotidianamente. Mi sembra ragionevole e fattibile una televisione SSR o RSI con abbonamento. Ovviamente il futuro nessuno lo conosce e non saprei dirti se sarà meglio o peggio. Ma qui le opinioni si dividono, ma senza rancore.
Fabio Regazzoni 1 sett fa su fb
le opinioni si dividono ma i fatti sono incontrovertibili: RSI con abbonamento non è possibile, l’hanno ammesso anche i fautori dell’iniziativa.
Thomas Meylan 1 sett fa su fb
Monopolizzare l’opinione pubblica non significa nulla. Un’azienda televisiva non può monopolizzare l’opinione pubblica dato che l’opinione pubblica è il risultato di una attività del popolo e non dell’azienda. È come dire che un fiorista monopolizza il profumo dei fiori: non vuol dire un fico secco!!! Basta per favore sparare cialtronerie nei commenti...12 le persone in questo momento che annuiscono e concordano per questa cialtroneria. Si poteva parlare di manipolazione dell’opinione pubblica o di polarizzazione dell’opinione pubblica o altro ma che abbia un senso e sia espresso con una logica semantica.
Tebupo Te 1 sett fa su fb
Thomas Meylan Hai ragione, è corretto dire manipolare l'opinione pubblica invece di monopolizzare. Grazie per la correzione. Ora correggo il post iniziale.
Junior Yannis 1 sett fa su fb
Tebupo Te é stato fatto. Era un indgine giornalistica di Falò. Forse non l’hai vista.
Stefano Pongan 1 sett fa su fb
Un esempio chiaro della qualità dell'informazione della RSI e del suo vero valore di servizio pubblico equidistante dalle parti: l'azienda in questa votazione si gioca la sopravvivenza eppure se vi guardate il TG di due sere fa o ascoltate l'RG 18.30 o guardate sul web RSInews vedrete che i due comitati pro e contro la no billag sono stati trattati allo stesso modo, ovvero con la neutrale esposizione di quanto hanno presentato in conferenza stampa. Chi ci difende trattato come chi ci vuole sopprimere. Poi andate ad aprire il TagesAnzeiger di ieri, che è di Tamedia, gruppo editoriale che con la sua nuova associata Goldbach (vende pubblicità a tv private) farà milioni se vince il sì. Lo aprite e vi accorgete subito di una cosa: articolone per il sì, assolutamente nulla per il no. Ecco chi è davvero schierato e cosa vi resta se l'iniziativa viene accolta.
Tebupo Te 1 sett fa su fb
L'iniziativa "No Billag" ha raccolto oltre 100'000 firme e per due anni la SSR ha continuato la sua politica come se nulla fosse. Non si è nemmeno sognata di prendere contatto con gli iniziativisti. Di fronte a quest'ultima affermazione di Bühler, Lombardi e Canetta hanno fatto un silenzio di tomba che la dice lunga sulla supponenza della SSR e RSI.
Cesare Saldarini 1 sett fa su fb
Silenzio di tomba mica tanto... ah gli stessi iniziativisti sono gli stessi geni che dicevano che la votazione del 2015 avrebbe portato il canone a 1000.- proprio bravi a fare previsioni, fidiamoci ancora di loro. Gente che nemmeno sa la propria iniziativa...
Tebupo Te 1 sett fa su fb
E invece l'hanno fatta diminuire a 365. Sei contento?
Cesare Saldarini 1 sett fa su fb
Tebupo Te certo. Perché dovrei toglierla del tutto?
Tebupo Te 1 sett fa su fb
Sono contento che concordi che l'iniziativa ha contribuito a migliorare le cose.
Cesare Saldarini 1 sett fa su fb
Tebupo Te va che la decisione non c’entra nulla con l’iniziativa. Se ho un ombrello mica per forza piove fuori...
Massimo D'Onofrio 1 sett fa su fb
Ma dai... veramente sei tanto naif da credere che l’annuncio di riduzione del canone non sia strumentale al referendum??? Ma allora ci fai proprio tutti fessi!
Tebupo Te 1 sett fa su fb
Non mi risulta che la Leutard o la SSR abbiano di loro iniziativa scelto di abbassare il canone. Ho solo sentito che intendevano progredire digitalmente trasferendo La2 su internet.
Paolo Bianchi 1 sett fa su fb
La votazione di 2 anni fa é scaturita in seguito a un referendum su una decisione del parlamento. Quindi la diminuzione é stata decisa dal parlamento e in seguito confermata dal popolo.
Tebupo Te 1 sett fa su fb
Quindi confermi che è stata votata dal popolo e non voluta dalla Leutard.
Paolo Bianchi 1 sett fa su fb
Tebupo Te ah la comprensione di un testo, come é difficile. Come detto la modifica della legge é stata fatta dal parlamento, poi é stato fatto un referendum che é stato bocciato dal popolo confermando la volontà parlamentare.
Tebupo Te 1 sett fa su fb
Il dibattito è stato nettamente a favore di Quadri e Bühler.
