Oggi in Ticino
News
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 

TICINO / SVIZZERA

26/04/2012 - 11:06

C'è la conferma: il Ticino è un Cantone per "vecchi"

Siamo il cantone con l'invecchiamento più marcato, osserva l'Ufficio federale di statistica





BERNA - Lo avevamo detto qualche tempo fa con intento polemico, e i dati confermano la nostra affermazione: il Ticino è un Cantone per "vecchi". O meglio, "di vecchi". I dati forniti dall'Ufficio federale di statistica mostrano che l'invecchiamento della popolazione è più marcato in Ticino, seguito a ruota da Sciaffusa, Basilea Città e Basilea Campagna. In queste regioni si contavano più di 32 anziani di 65 anni o più ogni 100 persone in età lavorativa.

Molti anziani in una popolazione che cresce: alla fine dello scorso anno in Svizzera abitavano 7'952'600 persone, 82'400 in più rispetto al 2010. La crescita (+1%) è simile a quella degli scorsi anni. Ad aumentare sono stati soprattutto i cittadini di nazionalità straniera (+48'500) che rappresentavano il 22,8% della popolazione (2010: 22,4%). È quanto emerge dai primi risultati del censimento, resi noti oggi dall'Ufficio federale di statistica (UST).

Non tutti i cantoni hanno registrato un incremento demografico: una diminuzione della popolazione è stata infatti osservata nel canton Uri (-0,1%), mentre ad Appenzello Interno e Basilea Campagna la percentuale è rimasta invariata tra il 2010 e il 2011. Dieci cantoni su 26 presentavano invece una crescita superiore o uguale a quella registrata a livello nazionale.

Le progressioni più significative sono state osservate a Friburgo (+2,2%), Vaud (+1,8%), Zugo (+1,7%), Glarona (+1,6%), Turgovia e Zurigo (entrambi 1,4%). In Ticino (+0,9%) e nei Grigioni (+0,4%) l'incremento della popolazione è stato inferiore alla media svizzera.

Per sesso, la Svizzera contava 4 milioni di donne e 3,9 milioni di uomini. Se i maschi sono più rappresentati nelle classi di età inferiori, tra 0 e 29 anni, la differenza diminuisce tra i 30 e 54 anni per raggiungere una parità quasi perfetta nella fascia dei 55-59enni.

A partire dai 60 anni sono le donne ad essere in maggioranza e tra gli 85 e 89 anni sono il doppio degli uomini (rispettivamente 82'000 e 41'100) e 3,5 volte più numerose oltre i 95 anni. Tra le 1'400 persone di più di cento anni che vivono in Svizzera, 1'200 erano donne e "solo" 200 uomini.

I cantoni che hanno invece il maggior numero di giovani rispetto alle persone in età lavorativa, sono Appenzello Interno, Giura, Friburgo e Neuchâtel (più 36 persone di meno di 20 anni ogni 100).

Le persone sposate rappresentano il 43,8% della popolazione, i celibi/nubili il 43,2%, i divorziati il 7,8% e i vedovi (soprattutto vedove a onor del vero) il 5,1%. Le persone in unione domestica registrata sono poche: costituiscono solo lo 0,1% della popolazione.

Nel 2011 risiedevano in Svizzera 1'814'800 stranieri. Rispetto all'anno precedente l'incremento è di 48'500 persone. A questi vanno aggiunti i titolari di un permesso per dimoranti temporanei e le persone nel processo di asilo da meno di un anno.

Altri dati: il comune più popoloso è quello di Zurigo, con 376'900 persone, quello meno popoloso è Corippo, 12 persone. Il comune leventinese di Mairengo contava inoltre 332 uomini e "solo" 100 donne, mentre a Lohn (GR) si è registrata la quota di donne più elevata (100 per 70 uomini). Nel 2011, Leysin (VD) era il comune con il più alto numero di stranieri (61,7%), mentre in alcuni comuni come Berken (BE), Gresso (TI), Hüniken (SO), Martisberg (VS), Mon (GR), Mulegns (GR) e Rebévelier (Giura bernese) non si contava alcun straniero.

L'UST fa infine notare che la Svizzera è uno dei paesi europei in cui si è registrata una crescita demografica positiva, con la Francia (+0,5% nel 2011) e l'Austria (+0,4% nel 2011). La Germania invece fa parte dei paesi che vedono la loro popolazione diminuire (-0,1% nel 2010).

Ats

Regole del blog. Leggere attentamente prima di commentare

ULTIMO COMMENTO
novembrina - 27 Aprile 2012 alle 09:50
Che dormita...sto diventando vecchia:-)))
Ed oggi devo correre che domani volo...da mia figlia a NY.

Ma ora un pensierino sull'argomento del Blog.

Sì, la popolazione invecchia e l'economia arranca e il problema colpisce tutti: giovani e vecchi.
Visto che sul tema io ne ho fatto un progetto, ora ne ripropongo una parte per chi non l'avesse letto:

Vivere e Condividere

“Il 15 aprile 1987, Enrico Caffè lasciò sul tavolo documenti e occhiali, uscì di casa all’alba e sparì.
Un anno prima della sua scomparsa scrisse sul problema degli anziani e del loro rapporto con la società. In questo scritto parlava di una tribù africana che aveva il costume di accompagnare i vecchi al fiume fiume: Ogni anno, accompagnati da tutta la tribù con canti e danze, i vecchi venivano accompagnati verso la sponda di un vorticoso fiume e, con l’aiuto di lunghe pertiche, venivano spinti nel vortice dove sparivano nella corrente.
Secondo Caffè questo modo di fare era più gentile e umano del nostro, che fa di tutto per allungare la vita e troppo poco fa perché la vita allungata sia qualitativamente degna di essere vissuta, e che considera i vecchi solo un peso inutile, persone che danno disturbo.
E lui, per non dare disturbo, sparì. (*)

Così la penso anch'io! Partendo dal presupposto che la società umana è composta da individui; neonati, giovani, adulti, anziani, l'invecchiamento è soltanto un evolvere naturale del vivere. Esso, pertanto, non deve essere visto come un problema, o non più di quanto lo siano le varie patologie umane: malattie, disfunzioni, malformazioni, deviazioni e altro.

Non è la fragilità dell'anziano a far di lui un problema sociale bensì è il tessuto sociale, debole ed incapace, che lo fa diventare problema, e cerca soluzioni escludendolo e/o allontanandolo da se. Ecco così i posti letto in casa per anziani, o il sorgere di abitazioni o, addirittura, complessi abitativi adatti alle loro esigenze. Ma gabbie dorate o ghetti consentono un continuo di vita sociale e un “vivere bene”?
…........................................

Ieri sono stata a Bellinzona, centro ATTE, per un incontro che trattava il tema:
Un nuovo incontro sarà tenuto a Lugano il 2 maggio: se potete, giovani o vecchi, andateci
Invecchiare: fatalità o progetto?
http://www.generazioni-sinergie.ch/

Ed ora scappo per i preparati di...volo
Buonagiornata a tutti

Partecipa anche tu alla discussione, leggi tutti i commenti e interagisci con gli altri blogger.
&
Ultime
N° lista news:   10 |  25 |  50


Copyright © 1997-2014 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati - IMPRESSUM - SEGNALACI
Last Cache Update: 23.10.2014 23:59:11
Tutte le notizie in Ticino del 23/10/2014 - 37 Notizie