SVIZZERA
27.10.2017 - 17:450

«Le norme di prescrizione per le vittime d'amianto vanno riviste»

BERNA - L'istituzione del Fondo per le vittime dell'amianto (EFA) non cambia la necessità di rivedere le norme legate alla prescrizione. È quanto sostiene la Commissione degli affari giuridici degli Stati.

Con 11 voti contro 0 e 2 astensioni la commissione, contrariamente all'omologa del Nazionale, ha deciso di non togliere dal ruolo il disegno di revisione del diritto in materia di prescrizione, si legge in un comunicato odierno dei Servizi del Parlamento.

La commissione - riunitasi a Locarno e accolta dal presidente del Consiglio di Stato ticinese Manuele Bertoli e dal Cancelliere Arnoldo Coduri - ha sentito il consiglio di fondazione dell'EFA e ha condotto intense discussioni sul diritto in materia di prescrizione, ritenendo che la revisione non debba essere ridotta alla questione dei danni tardivi causati dall'amianto. L'obiettivo è infatti quello di elaborare una soluzione applicabile a tutti i danni alle persone con un lungo periodo di latenza.

Soltanto così, secondo la maggioranza, sarà possibile tenere conto anche di rischi futuri e risolvere in modo duraturo la problematica legata ai danni che si rivelano dopo la decorrenza dei termini di prescrizione.

Con il perdurare dell'attuale incertezza giuridica l'esistenza della Fondazione per le vittime dell'amianto è a rischio: attraverso un disciplinamento normativo chiaro la commissione intende creare le condizioni quadro necessarie alla sopravvivenza della stessa.

Poiché la commissione non acconsente allo stralcio dal ruolo, l'oggetto torna all'omologa del Nazionale per l'eliminazione delle divergenze.
 
 

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
prescrizione
amianto
commissione
vittime
danni
vittime amianto
norme
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-18 03:53:56 | 91.208.130.86