Tipress (archivio)
Il PC, oltre alla rinuncia dell'aumento dei prezzi, ha ricendicato anche la moratoria contro la chiusura degli uffici postali.
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
1 ora
Le minime al suolo hanno già raggiunto lo zero
Non solo freddo, per i prossimi giorni sono attese di nuovo piogge, anche intense.
FOTO
LUGANO
2 ore
«Abbiamo raccolto persino una tv e una poltrona»
La seconda edizione della "Giornata ecologica" si è rivelata un successo.
LUGANO
2 ore
Società immobiliare sotto inchiesta
Arrestati un dirigente e l'amministratore. Si parla di un buco di diversi milioni di franchi
LUGANO
2 ore
L'esperienza del Cortile ricomincia dal Foce
Dopo l'abbandono della sede di Viganello, il progetto artistico di Emanuele Santoro trova l'ospitalità della Città
CANTONE
3 ore
Il Ticino ha novanta nuovi pompieri
È terminato ieri il corso di formazione a cui hanno partecipato tre donne e ottantasette uomini
LUGANO
4 ore
Si testa il volo Agno-Ginevra
Spiraglio di luce per l'aeroporto ticinese. In pista, un jet da 18 posti.
BREGAGLIA (GR)
4 ore
Bregaglia scossa da un botto: ignoti fanno saltare il bancomat
L'episodio si è verificato nelle prime ore di oggi a Vicosoprano. Durante la stessa notte è anche stata rubata un'auto
MASSAGNO
4 ore
Visita dell’Ambasciatore di Ungheria
Il rapporto di amicizia con il villaggio di Ghipes iniziò 30 anni fa
CANTONE
5 ore
Pericolo Listeria: Migros richiama l'insalata di pasta integrale
Si consiglia ai clienti di non consumare: non sono da escludere rischi per la salute
FOTO E VIDEO
GORDOLA
5 ore
Camion in fiamme, arrivano i pompieri
Il mezzo pesante è stato portato via con un carro attrezzi.
PRATO LEVENTINA
6 ore
Breve pausa per la teleferica del Tremorgio
L'impianto rimarrà fermo per manutenzione domani mattina. Le corse riprenderanno regolarmente nel pomeriggio.
FOTO E VIDEO
SOLDUNO
7 ore
Lo schianto all'incrocio, grave un centauro
L'impatto con un'auto si è verificato in via Vallemaggia.
CANTONE
7 ore
Mercato del lavoro: «È ora che il Ticino abbia uno statuto speciale»
Gli ecologisti sollecitano il Gran Consiglio a evadere l'iniziativa cantonale.
CANTONE
7 ore
«Firma all'accordo sui frontalieri forse entro fine anno»
Norman Gobbi e Mario Cavigelli a colloquio con Ignazio Cassis: lingua italiana, federalismo e relazioni transfrontaliere
ARBEDO-CASTIONE
7 ore
Riapertura con il botto alla Coop di Castione
Dopo i lavori di rifacimento, il negozio apre ufficialmente le sue porte con un grande concorso.
CANTONE
9 ore
Sostegno a più di 130 imprese culturali
È scaduto il 20 settembre il termine delle richieste d'aiuto per uno dei settori più pesantemente toccato dalla pandemia
CANTONE
10 ore
50 nuovi ingegneri SUPSI
Assegnato a Ivan Gasparini il premio Argor-Heraeus per il miglior lavoro di tesi sul tema della sostenibilità ambientale
BELLINZONA
11 ore
Olio ovunque: "colpa" del camioncino del Comune
Doveva pulire la strada. Ma è finito a fare il contrario. Vie della capitale imbrattate.
CANTONE
11 ore
Tre nuove infezioni e un nuovo dimesso nel weekend
Dall'inizio dell'emergenza, i casi positivi registrati nel nostro cantone salgono a 3'637. I decessi restano 350
CANTONE
12 ore
«Dopo il Covid, spirito di sacrificio e professionalità non bastano più »
Le richieste degli operatori sociosanitari attraverso il Sindacato VPOD, dal 26 al 31 ottobre ci sarà una mobilitazione
CANTONE / SVIZZERA
14.12.2019 - 08:400
Aggiornamento : 14:31

«Siano onesti e dicano qual è la loro vera missione»

Il Partito comunista critica l’aumento delle commissioni allo sportello deciso da PostFinance e rivendica nuovamente il ripristino della vecchia regia federale

BELLINZONA - «La Posta criminalizza i cittadini che vogliono usufruire degli sportelli». A pronunciare la dura critica nei confronti dell’ex regia federale è il Partito comunista, che ha espresso in una presa di posizione forte dissenso per la decisione di PostFinance di aumentare da metà del 2020 le commissioni per i pagamenti effettuati allo sportello.

