TiPress
CANTONE / CONFINE
18.06.2017 - 12:160

Frontalieri. La CISL: «Favorevoli a un tavolo sulle tasse»

La sigla sindacale vuole che l’accordo sia attuato gradualmente e che includa la rimozione del dumping salariale

COMO - «Favorevole all’apertura di un tavolo, al quale si sieda però anche la Svizzera». Con queste parole, riferite dal Corriere di Como, si è espressa la segretaria della CISL dei Laghi Adria Bartolich in merito alla questione della tassazione dei frontalieri.

Soddisfatta «dall’atteggiamento propositivo», la sindacalista ha sottolineato però l’importanza di «una gradualità attuativa, che non danneggi in modo irreversibile» i lavoratori frontalieri e le loro famiglie, precisando che la CISL si sta impegnando affinché nell’accordo venga inclusa quale contropartita anche la rimozione di atti discriminatori e del dumping salariale. 

«Le trattenute più alte nello stipendio finiscono per fare diventare il lavoro oltreconfine svantaggioso, e quindi di ridurre il numero dei frontalieri» spiega Bartolich, che aggiunge come «all’atteggiamento protezionistico della Svizzera non può corrispondere quello da cassiere dello Stato italiano».

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
frontalieri
cisl
tavolo
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-23 06:24:20 | 91.208.130.87