TiPress - foto d'archivio
LUGANO
07.04.2020 - 11:180

Il PPD pensa ai collaboratori su chiamata

Interrogazione al Municipio su una categoria toccata dalla crisi coronavirus ma meno salvaguardata

LUGANO - Essendo tutte le attività culturali, sportive, ecc. al momento bloccate, la maggior parte dei collaboratori che lavorano su chiamata per il Comune di Lugano non viene più impiegata con conseguenti ripercussioni finanziarie non indifferenti soprattutto per quel che concerne i redditi più deboli. Con un’interrogazione il gruppo PPD chiede pertanto al Municipio se abbia valutato degli interventi specifici a sostegno di questa categoria.

L’interrogazione - firmata da Lorenzo Beretta Piccoli, Anna Beltraminelli, Benedetta Bianchetti, Federica Colombo, Michele Malfanti, Angelo Petralli, Michel Tricarico - punta inoltre a capire quanti sono i collaboratori su chiamata di cui si avvale la Città, quanti sono stati toccati dall’emergenza Covid-19 e se alcuni siano stati impiegati per far fronte a questa situazione.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-15 01:26:32 | 91.208.130.87