«Quante volte abbiamo sentito dire dalla Posta che se non si paga con il cedolino allo sportello, gli uffici postali sono poco redditizi e dunque chiuderanno? Ora però la stessa azienda impone una tassa in più proprio a coloro che usufruiscono degli sportelli, così da disincentivare i cittadini a recarsi di persona presso l'ufficio postale e quindi di fatto giustificarne lo smantellamento», proseguono i comunisti chiedendo ai vertici della Posta di essere «almeno onesti» nell’ammettere che la loro missione è quella di «distruggere la capillarità del servizio postale per meri margini di profitto».

«La Posta non deve fare utili, deve servire i cittadini. Questa è la definizione di servizio pubblico», conclude il PC, che rivendica la rinuncia all’aumento dei costi, così come la moratoria contro la chiusura degli uffici postali e il ripristino della vecchia regia federale.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Marta 9 mesi fa su tio
....Posta sanguisuga!
Evry 9 mesi fa su tio
L'organizzazione della nostra Posta-PostFinance e diretta da incompetenti burocratici !!!!
Maxy70 9 mesi fa su tio
Non esiste più il Servizio pubblico come lo conoscevamo da bambini, sono diventate delle aziende. Perché allora non abolire i monopoli e aprire alla concorrenza?
Giardiniere78 9 mesi fa su tio
Se loro riescono a fare soldi aumentando una tassa ( perché non coprono solo i costi), penso che anch'io lavorando ho qualche chance di guadagnare ed é quello che voglio fare. Tanto si vive una volta sola e quindi é meglio sfruttarla piuttosto che mangiar rabbia perché gli altri ne hanno di più. Difficile lasciare un mondo migliore e perfetto ai propri figli. Meglio insegnare loro che bisogna darsi da fare ed essere scaltri
Libero pensatore 9 mesi fa su tio
Io trovo che sia giusto pagare per avere dei servizi. Le alternative esistono, chi non le vuole utilizzare e genera dei costi è giusto che lo copra. Non capisco, e non capirò mai, le persone che pretendono di utilizzare servizi in forma gratuita. Non sta né in cielo né in terra. La posta è stata privatizzata, quindi è normale che si muova come un’impresa privata. Magari quando si tratterà di decidere in merito ad altre privatizzazioni sarebbe il caso di pensarci. Tutti a dire: “sta volta sono d’accordo coi comunisti... “ Beh, loro certamente non erano d’accordo con la privatizzazione delle regie federali, mente molti di quelli che ora piangono saranno stati a favore. Questi sono i risultati.
miba 9 mesi fa su tio
@Libero pensatore Guarda che c'è una differenza abissale tra i costi dei servizi e le ruberie legalizzate oltre ad interessi di varia natura inequivocabilmente sempre a favore della posta....
roma 9 mesi fa su tio
@Libero pensatore ..parlo per me naturalmente: ero contrario alle privatizzazioni e lo sono ancor di più oggi. Nel caso specifico do' ragione ai comunisti.
sedelin 9 mesi fa su tio
@Libero pensatore la privatizzazione secondo me é sempre stata una scelta sbagliata. ora ne raccogliamo i frutti (vedi anche CM, ffs).
anndo76 9 mesi fa su tio
@miba in questo caso concordo pienamente con te
Libero pensatore 9 mesi fa su tio
@miba Non entro nel merito perché non conosco i fatto a cui fai riferimento. Dico solo che se si utilizza un servizio è giusto pagarlo. Se le persone pagheranno quelle tariffe significa che il prezzo è adeguato. Immagino che le tariffe aumentino perché essendoci meno utenza i costi fissi per essere coperti necessitano dell’aumento tariffario. È chiaro che diverse persone cambieranno abitudini. I pagamenti si possono fare anche in banca, se poi uno ha la fissa di avere il cedolino timbrato alla fine sono problemi suoi e giustamente paga.
sedelin 9 mesi fa su tio
