Tipress (archivio)
CANTONE
22.01.2020 - 08:350

Obbligo formativo fino ai 18 anni: «Giusto, ma senza escamotage»

Un'interrogazione di Massimiliano Ay e Lea Ferrari chiede al Governo di fare chiarezza sulle attività "informali" che verrebbero riconosciute dal futuro regolamento

BELLINZONA - L’introduzione dell’obbligo formativo fino ai 18 anni - previsto nel progetto di modifica della Legge della scuola (messaggio 7782) - ha tra i propri sostenitori anche il Partito Comunista, che tra gli apprezzamenti non manca però di segnalare l’esistenza di «zone d’ombra che meritano un approfondimento».

In un’interrogazione, i deputati Massimiliano Ay e Lea Ferrari chiedono in particolare al Consiglio di Stato quali «sono o potrebbero essere» secondo il DECS le «attività formative “informali”» che verrebbero riconosciute dal futuro regolamento per i giovani che terminano la scuola dell’obbligo, indicando pure se sussista o meno il rischio che queste attività «si trasformino in un escamotage per spingere i giovani verso corsi o servizi privati», che invece di risolvere il problema finirebbero per posticiparlo fino alla soglia dei 18 anni.

Inoltre, i due deputati comunisti chiedono al Governo di esprimersi sull’ipotesi avanzata dal Sindacato Indipendente degli Studenti e Apprendisti (SISA) di istituire un obbligo formativo basato sull’ottenimento di un diploma d’apprendistato o di maturità.

Le domande dell'interrogazione

  1. Quali sono o quali potrebbero essere, a mente del DECS, le altre attività formative “informali” oltre alle scuole post-obbligatorie che verrebbero riconosciute nell’ambito dell’obbligo formativo fino ai 18 anni?
  2. Sussiste il rischio che queste attività formative si trasformino in un escamotage per spingere i giovani verso corsi o servizi privati (coaching) che più che risolvere il problema semplicemente lo posticipano fino al compimento della maggiore età?
  3. Il Sindacato Indipendente degli Studenti e Apprendisti (SISA) ha proposto di istituire un obbligo formativo basato non sul raggiungimento della maggiore età ma sull’ottenimento di un diploma di grado secondario superiore (diploma d’apprendistato o maturità). Qual è la posizione del DECS in merito?
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-15 13:04:55 | 91.208.130.89