SEGNALACI mobile report
focus
GAMES
26.10.2016 - 06:000

20 candeline per Lara Croft e la festa è su Playstation 4

“Rise of the Tomb Rider” esce sulla console Sony giusto giusto per il compleanno dell'archeologa più famosa dei games. Ed è un'edizione da leccarsi i baffi

 

REDWOOD CITIY - Chi ha un Pc o una Xbox (One o 360) ci ha già giocato da almeno un annetto. Per chi in casa ha una "Play", invece, è stata astinenza fino a pochissimi giorni fa. "Rise of the Tomb Raider”, uno dei migliori giochi d'avventura del 2015 arriva finalmente anche sulla console di Sony giusto in tempo per festeggiare l'amatissima e tostissima Lara Croft.

20 anni e non sentirli - Era proprio il 1996 quando l'archeologa britannica metteva piede sulla grigia e piatta Playstation sconvolgendo per sempre il mondo dei videogiochi. Certo, era decisamente più spigolosa ma gli ingredienti di base c'erano già tutti: azione, esplorazione ed enigmi il tutto condito con carattere da vendere. A riportare in auge la serie il reboot operato qualche annetto fa da Crystal Dynamix che ha avuto il suo climax proprio nel titolo sopracitato. Non sapete di che stiamo parlando? Per Pc lo abbiamo recensito proprio su tio.ch (e trovate anche il link a lato).

Torta ricca, mi ci ficco - Ma questa edizione celebrativa cosa mette sul piatto? Parecchio: tanto per iniziare il gioco resta eccellente (sebbene giri impercettibilmente meglio rispetto alla controparte per Xbox One), poi ci sono tutti i contenuti scaricabili usciti fino a oggi e una discreta quantità di oggettini extra da utilizzare in game (come armi e completi). Se siete fra i fortunati possessori di una Playstation 4 plus potrete anche goderne una versione ancora più scintillante in tutta la gloria dei 4K (noi però non l'abbiamo ancora provata) .

Sembra un po' di "vincere facile" - Tanto, quindi, forse troppo? Per certi versi può anche sembrare di "vincere facile" soprattutto per quanto riguarda le cose extra già sbloccate e che per le quali, nelle altre versioni, era richiesto di faticare. Insomma, fa un po' male al cuore e ci si sente un po' dei pigroni. Le modalità extra sono godibili (soprattutto "Sopravvivenza" e il "Maniero dei Croft") ma sono poco valorizzate tanto che ad alcuni potrebbero passare addirittura inosservate. Un peccato: sarebbe bastato ridisegnare leggermente il menu iniziale.

Lara contro Nathan - Un anno di ritardo è poi così imperdonabile? Sì e no: da una parte, come già detto, il titolo resta ottimo e unico nel suo genere mescolando esplorazione e azione come pochi altri. Dall'altra è vero però che su PS4 nel frattempo è uscita quella meraviglia di “Uncharted 4” che è ancora uno dei migliori giochi dell'anno. Fra i due, chi la spunta? Difficile dirlo considerando che si tratta di prodotti simili ma fondamentalmente diversi. Secondo noi “Rise of the Tomb Raider” resta ancora fortissimo anche se è del 2015 e una giocata se la merita, eccome. Allora arco in spalla e via, verso nuove strepitose avventure.

“Rise of the Tomb Rider - 20 years celebration” è disponibile per Playstation 4.

VOTO: 9

1 anno fa Rise of the Tomb Raider: indomabile Lara
Commenti
 
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-16 22:39:33 | 91.208.130.86