Tipress (archivio)
Il PC, oltre alla rinuncia dell'aumento dei prezzi, ha ricendicato anche la moratoria contro la chiusura degli uffici postali.
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
29 min
Due ricorsi contro la legge sugli orari dei negozi
Al Tribunale federale per chiedere l'abrogazione del divieto di vendita serale di alcolici
CANTONE
55 min
Dal medico di famiglia con l’influenza e la paura da coronavirus
L’esperto in malattie infettive rassicura: «Se non siete stati in Cina, non siete a rischio». Per ora tutti i casi sono esportati dal paese asiatico
STABIO
1 ora
Ne aveva acquistato i diritti letterari: ora lo vede sbarcare su Netflix
L’edizione italiana del bestseller del New York Times Unorthodox è stata stampata in Ticino. Merito di Simona Sala, appassionata di ebraismo
CANTONE
7 ore
Progetto di rilancio PLRT: al via con i gruppi di lavoro tematici
Il Comitato cantonale ribadisce anche il sostegno all’Aeroporto di Lugano-Agno
BREGGIA
7 ore
Anziano si ferisce su un sentiero tra Sagno e Vacallo
Lo sventurato è stato portato al pronto soccorso dell'Ospedale della Beata Vergine
GORDOLA
8 ore
Operatore sociale, che fare?
Alberto Togni, del Gruppo Alternativa Gordola, ha inviato un'interpellanza al Municipio di Gordola
CANTONE
10 ore
8000 franchi per un giovane siriano violento. In Ticino?
Massimiliano Robbiani ha inviato un'interrogazione al Consiglio di Stato
CANTONE
11 ore
Per un ticinese su cinque andare in vacanza è un miraggio
Una fotografia delle difficoltà economiche in Ticino partendo dall'indagine sulla povertà e sui redditi pubblicata oggi dall'Ufficio di statistica
VIDEO
MENDRISIO
11 ore
A spasso al Foxtown tra cinesi e psicosi
Come vengono accolti i visitatori cinesi dai negozianti e dagli altri clienti? Con la videocamera nel noto centro commerciale
CANTONE
12 ore
«La rigidità ideologica del sindacato non conosce ragionevolezza»
I giovani Plr si scagliano contro Unia e la decisione di ricorrere contro la nuova legge sugli orari dei negozi
BREGAGLIA (GR)
12 ore
Frana di Bondo, la conferma: nessun responsabile
Respinto il ricorso dei parenti delle vittime. Nessuno può essere accusato di negligenza
CANTONE
13 ore
Concessionaria nel mirino per presunti illeciti
Il gruppo vende veicoli multimarca a Cadenazzo, Grancia e Mendrisio
FOTO E VIDEO
AIROLO
14 ore
È tornata la neve, ma non i disagi
Nelle valli superiori del Ticino sono caduti circa dieci centimetri di coltre bianca. Diramata un'allerta moderata
CAPRIASCA
15 ore
I pompieri di Capriasca festeggiano 80 anni
Per l'occasione sono stati organizzati una serie di eventi, iniziati con una cena di gala
POSCHIAVO (GR)
15 ore
Boom di turisti in Valposchiavo
I pernottamenti sono cresciuti per il quarto anno consecutivo nel 2019: sfondato il muro dei 60'000
LOCARNO
15 ore
Per aiutare i commerci bisogna abbassare i prezzi
Lo chiede una mozione presentata in consiglio comunale da Bruno Bäriswyl e Alberto Akai
CANTONE / SVIZZERA
16 ore
Le startup attirano sempre più capitali
Il nostro Cantone è la quarta regione più dinamica della Svizzera in questo campo. Nella Energy Vault, ad esempio, sono stati investi 107 milioni
CANTONE
16 ore
La Fondazione Agire si rinnova
Luca Bolzani è il nuovo Presidente. Riconfermato Stefano Rizzi alla vicepresidenza. Importanti sfide per l'anno in corso
LUGANO
18 ore
Croce Verde: sempre più interventi, sempre più formazione
Lo scorso anno ha svolto 10’411 missioni, facendo registrare un incremento del 3% rispetto al 2018
LUGANO
20 ore
Walking Lugano, le iscrizioni sono già aperte
L'edizione di quest'anno, che riproporrà sei splendidi percorsi fra lago e Monte Bré, è in programma domenica 3 maggio
CANTONE / SVIZZERA
14.12.2019 - 08:400
Aggiornamento : 14:31

«Siano onesti e dicano qual è la loro vera missione»

Il Partito comunista critica l’aumento delle commissioni allo sportello deciso da PostFinance e rivendica nuovamente il ripristino della vecchia regia federale

BELLINZONA - «La Posta criminalizza i cittadini che vogliono usufruire degli sportelli». A pronunciare la dura critica nei confronti dell’ex regia federale è il Partito comunista, che ha espresso in una presa di posizione forte dissenso per la decisione di PostFinance di aumentare da metà del 2020 le commissioni per i pagamenti effettuati allo sportello.

