Oggi in Finanza
News
Postfinance
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 

SVIZZERA

25/04/2012 - 11:54

UBS finanzia i partiti svizzeri, ma solo quelli favorevoli alla concorrenza

UBS verserà a partire da quest'anno complessivamente un milione di franchi ai partiti politici svizzeri "che si impegnano chiaramente a favore della concorrenza e dell'economia di mercato"

Keystone (archivio)




BERNA - UBS verserà a partire da quest'anno complessivamente un milione di franchi ai partiti politici svizzeri "che si impegnano chiaramente a favore della concorrenza e dell'economia di mercato". Per ottenere il denaro - scrive oggi la grande banca in una nota - i partiti in questione dovranno essere rappresentati alle Camere federali in modo sufficiente per costituire un gruppo parlamentare o essere presenti in almeno un esecutivo cantonale.

Interpellata dall'ats, UBS non ha voluto precisare i nomi dei partiti che conta di finanziare e di quelli che esclude. Il Partito socialista, che nel suo programma rivendica il superamento del capitalismo, non dovrebbe soddisfare i criteri della banca. Dovesse ugualmente presentare richiesta, questa sarebbe comunque esaminata, ha dichiarato il portavoce Samuel Brandner.

UBS giustifica la sua decisione spiegando che il sostegno al sistema elvetico di milizia politica "fa parte della sua responsabilità sociale in Svizzera". I soldi versati dovranno permettere ai partiti di "coprire i loro costi", si legge nella nota. Gli interessati possono presentare richiesta a partire da oggi. L'ammontare dal finanziamento per partito dipenderà dal numero di seggi in parlamento.

ATS

Regole del blog. Leggere attentamente prima di commentare

ULTIMO COMMENTO
pulp - 27 Aprile 2012 alle 13:23
Non sono un consigliere federale e quindi non posso risponderti in modo oggettivo, però ritengo che la confederazione (pubblico) sia pronta a difendere anche altri settori (oltre alle banche) in quanto questi generano un certo tipo di indotto, posti di lavoro ecc. ecc.

Oggi siamo qui a farci le paturnie per un prestito che la confederazione ha fatto ad UBS (grosso prestito... certo, ma che piano piano stà rientrando e che magari fra qualche tempo si rivelerà essere stato un affarone proprio per la confederazione e quindi per tutti noi) ma non ci chiediamo quanti miliardi sono finiti in sovvenzioni ad altri settori (e di questi soldi non ne rientra nemmeno un centesimo). Pensiamo ai sussidi a tutto il settore dell'agricoltura - le quote latte - gli incentivi per il risparmio energetico ecc. ecc. - questi soldi sono si o no stati versati dalla confederazione per il bene pubblico ed oltretutto a fondo perso? E allora, perchè mai bisognerebbe demonizzare un contributo dello stato per il bene pubblico ad una banca come é stato il caso di UBS? Oppure ritieni che il fallimento di UBS avrebbe giovato alla Svizzera, alla sua immagine a tutti i contribuenti che avevano i conti e hanno ancora i conti in UBS, a tutti quei ca. 35'000 contribuenti che ci lavorano e agli altri 5'000 - 10'000 che ci campano di riflesso (marketing, servizi IT, pubblicità, edilizia ecc. ecc.).?

Partecipa anche tu alla discussione, leggi tutti i commenti e interagisci con gli altri blogger.
&
Ultime
N° lista news:   10 |  25 |  50


Copyright © 1997-2014 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati - IMPRESSUM - SEGNALACI
Last Cache Update: 23.04.2014 21:46:11
Tutte le notizie in Finanza del 23/04/2014 - 21 Notizie