TiPress - foto d'archivio
CANTONE
29.03.2020 - 18:560

«Al personale domestico chi ci pensa?»

L’MPS denuncia la mancanza di lavoro ridotto per chi si occupa di pulire la casa alle coppie anziane

BELLINZONA - Puliscono, lavano, stirano e cucinano. Spesso proprio per le persone anziane, quelle più vulnerabili in questo momento. Ma a loro, chi ci pensa? È quanto chiede l’MPS. «Molte non possono lavorare per rispetto delle misure sanitarie imposte dal cantone e le restrizioni».

I sindacati - riferisce il Movimento - hanno verificato presso la Divisione del lavoro la possibilità di sottoporre questa categoria di lavoratrici al regime del lavoro ridotto. Ma la risposta è che non viene riconosciuto il diritto alle indennità per lavoro ridotto per le collaboratrici domestiche, le badanti, le baby-sitter impiegate in economie domestiche private. «L’indennità per lavoro ridotto è prevista per i datori di lavoro che offrono beni e servizi; le economie domestiche private, benché datori di lavoro, impiegano il personale domestico non per bisogni di natura economica, bensì personali e non commerciali».

Una situazione che l’MPS denuncia: «Riflettete se pensate che “siamo tutti sulla stessa barca”».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-31 01:23:22 | 91.208.130.89