LOCARNO
06.10.2014 - 13:120
Aggiornamento : 19.11.2014 - 17:52

La Lega contraria al Parco del Piano di Magadino

MAGADINO - La Lega del Locarnese è contraria alla realizzazione del Parco del Piano di Magadino, in assenza del collegamento A2-A13. La contrarietà è dovuta al fatto che, in questo momento, non ci sono le premesse." È prematuro. Farlo adesso, sarebbe un clamoroso autogol . È infatti noto a tutti che la situazione viaria sul Piano di Magadino è catastrofica. Approvare in questo contesto il Parco non farebbe che acuire i conflitti tra le esigenze di mobilità di un’intera Regione e le esigenze di protezione e di riordino della più grande zona pianeggiante del Ticino. CUno degli intendimenti principali è l’esclusione del traffico motorizzato dal perimetro del futuro Parco. Attualmente questo perimetro è un importante sfogo viario per il Locarnese. "Come si può pensare - spiega la Lega - di spostare questo traffico sulla Tenero- Sementina e sulla Magadino/Quartino- Camorino che, già ora, sono al limite della sopportazione? Sarebbe il caos totale!"

La Lega sottolinea che le due opere (Parco del Piano e collegamento A2-A13) sono strettamente legate tra loro, sono complementari. La LEGA del Locarnese ritiene che una momentanea sospensione della realizzazione del Parco del Piano di Magadino permetterebbe alle nostre autorità politiche di rivendicare con maggiore forza l’inserimento immediato del collegamento A2-A13 nella rete delle strade nazionali. Questo sarebbe il passo fondamentale per poter tornare a progettare nel dettaglio questa indispensabile variante di collegamento veloce, pianificandone i tempi della messa in funzione

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-17 09:51:18 | 91.208.130.85