Foto Ti Press
LUGANO
09.10.2014 - 17:090
Aggiornamento : 25.11.2014 - 06:47

Un anno orribile per la Lugano Airport, ma il peggio è passato

Nel 2015 i conti potrebbero tornare positivi

LUGANO - Il fallimento del progetto Minoan Air con le due rotte aperte e poi chiuse su Roma e Vienna, la crisi della Darwin hanno determinato il segno negativo nei conti della Lugano-Airport che registra nel 2013 una perdita di esercizio è stata di 2,28 milioni di franchi.

Angelo Jelmini nel corso della conferenza stampa odierna del Municipio di Lugano ha parlato di "Annus horribilis" per l'aeroporto di Lugano ma ha dato anche nuove speranze già a partire dai conti del 2014 e soprattutto per il 2015. "Eravamo in mare aperto e a rischio di naufragio", ha detto e ha spiegato che le decisioni venivano prese di mese in mese con il peso della minaccia di chiudere le erogazioni di prestazioni alla Darwin.

 

La ripresa tuttavia è in atto con l'arrivo di Etihad e le ultime notizie giunte da Swiss che prevede l'introduzione di 16 collegamenti settimanali ra Lugano-Agno e Ginevra.

 

Tra i progetti futuri la realizzazione di nuovi hangar, mentre sulla ricapitalizzazione della socità, Jelimini ha specificato che non c'è al momento la necessità di attivarla.

 

 

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-18 07:15:06 | 91.208.130.85