@Libero pensatore no, non sono problemi suoi: ognuno é libero di pagare come meglio crede e la posta , in precedenza, ha sempre consentito a TUTTI equità di trattamento. ora chi paga in contanti é penalizzato e questo lede la libertà di scelta. in pratica se non vuoi pagare le commissioni che arricchiscono i dirigenti sei OBBLIGATO a utilizzare il computer. gli anziani e coloro che faticano a utilizzare i mezzi elettronici (o non li hanno) sono puniti dalla posta.
Libero pensatore 9 mesi fa su tio
@sedelin Sarei d’accordo con te se la posta fosse un’impresa pubblica. Visto che non lo è, il tuo discorso non regge. Per inciso, io ero e sono tuttora contrario alle privatizzazioni, proprio perché generano queste conseguenze.
Tato50 9 mesi fa su tio
Quoto le osservazioni del PC ma è anche la tecnologia che uso in questo momento che ha portato alla chiusura di tanti "sportelli". Che questo venga poi fatto pagare a chi usa ancora i "vecchi metodi" è un furto legalizzato. Io in Posta ci andavo prima di utilizzare altri metodi di pagamento e c'era la coda ( andavo in quella di Arbedo che hanno chiuso dando mandato alla Coop ). Ora al limite mi reco per spedire un pacco non avendo altre alternative ;-(
Arciere 9 mesi fa su tio
Per una volta condivido. La Posta dovrebbe anche cessare di proporre biglietti della lotteria, vignetta autostradale, articoli di cartoleria, libri, cioccolata ecc. Non ci rechiamo alla Posta per questo, ognuno si attenga alla propria missione.
volabas 9 mesi fa su tio
Trovo giusto questo aumento, altrimenti come fanno a incrementare il loro bottino tutti i poveri manager ( parola grossa, direi piu' l.....i) che magari fanno fatica a tirare la fine del mese e a natale non possono forse fare i regali alla famiglia; su dai un po' di comprensione!
Alex Corti 9 mesi fa su fb
Lo scopo della posta deve essere quello d' offrire un servizio pubblico e non lucrare sulla pelle dei cittadini.Per questa volta mi trovo d'accordo con il partito comunista
Fabio Poncioni 9 mesi fa su fb
Certo che il PC dovrebbe sapere che l’utile viene ridistribuito soprattutto nelle casse della confederazione perché è azionista di maggioranza. Il risultato d’esercizio che le ex=regie federali devono ottenere è deciso dal governo. Poi la confederazione fa utili e li distribuisce sotto forma di sconti fiscali... ma questa è un altra storia
comp61 9 mesi fa su tio
Risultato della privatizzazione. Sono mica babbi Natale....
trappolone 9 mesi fa su tio
Boicottiamo tutti la Posta Organizzata Svizzera dei Tagli Anormali?? (Posta)????????????
roma 9 mesi fa su tio
...questa volta, ed è raro, devo dar ragione ai comunisti.
Fran 9 mesi fa su tio
Anche gli estratti costano. Prima erano 24 fr./mensili Ora hanno aggiunto altri 5 fr per un doppio estratto! che nessuno ha ne bisogno ne tantomeno chiesto! In più un Tot per i pagamenti easy! La carta saluta. E il borsellino si svuota. Posta addio!
miba 9 mesi fa su tio
Concordo pienamente ma chiedere a questi di essere onesti è un'enorme utopia......
Zarco 9 mesi fa su tio
Non sono comunista, na questa volta assolutamente d’accordo! Gestione posta ridicola
anndo76 9 mesi fa su tio
@Zarco pienamente daccordo !! ...magari devono recuperare le "rapine" subite prendendoli a noi comuni e onesti cittadini ?? :-((
Picet 9 mesi fa su tio
Condivido anch'io in questo caso il PC.
Rosy Sassella Speroni 9 mesi fa su fb
E una vergogna a casa quei miseri manager
Andrea Weber 9 mesi fa su fb
Meno stato, meno stato.. Ed ecco i risultati.
sedelin 9 mesi fa su tio
concordo in toto con il partito comunista!
Giorgio Cerri 9 mesi fa su fb
In questo caso sono pienamente daccordo con il partito comunista
Laura Bernasconi 9 mesi fa su fb
Hanno ragione !!!
Cristina Botta 9 mesi fa su fb
Ma lo sanno tutti qual’è la vera missione
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-28 21:55:57 | 91.208.130.87