PLRT
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
5 ore
Frana sulla strada per Mergoscia, disagi al traffico
La polizia ha momentaneamente chiuso la strada, in entrambe le direzioni
CANTONE
7 ore
Vandali in azione, ennesimo distributore K.O.
Ignoti hanno sventrato, e razziato, un altro distributore automatico
CANTONE
10 ore
Ecco le località in cui spunterà un radar
La polizia cantonale informa sui controlli di velocità previsti tra dal 17 al 23 agosto 2020
BIOGGIO
11 ore
Passeggiata con amara sorpresa
Non è il primo furto che avviene ai danni dei veicoli parcheggiati in zona Mulini
BREGGIA
11 ore
Acqua di nuovo potabile a Cabbio e Muggio
Si consiglia però di farla scorrere per cinque minuti in tutti i rubinetti.
CANTONE
12 ore
Lavori notturni (con deviazioni) allo svincolo di Bellinzona Sud
Inizieranno lunedì prossimo e dovrebbero terminare entro la metà di settembre.
ASCONA
12 ore
Soppressa la fermata Via Pancaldi Mola
Dal 17 agosto e fino a nuovo avviso
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
14 ore
Auto contro un muro: ferite serie per una 82enne
L'incidente ha avuto luogo oggi poco dopo mezzogiorno in via Ravecchia a Bellinzona
FOTOGALLERY
QUINTO
14 ore
La Nuova Valascia prende sempre più forma
Procedono spediti i lavori al cantiere della futura pista dell'Ambrì-Piotta.
CANTONE
15 ore
Vedeggio-Cassarate chiusa per 7 notti
Si tratta delle notti fra il 17 e 19 agosto e tra il 23 e il 28 agosto.
FOTO E VIDEO
CANTONE
17 ore
Otto modi per scoprire la biodiversità delle foreste ticinesi
Il DT lancia un video promozionale e otto percorsi didattici sulla scia dell’omonima campagna federale.
VIDEO
CANTONE
18 ore
«Meno fatica + attenzione»
È la nuova campagna di sensibilizzazione per chi si sposta in sella a un e-bike.
CANTONE
11.12.2019 - 11:310

«L'avanzata dei Verdi non stravolge la formula magica»

IL PLRT applaude la conferma di Cassis e critica Verdi e socialisti per aver «voltato le spalle all’unico rappresentante della Svizzera che parla e pensa in italiano»

BELLINZONA/BERNA - La conferma del Consigliere federale Ignazio Cassis, rieletto quest’oggi dall’Assemblea federale, non poteva che rallegrare il PLRT. A sostegno del ministro ticinese, un gruppo di oltre 50 persone partito all’alba dal Ticino ha raggiunto Berna per “farsi sentire” con una “carovana dell’italianità”. Una presenza simpatica e festosa che testimonia la voglia di partecipare e di avvicinare Berna al Ticino.

«La presenza di un rappresentante della Svizzera italiana in Consiglio federale - sottolineano i Liberali Radicali ticinesi - è quanto mai necessaria in questo momento storico e strettamente correlata al tema della coesione». «La Svizzera - si legge nella nota stampa inviata poco dopo l'annuncio della rielezione - si è confermata oggi quella straordinaria “Willensnation” che grazie al federalismo consente la convivenza pacifica e virtuosa tra diverse lingue e culture, tra realtà cittadine, rurali e alpine, tra diverse religioni e sensibilità».

Il seggio di Ignazio Cassis, ricordiamo, era messo discussione dai Verdi e dai Socialisti che ne chiedevano la sostituzione sull’onda del risultato ottenuto alle recenti elezione federali. «Ha prevalso invece - prosegue il PLRT - il rispetto della stabilità del Consiglio Federale nel quale l’azione del Consigliere federale ticinese si è dimostrata particolarmente incisiva in particolare nel voler definire i rapporti con l’Unione europea, il nostro principale partner economico. Su questo tema, particolarmente caro alla popolazione ticinese, è stato finalmente messo sul tavolo un progetto che contiene tutti gli elementi per uscire dall’impasse con i nostri vicini. La popolazione potrà finalmente esprimersi secondo il principio della democrazia diretta che ha sempre permesso alla Svizzera di avanzare insieme trovando soluzioni virtuose».

Il PLRT non esita quindi a definire Cassis quale «emblema dei “buoni uffici” della Svizzera nel mondo». «Numerosi - si aggiunge ancora - sono stati i successi della nostra diplomazia, come il recente intervento per la liberazione di un prigioniero statunitense in Iran, valso al nostro Paese il plauso da parte della comunità internazionale».

La decisione odierna dell’Assemblea federale viene quindi vista come «un chiaro “NO” confederale alla politica del “tutto e subito”». «L’avanzata dei Verdi alle recenti elezioni è evidente - conclude il PLRT - , ma non al punto dallo stravolgere la formula magica che ha fatto la storia del nostro Paese. In questo contesto lascia semplicemente sgomenti che i rappresentanti ticinesi di Verdi e PS abbiano voltato le spalle all’unico rappresentante della Svizzera “che pensa, scrive, parla e sogna in italiano” in governo, facendo strame della rappresentatività delle minoranze in governo sancita dalla Costituzione».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
lo spiaggiato 8 mesi fa su tio
Ewwai Ignazio... :-)
vulpus 8 mesi fa su tio
Penso che sia una vergogna per quei rappresentanti che il Ticino ha mandato a Berna e che hanno tentato di sabotare il consigliere federale ticinese. Queste sono le scelte sbagliate del nostro Ticino. Hanno dovuto pensarci gli Svizzeri d'oltralpe a difendercelo, come del resto hanno dovuto loro far capire ad un numero considerevole di ticinesi il valore di un politico come Lombardi. Ora questi li avremo sulle costole almeno per 4 anni, e contribuiranno materialmente ad inventare balzelli e tasse per proteggere il nostro globo
RV50 8 mesi fa su tio
io non sono un autentico sostenitore di Cassis ; ma il fatto che ultimi arrivati debbano girare le spalle alle regole federali finora mai messe in discussione di rispettare la formula esistente non la capisco proprio. Comincino a dimostrare di sapersi adattare e portare in porto cose costruttive e non sull' emozione di una votazione che il tempo ci dirà se continuerà . Tornando al seggio parlamentare perché il Ps non ha messo a disposizione uno dei suoi ?
Mattiatr 8 mesi fa su tio
@RV50 Finché procederanno a tasse sulla benzina, per far finta di fare qualcosa e a slogan andranno molto lontani.
Güglielmo 8 mesi fa su tio
avranno usato il Rundop o il touchdown ))
Livio Marzoli 8 mesi fa su fb
Se l'unico pregio di Cassis è quello di essere ticinese e parlare italiano non siamo messi molto bene 🤔
jena 8 mesi fa su tio
visto i risultati avete poco da essere contenti... sempre meno rappresentativi del volere dei ticinesi.
trappolone 8 mesi fa su tio
Cassis si arruffiana l’Europa allontanando da Berna il nostro povero ticino con tutti i suoi problemi: lavoro, traffico etc...Poveri noi
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-15 04:00:12 | 91.208.130.89