«Quante volte abbiamo sentito dire dalla Posta che se non si paga con il cedolino allo sportello, gli uffici postali sono poco redditizi e dunque chiuderanno? Ora però la stessa azienda impone una tassa in più proprio a coloro che usufruiscono degli sportelli, così da disincentivare i cittadini a recarsi di persona presso l'ufficio postale e quindi di fatto giustificarne lo smantellamento», proseguono i comunisti chiedendo ai vertici della Posta di essere «almeno onesti» nell’ammettere che la loro missione è quella di «distruggere la capillarità del servizio postale per meri margini di profitto».

«La Posta non deve fare utili, deve servire i cittadini. Questa è la definizione di servizio pubblico», conclude il PC, che rivendica la rinuncia all’aumento dei costi, così come la moratoria contro la chiusura degli uffici postali e il ripristino della vecchia regia federale.

Commenti
 
Marta 1 mese fa su tio
....Posta sanguisuga!
Evry 1 mese fa su tio
L'organizzazione della nostra Posta-PostFinance e diretta da incompetenti burocratici !!!!
Maxy70 1 mese fa su tio
Non esiste più il Servizio pubblico come lo conoscevamo da bambini, sono diventate delle aziende. Perché allora non abolire i monopoli e aprire alla concorrenza?
Giardiniere78 1 mese fa su tio
Se loro riescono a fare soldi aumentando una tassa ( perché non coprono solo i costi), penso che anch'io lavorando ho qualche chance di guadagnare ed é quello che voglio fare. Tanto si vive una volta sola e quindi é meglio sfruttarla piuttosto che mangiar rabbia perché gli altri ne hanno di più. Difficile lasciare un mondo migliore e perfetto ai propri figli. Meglio insegnare loro che bisogna darsi da fare ed essere scaltri
Libero pensatore 1 mese fa su tio
Io trovo che sia giusto pagare per avere dei servizi. Le alternative esistono, chi non le vuole utilizzare e genera dei costi è giusto che lo copra. Non capisco, e non capirò mai, le persone che pretendono di utilizzare servizi in forma gratuita. Non sta né in cielo né in terra. La posta è stata privatizzata, quindi è normale che si muova come un’impresa privata. Magari quando si tratterà di decidere in merito ad altre privatizzazioni sarebbe il caso di pensarci. Tutti a dire: “sta volta sono d’accordo coi comunisti... “ Beh, loro certamente non erano d’accordo con la privatizzazione delle regie federali, mente molti di quelli che ora piangono saranno stati a favore. Questi sono i risultati.
miba 1 mese fa su tio
@Libero pensatore Guarda che c'è una differenza abissale tra i costi dei servizi e le ruberie legalizzate oltre ad interessi di varia natura inequivocabilmente sempre a favore della posta....
roma 1 mese fa su tio
@Libero pensatore ..parlo per me naturalmente: ero contrario alle privatizzazioni e lo sono ancor di più oggi. Nel caso specifico do' ragione ai comunisti.
sedelin 1 mese fa su tio
@Libero pensatore la privatizzazione secondo me é sempre stata una scelta sbagliata. ora ne raccogliamo i frutti (vedi anche CM, ffs).
anndo76 1 mese fa su tio
@miba in questo caso concordo pienamente con te
Libero pensatore 1 mese fa su tio
@miba Non entro nel merito perché non conosco i fatto a cui fai riferimento. Dico solo che se si utilizza un servizio è giusto pagarlo. Se le persone pagheranno quelle tariffe significa che il prezzo è adeguato. Immagino che le tariffe aumentino perché essendoci meno utenza i costi fissi per essere coperti necessitano dell’aumento tariffario. È chiaro che diverse persone cambieranno abitudini. I pagamenti si possono fare anche in banca, se poi uno ha la fissa di avere il cedolino timbrato alla fine sono problemi suoi e giustamente paga.
sedelin 1 mese fa su tio
