Archivio Tipress
CANTONE
18.11.2019 - 14:370
Aggiornamento : 14:58

Le petizioni? Anche quelle online sono valide

Per il Parlamento ticinese non è necessario creare una piattaforma ad hoc per la raccolta delle firme

BELLINZONA - In Svizzera una petizione può essere lanciata da chiunque, con una raccolta di firme in piazza o anche online. «Il sistema attuale funziona, quindi non è necessaria la creazione di un sistema ad hoc». Da qui la decisione del Gran Consiglio ticinese di respingere (con 69 voti a favore del rapporto di maggioranza) la mozione di Massimiliano Ay (PC) che chiedeva “Un sistema di petizione online ufficiale riconosciuto dal Cantone”.

La relatrice Alessandra Gianella (PLR) ha ricordato le petizioni non prevedono dei termini di scadenza e tanto meno un numero minimo di firme: «Ne basta una, e le sottoscrizioni non richiedono una verifica». E ha però ribadito l'importanza di tale strumento.

Non è mancata la perplessità di Ay, che ha ricordato di aver presentato la mozione in questione alla luce della sua esperienza. «Le firme raccolte online vengono prese in considerazione, ma nella discussione tra deputati o consiglieri comunali capita che questa modalità venga banalizzata».

Commenti
 
Bayron 2 sett fa su tio
Petizione... strumento purtroppo inutile. E’ raro che venga preso in seria considerazione
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-05 16:01:19 | 91.208.130.87