Ti Press
Martina Malacrida Nembrini, Presidente PS Bellinzona
CANTONE
09.05.2020 - 09:270

Il PS difende il personale sanitario e attacca l'MPS

Il Partito socialista di Bellinzona prende posizione dopo la denuncia penale dell'MPS.

Per i socialisti della capitale si è trattato «di un'azione opportunistica da parte di politici che non hanno un’idea di cosa significa affrontare un pericolo di contagio in una struttura chiusa»

BELLINZONA - Gli applausi a volte non bastano. Di fronte agli attacchi politici e penali dell’MPS verso il personale socio-sanitario ticinese, il Partito socialista di Bellinzona ha voluto prendere posizione e «stringersi virtualmente attorno ai coraggiosi professionisti che nemmeno per un attimo hanno esitato nello svolgere il proprio lavoro». E, quale segno concreto di solidarietà, chiede alle istituzioni politiche e giudiziarie di proteggere con vigore «chi con abnegazione è rimasto giorno e notte in prima fila a fare il proprio lavoro: prendersi cura del prossimo».

Per il Partito socialista, se da una parte è «doveroso» chiedere chiarezza per quanto è successo, nel contempo occorre però sottolineare che mentre il resto del mondo si proteggeva isolandosi nelle proprie case, il personale socio-sanitario (ospedali, case per anziani, istituti e foyer per persone con disabilità, servizi di cura e sostegno a domicilio) ha dovuto affrontare una situazione estremamente difficile, nella consapevolezza di non essere esente dal rischio di ammalarsi, nonostante le misure di protezione che man mano si sono messe in campo.

Ora, dopo la denuncia dell'MPS, questi professionisti rischiano di essere chiamati da un Magistrato a testimoniare sull’operato del proprio team con l’ombra di un’accusa di reati molto gravi come lesioni colpose o addirittura omicidio colposo. «Tutto questo - per il PS di Bellinzona - per l’agire prettamente opportunistico di politici che nemmeno hanno un’idea di cosa significa affrontare concretamente un pericolo di contagio in una struttura chiusa, dove molte persone estremamente fragili vivono fianco a fianco in pochi metri quadrati». In altre parole: «Facile sentenziare da dietro le proprie scrivanie della segreteria di partito».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-30 00:03:52 | 91.208.130.85