Ti Press
CANTONE
16.01.2020 - 11:100
Aggiornamento : 11:52

«Spendere meno e spendere meglio»

L'UDC ha presentato un'iniziativa parlamentare elaborata che chiede che tutte le nuove spese vengano compensate da una riduzione di un'altra spesa o da una nuova entrata

MONTEGGIO - Il Governo ha pubblicato ieri il suo programma per la Legislatura corrente tre mesi dopo aver stabilito il piano finanziario: «Peccato che le due cose non si siano potute dibattere unite in Gran Consiglio lo scorso dicembre», si rammarica l'UDC, che proprio sul tema delle finanze cantonali ha deciso di presentare un'iniziativa parlamentare elaborata.

Per il «grave problema» del risanamento delle finanze, i democentristi si aspettavano infatti di trovare nelle 78 pagine del programma governativo del quadriennio alcune intenzioni, «se non per spendere meno, almeno per spendere meglio». «Ma la questione del risanamento finanziario è stata liquidata in 17 righe, facendo semplicemente riferimento al “moltiplicatore cantonale automatico di imposte”».

Con un’iniziativa parlamentare elaborata l’UDC chiede al Governo d'intervenire «drasticamente» con l’introduzione di un principio «semplice e inequivocabile», per fare in modo che si spenda «meno e meglio». Il principio è il seguente: per ogni nuova spesa di gestione corrente (esclusi gli investimenti e le spese correnti obbligatorie discendenti direttamente da leggi federali) il Governo presenta una misura di compensazione pari all’ammontare della nuova spesa. La compensazione può avvenire tramite riduzione di altre spese o proponendo la copertura con un’entrata. La nuova spesa può essere assunta solo se il Gran Consiglio approva contemporaneamente e congiuntamente sia la nuova spesa che la sua compensazione.

Nelle prossime settimane l’UDC Ticino organizzerà una conferenza stampa nella quale sarà illustrata ampiamente la situazione finanziaria del Cantone e le misure per correggerla.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Foxdilollo78 9 mesi fa su tio
«Peccato che le due cose non si siano potute dibattere unite in Gran Consiglio lo scorso dicembre» dice... ma è possibile che la rete non si parli mai tra di loro?? Sono politici ma non parlano, si ritrovano a fare pranzo, cene, riunioni, si ritrovano in parlamento e non parlano dei propri progetti? Una semplice lettera circolare non la si invia più?? Telefono e email non vanno più?? I social vengono usati solo per le barzellette?? O tutto viene fatto in sordina per non aver scocciatori? Parlare non fa più parte del mansionario del politico? Coinvolgere le parti è diventato obsoleto? Se invece tutto questo è stato fatto, allora, arrivare in ritardo e piangere è proprio diventato lo sport cantonale (non solo politico). Io la mattina prima di andare al lavoro, mi sveglio!!
4cerchi 9 mesi fa su tio
Il circo. Primo mese di disoccupazione indennità 70%di 11 giorni(10giorni non te li pagano. Spendi niente, scatole di tonno e nemmeno la carta da wc(eventuell da rubare). Nessun politico si impegna in queste cose. Il circo
roma 9 mesi fa su tio
@4cerchi hai perfettamente ragione.
GI 9 mesi fa su tio
ma il proverbio non recita "chi più spende, meno spende" ??
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-24 02:38:08 | 91.208.130.87