Tipress (archivio)
CANTONE
28.01.2020 - 10:310
Aggiornamento : 11:41

Votazione sull'aeroporto di Agno: «Cronaca di un pasticcio annunciato?»

L'MPS torna alla carica per spostare la data della chiamata alle urne per il finanziamento dello scalo luganese dal 26 aprile al 17 maggio

BELLINZONA - Dopo il rifiuto (tacito) del Governo ticinese di spostare la data della votazione sul finanziamento dell'aeroporto di Agno dal 26 aprile al 17 maggio, l'MPS torna alla carica con una nuova interpellanza firmata da Pronzini, Arigoni e Lepori. «Evidentemente Il Consiglio di Stato non solo non ha ritenuto di dover accogliere questa ragionevole proposta, ma non si è degnato di rispondere alla nostra comunicazione», sottolinea il Movimento in una nota odierna, rammaricandosi dell'atteggiamento «arrogante» tenuto dal governo cantonale.

L'MPS precisa che nello scritto del 19 gennaio aveva solamente messo l'accento su aspetti relativi alla necessità di una «procedura il più possibile democratica». «Volevamo solo garantire un tempo sufficiente alla formazione di un’opinione tra gli elettori e le elettrici». Pronzini, Arigoni e Lepori ricordano poi che tra il 26 aprile e il 17 maggio vi saranno in Ticino due consultazioni popolari. «Oltre a questo in alcuni comuni il 3 maggio si terrà la votazione per l'elezione del sindaco». Tre appuntamenti alle urne in meno di un mese che, secondo l'MPS, sono troppi e potrebbero creare dubbi e confusione tra gli elettori.

Il Movimento, per questi motivi, e ricordando «i diversi pasticci» vissuti «sotto la regia dell'attuale Cancelliere Arnoldo Coduri», espone sei domande. In primo luogo i tre deputati dell'MPS chiedono come mai il Consiglio di Stato non abbia voluto combinare la votazione cantonale sull'finanziamento dell'aeroporto con quella federale del 17 maggio. L'MPS, poi, si domanda se il Governo abbia discusso e valutato la proposta inviata lo scorso 19 gennaio e per quale ragione non abbia ritenuto necessario prendere posizione. L'MPS chiede inoltre quanto costerà rispettivamente alle finanze cantonali, a quelle di tutti i comuni ticinesi e nello specifico a quelle di Lugano, Bellinzona, Chiasso, Locarno e Mendrisio la votazione del 26 aprile.

Commenti
 
fromrussiawith<3 3 sett fa su tio
In termini di competitività economica il Ticino figura al quinto posto, dietro Zurigo, Basilea, Ginevra, Zugo; tutti questi cantoni hanno un aeroporto entro al massimo ( per Zugo) una mezz’ora d’auto e 40 minuti di trasporti pubblici. Se il Ticino grazie alla sinistra “demagoga”, che troppo spesso fa leva sull’ingenuità del Ticinese medio, perdesse l’aeroporto, chi vive in Ticino o fa business in Ticino si ritroverebbe (da Bellinzona) ad 1:20 con l’auto e a c.a. 2 ore con mezzi pubblici dal più vicino aeroporto. Questo rischia di penalizzare il Ticino se cerca di aprirsi ad investitori stranieri che vogliono fare della nostra regione una piattaforma per la produzione di prodotti e servizi di qualità, per la vendita Europea. Il tempo è danaro e qualità di vita. Il problema se si mantiene l’aeroporto, non è solo il management inefficiente e magari non sufficientemente trasparente, ma la cultura Ticinese, che troppo spesso spinge l’individuo a barattare l’orgoglio regionale e individuale con quei “50-100.- in meno a malpensa” pur facendosi un paio d’ore in più ev. stress; un po’ come quei Ticinesi benestanti che passano il weekend a far spesa oltre confine
Gus 3 sett fa su tio
Certo, si voti e si voti contro il credito
roma 3 sett fa su tio
....si voti, decida il Sovrano e non se ne parli più.
sedelin 3 sett fa su tio
il consiglio di stato fa i suoi INTERESSI. dal momento che intende finanziare l’aeroporto a suon di milioni NOSTRI preferisce mantenere la sua posizione scellerata :-(.
Mattiatr 3 sett fa su tio
@sedelin Pure con le officine ha fatto così. In ogni caso tutti questi milioni quando c'è da fare una strada nuova dove sono?
Bayron 3 sett fa su tio
Che palle!!! Votiamo e basta.. non siamo stupidi!!!!!!!!
albertolupo 3 sett fa su tio
@Bayron Concordo. Mi sembra che se ne sia parlato abbastanza. Se uno non ha ancora un'opinione, dove ha vissuto negli ultimi anni, mesi, settimane?
ugobos 3 sett fa su tio
@Bayron esatto. troppi politici ci prendono per cretini. nel privato quella gente sarebbe a pulir cessi
Mattiatr 3 sett fa su tio
@ugobos Vogliono evitare che la città di Lugano boicotti la sinistra alle comunali per averli mollati nel tema. Io personalmente noto una nota molto presente di ipocrisia, visto che si considerano il partito dei lavoratori, e che per le officine erano totalmente dall'altro fronte.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-25 01:51:42 | 91.208.130.86