tipress
CANTONE
23.03.2020 - 15:340
Aggiornamento : 17:30

L'Mps e Pc: «Sostegno al governo»

Il Movimento per il socialismo contrario ai "diktat" di Berna, fa appello al Consiglio di Stato: «Resistete»

BELLINZONA - Nel litigio a distanza tra Berna e Bellinzona sulle misure anti-contagio si inserisce la voce, piccola ma decisa, del Movimento per il socialismo. In un comunicato odierno il partito dichiara il suo sostegno al Consiglio di Stato. E punta il dito contro il governo federale «allineato ai diktat padronali». 

Secondo l'Mps la condanna dei provvedimenti ticinesi da parte del Consiglio federale «rischia di avere conseguenze sulla tenuta delle misure prese in Ticino». Il partito fa dunque appello al governo ticinese, affinché «resista a queste pressioni». Non solo: «Farebbe ancora meglio ad approfondire e a precisare ulteriormente le misure prese in modo che siano ancor di più efficaci. In questa direzione sicuramente avrà il sostegno della stragrande maggioranza delle cittadine e dei cittadini di questo Cantone» conclude la nota.

Anche dal Partito comunista arriva una presa di posizione a favore del Consiglio di Stato. «È inaudito: contro ogni forma di solidarietà confederale si incita l’economia privata a ribellarsi» si legge nel comunicato. Il Pc invita il governo a «continuare a mettere in campo le misure necessarie per tutelare la salute della popolazione così come richiesto dai sindacati». 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-12 06:32:55 | 91.208.130.89