Oggi in Sport
News
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 

SERIE A

15/08/2017 - 18:01

«Allegri ha fatto le sue scelte, io le mie. Al Milan affamato più che mai...»

Bonucci si è espresso in merito al tanto discusso trasferimento da Torino a Milano

Keystone
0
0

MILANO (Italia) - «Il mio trasferimento è paragonabile a quello di Pirlo alla Juventus». È una delle tante verità di Leonardo Bonucci che si è confessato a "La Gazzetta dello Sport" spiegando tutti i retroscena del colpo di mercato del Milan: «La trattativa è stata rapidissima. Gli amori nascono subito o non nascono mai. Ho scelto il Milan perché ha il progetto più ambizioso. Vivo di sfide e il Milan è una nuova sfida, una nuova pagina della mia carriera».

Un ex Juve al Milan, il rischio di una contestazione dei tifosi era da mettere in conto, e invece... «Mi ha piacevolmente sorpreso l'accoglienza dei tifosi: credevo di avvertire maggiore scetticismo. Non mi aspettavo di ricevere la fascia di capitano: è stata una scelta condivisa da club, squadra e allenatore. L'importante è fare gruppo, essere uniti: non è importante il capitano ma la squadra, se il Milan tornerà a vincere non vincerà soltanto il capitano ma vinceranno Donnarumma, Cutrone, Montolivo...tutti. Per il bene della società si deve essere squadra. Non è Bonucci che decide...».

In dote il difensore porta una mentalità vincente acquisita alla Juve: «Arrivi a certi traguardi quando crei una mentalità. Siamo stati fortunati ad avere nel momento peggiore un allenatore come Conte. La società è stata pronta a investire e a crescere, e lo sto avvertendo al Milan con la proprietà disposta a costruire qualcosa di importante. Ora starà a noi creare la giusta mentalità: dobbiamo avere voglia di vincere, di aiutarci l'uno con l'altro, di rendere partecipe ogni singolo membro di questa società dei nostri obiettivi».

Il capitolo Allegri è un tema a parte: «La Juventus è il passato. Ringrazio la Juve per quanto mi ha dato, abbiamo vinto e siamo cresciuti insieme però quando fai delle scelte ti assumi le responsabilità. Nel corso dell'anno Allegri e la Juve hanno compiuto scelte ben precise in alcune situazioni, io ho fatto le mie in seguito alle loro decisioni. Abbiamo condotto in porto una stagione e mi è dispiaciuto viverla con quel finale perché non ci siamo goduti lo scudetto e la Coppa Italia. Ma è il passato. Da parte mia c'è la voglia di continuare a migliorarmi: al Milan sono più affamato che mai».

Regole del blog. Leggere attentamente prima di commentare

0 commenti da TIO
Non è ancora stato inserito nessun commento.

Loggati a Tiolounge per poter essere il primo a commentare questo articolo.

Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 08:17:06 | 91.208.130.56
Tutte le notizie in Sport del 22/10/2017 - 1 Notizie