Oggi in Ticino
News
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 

LUGANO

27/01/2016 - 09:21

Immagini naziste sul suo profilo, agente di polizia nella bufera

Un poliziotto pubblica sul proprio profilo Facebook frasi e foto di stampo nazista e fascista. La polizia: "Stiamo valutando la situazione"

Facebook
0
0
GALLERY | 4 immagini

LUGANO - Immagini di Adolf Hitler e di Benito Mussolini. Saluti nazisti. Foto della Germania del Terzo Reich. Svastiche e quant'altro. È quanto si può vedere sul profilo Facebook di un agente della polizia cantonale. Un sergente in realtà, attivo in polizia dal 2008. Un profilo che sta imbarazzando l'intero corpo di polizia e che viene alla luce oggi, proprio nella Giornata della memoria, attraverso una denuncia fatta dal sito Gas.

Le frasi pubblicate dal poliziotto sono chiare e non lasciano spazio ai dubbi. Frasi contro gli immigrati, soluzioni finali ed estreme da adottare su modelli nazisti. "Sto con gli estremisti che vogliono difendere il loro paese da questi invasori" in merito agli immigrati. E aggiunge: "Gialli con gialli, neri con neri e musulmani con musulmani!! D’altronde, se Dio ha creato Continenti e razze un motivo c’era!!!! Non esiste multiculturalità e integrazione con certe etnie!! Abbiamo fallito carissimi sinistroidi!!! Siamo in guerra!!".

E per non farsi mancare nulla pubblica anche la foto di un'adunata nazista accompagnata dalla frase "il dovere è uno solo, riprendere le armi!! Usque ad finem”. Se la prende pure con Eveline Widmer Schlumpf "E ora a casa la Ministra Infame traditrice che sta svendendo la Svizzera a cani e porci".

Insomma ce n'è abbastanza per imbarazzare il Comandante della Polizia cantonale, Matteo Cocchi. Abbiamo chiamato in polizia per una presa di posizione e ci hanno detto che sono al corrente del profilo dell'agente e che il comandante in questo momento sta valutando la situazione.

Articolo di SF
Regole del blog. Leggere attentamente prima di commentare

65 commenti da TIO
vulpus - 28 Gennaio alle 08:38
L'atteggiamento personale e le sue idee private , se infrangono la legge ben ha fatto il procuratore a procedere d'ufficio.
Altrimenti , mi sa nessuno avrebbe mosso un dito.
Ancora una volta di più si constata che in polizia operano e vengono assunte persone che non sono all'altezza .Bisogna fare delle verifiche continue per questo tipo di lavoro, in quanto la mente umana, anche sotto la pressione del tipo di lavoro può iniziare a sbvare e portare ad atti inconsulti. In questro caso probabilmente è un atteggiamento recondito che con la situazione attuale ha portato a radicalizzarsi.
Più che corretto prendere delle decisione anche rispetto a chi all'interno della polizia si danna per fare un lavoro onesto e rispettoso degli altri.
Lascia però molto perplessi le dichiarazioni del comandante e del capo dipartimento: il primo , che so sproloquia in spiegazioni del tipo: in privato fate quello che volete, ma non pubbliczzatelo, e non dite niente sui social(sich!9.
L'altro poi che stigmatizza , a ragione, le espressioni del suo collaboratore. Non dovrebbe però dimanticare che domenicalmente il suo giornale politico insinua e usa termini razzisti nei confronti dei frontalieri e dei rifigiati. Per cui come si sente questo signore ( che definire un politico è azzardato), che rappresenta in governo un movimento che simpatizza per certi atteggaimenti??

Partecipa anche tu alla discussione, leggi tutti i commenti e interagisci con gli altri blogger.
&
Ultime
N° lista news:   10 |  25 |  50

Copyright © 1997-2016 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - NEWS BLOG - ENERGIA SOLARE
logo sole per tutti logo WE ticino logo sostegno logo adbreak
Ultimo aggiornamento: 08:43:01
Tutte le notizie in Ticino del 24/08/2016 - 1 Notizie