@Libero pensatore no, non sono problemi suoi: ognuno é libero di pagare come meglio crede e la posta , in precedenza, ha sempre consentito a TUTTI equità di trattamento. ora chi paga in contanti é penalizzato e questo lede la libertà di scelta. in pratica se non vuoi pagare le commissioni che arricchiscono i dirigenti sei OBBLIGATO a utilizzare il computer. gli anziani e coloro che faticano a utilizzare i mezzi elettronici (o non li hanno) sono puniti dalla posta.
Libero pensatore 1 mese fa su tio
@sedelin Sarei d’accordo con te se la posta fosse un’impresa pubblica. Visto che non lo è, il tuo discorso non regge. Per inciso, io ero e sono tuttora contrario alle privatizzazioni, proprio perché generano queste conseguenze.
Tato50 1 mese fa su tio
Quoto le osservazioni del PC ma è anche la tecnologia che uso in questo momento che ha portato alla chiusura di tanti "sportelli". Che questo venga poi fatto pagare a chi usa ancora i "vecchi metodi" è un furto legalizzato. Io in Posta ci andavo prima di utilizzare altri metodi di pagamento e c'era la coda ( andavo in quella di Arbedo che hanno chiuso dando mandato alla Coop ). Ora al limite mi reco per spedire un pacco non avendo altre alternative ;-(
Arciere 1 mese fa su tio
Per una volta condivido. La Posta dovrebbe anche cessare di proporre biglietti della lotteria, vignetta autostradale, articoli di cartoleria, libri, cioccolata ecc. Non ci rechiamo alla Posta per questo, ognuno si attenga alla propria missione.
volabas 1 mese fa su tio
Trovo giusto questo aumento, altrimenti come fanno a incrementare il loro bottino tutti i poveri manager ( parola grossa, direi piu' l.....i) che magari fanno fatica a tirare la fine del mese e a natale non possono forse fare i regali alla famiglia; su dai un po' di comprensione!
Alex Corti 1 mese fa su fb
Lo scopo della posta deve essere quello d' offrire un servizio pubblico e non lucrare sulla pelle dei cittadini.Per questa volta mi trovo d'accordo con il partito comunista
Fabio Poncioni 1 mese fa su fb
Certo che il PC dovrebbe sapere che l’utile viene ridistribuito soprattutto nelle casse della confederazione perché è azionista di maggioranza. Il risultato d’esercizio che le ex=regie federali devono ottenere è deciso dal governo. Poi la confederazione fa utili e li distribuisce sotto forma di sconti fiscali... ma questa è un altra storia
comp61 1 mese fa su tio
Risultato della privatizzazione. Sono mica babbi Natale....
trappolone 1 mese fa su tio
Boicottiamo tutti la Posta Organizzata Svizzera dei Tagli Anormali?? (Posta)????????????
roma 1 mese fa su tio
...questa volta, ed è raro, devo dar ragione ai comunisti.
Fran 1 mese fa su tio
Anche gli estratti costano. Prima erano 24 fr./mensili Ora hanno aggiunto altri 5 fr per un doppio estratto! che nessuno ha ne bisogno ne tantomeno chiesto! In più un Tot per i pagamenti easy! La carta saluta. E il borsellino si svuota. Posta addio!
miba 1 mese fa su tio
Concordo pienamente ma chiedere a questi di essere onesti è un'enorme utopia......
Zarco 1 mese fa su tio
Non sono comunista, na questa volta assolutamente d’accordo! Gestione posta ridicola
anndo76 1 mese fa su tio
@Zarco pienamente daccordo !! ...magari devono recuperare le "rapine" subite prendendoli a noi comuni e onesti cittadini ?? :-((
Picet 1 mese fa su tio
Condivido anch'io in questo caso il PC.
Rosy Sassella Speroni 1 mese fa su fb
E una vergogna a casa quei miseri manager
Andrea Weber 1 mese fa su fb
Meno stato, meno stato.. Ed ecco i risultati.
sedelin 1 mese fa su tio
concordo in toto con il partito comunista!
Giorgio Cerri 1 mese fa su fb
In questo caso sono pienamente daccordo con il partito comunista
Laura Bernasconi 1 mese fa su fb
Hanno ragione !!!
Cristina Botta 1 mese fa su fb
Ma lo sanno tutti qual’è la vera missione
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-29 07:13:25 | 91.208.130.87