Cesare Saldarini 1 sett fa su fb
Sicuro?
Alexandre Gabioud 1 sett fa su fb
Purtroppo sì.
Cesare Saldarini 1 sett fa su fb
Mah ridendo e facendo figure, manco sa il suo testo dell’iniziativa, ha vinto?
Fabio Baldovin 1 sett fa su fb
Credo proprio di no, ma ad ognuno la sua opinione
Alex Cava 1 sett fa su fb
Le sciocchezze di Tebupo fanno pensare ad un profilo troll di Bühler...
Fabio Baldovin 1 sett fa su fb
Bühler impara l’educazione è rispetta le opinioni altrui senza quelle ridicole risatine.
Manuele Romeo Somazzi 1 sett fa su fb
Cosa volevi che Buehler si mettesse a “piangere”🤡
Leonardo Rodoni 1 sett fa su fb
Veramente, che sbruffone
Fabio Baldovin 1 sett fa su fb
Manuele Romeo Somazzi no ma che rispetti le opinioni altrui senza fare il di più
sedelin 1 sett fa su tio
NO NO NO, ribadisco e con maggior convinzione dopo aver visto la trasmissione e le penose non-argomentazioni dei penosi sostenitori.
Emily Cardoville 1 sett fa su fb
Bühler e Quadri costantemente contraddetti con prove e fatti concreti, tutti i nodi vengono al pettine
Kir Tap 1 sett fa su fb
A me non è parso! Anzi!
Cesare Saldarini 1 sett fa su fb
Kir Tap beh se dopo aver smontato la tua teoria, ridi non hai grandi argomenti...
Kir Tap 1 sett fa su fb
Cesare Saldarini quale teoria?? È lì da vedere la trasmissione!!
Emily Cardoville 1 sett fa su fb
Kir Tap a dire il vero si riferiva alle continue ghignate poco rispettose di Quadri e Bühler.. sicuro di aver guardato la stessa trasmissione?
Kir Tap 1 sett fa su fb
Emily Cardoville non è quello che hai scritto! Tu hai parlato di contraddizioni,non di ghignate !!
Emily Cardoville 1 sett fa su fb
Secondo il signor Quadri, testuali parole (e se hai seguito il dibattito, ti ricorderai sicuramente), il telegiornale potrebbe essere finanziato dal parlamento cantonale. Ergo, qualcosa non quadra se l'iniziativa mira proprio all'abolizione del finanziamento pubblico. Questo è solo un esempio.
Cesare Saldarini 1 sett fa su fb
Gente che non sa nemmeno la sua iniziativa... soliti attacchi senza senso, e risate alle risposte con contenuti di Lombardi e Canetta.
Tebupo Te 1 sett fa su fb
Fra tutti gli argomenti trattati non riesci proprio a indicarne uno sul quale si può discutere?
Cesare Saldarini 1 sett fa su fb
Iniziamo dal fatto che non sanno nemmeno il testo dell’iniziativa?
Tebupo Te 1 sett fa su fb
Bühler si è dimostrato molto afferrato in materia e ha anche avanzato l'ipotesi che la confederazione potrebbe finanziare anche i singoli programmi. Da non confondere con le emittenti. Sono i vari percorsi fra le maglie della legislazione.
Cesare Saldarini 1 sett fa su fb
Tebupo Te ferrato in materia? A parte dire 20 volte del 5g cosa ha detto? Nemmeno sa come funziona il parlamento, gliel’ha spiegato il Pippo... Poi facciamo un’iniziativa, libertà di scelta bla bla bla e poi mi dici che volendo tra le maglie dell’iniziativa ci si può giocare dentro e forse finanziare i programmi? Davvero credete a uno così? Prima si erge a paladino della libertà di scelta, poi mi dice che si può passare nelle zone grigie e finanziare programmi? La sua pago è scelgo dove sta?
Tebupo Te 1 sett fa su fb
Mi spiace che non riesci a seguire un dibattito, ma non per questo devi criticare chi invece ha capito bene e condiviso le argomentazioni di Bühler.
Filippo Pfister 1 sett fa su fb
Cesare, non dare da mangiare ai troll. É inutile 😅
Cesare Saldarini 1 sett fa su fb
Tebupo Te 👍👏👏👏
Cesare Saldarini 1 sett fa su fb
Filippo Pfister davvero ma che gente...
Kir Tap 1 sett fa su fb
Tebubo,non dare da mangiare agli arroganti superiori!!
Manu Rey 1 sett fa su fb
Tebupo Te eh si... e chi li paga i finanziamenti dei singoli programmi? Din don....
Alex Cava 1 sett fa su fb
Le sciocchezze di Tebupo fanno pensare ad un profilo troll di Bühler...
Flavio Zana 1 sett fa su fb
è stato anche gentile..
Potrebbe interessarti anche
Tags
iniziativa
no
bühler
rsi
ssr
canetta
no billag
billag
dinosauro
alain bühler
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-21 00:03:56 | 91.208.130.87