tipress (archivio)
ULTIME NOTIZIE Ticino
CAMPIONE D'ITALIA
30 min
A Campione arrivano i pirati
Altra azione di protesta nell'enclave. Dal pennone è stata rimossa la bandiera italiana, sostituita con il Jolly Roger
LOCARNO
1 ora
Un’ora di coccole con Magnum
Sabato 23 novembre il San Bernardo "terapeuta" incontra a Locarno grandi e piccini
BELLINZONA
1 ora
Una manifestazione per l'America Latina a Bellinzona
Le comunità cilena e latinoamericana in Ticino sfileranno sabato 23 novembre: «Siamo solidali con il popolo. I Diritti Umani vanno rispettati»
FOTO
TENERO-CONTRA
1 ora
Un caveau per i vini ticinesi: un po’ negozio, un po’ museo
Il nuovo progetto permette di viaggiare fra le eccellenze del territorio. Da Pedrinate salendo su, fino a Giornico
BELLINZONA
1 ora
Se la plastica serve per incenerire i rifiuti... ma anche no
Per il Municipio di Lugano il composto sintetico contribuisce a far funzionare il termovalorizzatore. Ma dall’impianto spiegano che non è così. La replica della Città che difende le scelte fatte.
LUGANO
9 ore
Tramonta il posto fisso, decolla l'interinale
I dati sono incoraggianti e il mondo del lavoro interinale è in continua espansione, tanto che fino al 20% delle persone che (ri)trovano un posto fisso vengono proposte dalle agenzie specializzate
CUGNASCO-GERRA
9 ore
È nata la nuova Associazione Anziani Cugnasco-Gerra
Eletta la presidenza e il comitato. Lo scopo? Prevenire e combattere l’emarginazione delle persone anziane
CONFINE
9 ore
Lieve terremoto avvertito in Valposchiavo
La terra ha vibrato, ma non si attendono danni
CANTONE
10 ore
Caccia sì, ma non stressiamo gli animali al gelo
Si apre la caccia tardo autunnale. Cervi, caprioli e cinghiali sono le prede. Ma con dei limiti: «Le condizioni sono estreme, bisogna evitare che gli animali disperdano le loro energie»
BELLINZONA
05.11.2019 - 14:210

Tasso di sfitto alle stelle: «È ora di mettere un freno!»

La denuncia dei Verdi in consiglio comunale: «Misure immediate per porre freno ad un fermento edilizio a carattere speculativo»

BELLINZONA - Una situazione, quella del mercato immobiliare a Bellinzona, «particolarmente preoccupante». Così, almeno, secondo i Verdi in consiglio comunale (Ronnie David e Marco Noi) che puntano il dito contro una «serie di edificazioni di interi nuovi quartieri» che avrebbero portato ad «un incremento significativo del tasso di sfitto nella Capitale».

Già interpellato, il Municipio aveva sostenuto che è il mercato a regolare la dinamica della domanda e dell’offerta.

Tra le cause di questo "fermento edilizio", i consiglieri comunali Verdi identificano «i tassi di interesse molto favorevoli agli investimenti, l'apertura di Alptransit, il piano regolatore decisamente sovradimensionato e purtroppo tanta, troppa speculazione edilizia che ha cambiato il volto di interi quartieri cittadini, peraltro con costi non indifferenti di urbanizzazione a carico della collettività (strade, infrastrutture, ecc…) e notevoli scompensi per proprietari di piccoli edifici plurifamiliari che si vedono i propri immobili (bisognosi di risanamento) andare “fuori mercato” causa l’aggressiva concorrenza degli “istituzionali”».

«Innumerevoli - prosegue ancora l'interpellanza - sono ancora le modine per costruzioni di nuove palazzine in diversi quartieri. La possibile creazione di una nuova zona residenziale in corrispondenza con l'attuale sedime occupato dalle officine FFS non potrà che peggiorare la situazione, in un contesto dove occorre una pianificazione pluridecennale. Come se non bastasse, nonostante il responso delle urne di qualche anno orsono, il Municipio ha inserito nell'ambito del PAB3 il quartiere di Pratocarasso tra i comparti "di riserva" per future nuove edificazioni».

I Verdi chiedono dunque misure immediate per «porre freno ad un fermento edilizio a carattere speculativo». E pungono al Municipio le seguenti domande:

  • Come valuta il Municipio il dato 2019 che risulta nettamente superiore ai valori definiti "sani" del mercato immobiliare e il fortissimo incremento rispetto al 2018 e al 2017?
  • Che misure intende intraprendere il Municipio per bloccare la speculazione edilizia e permettere al mercato di riassorbire l'importante tasso di sfitto?
  • A che punto siamo con la valutazione della contendibilità dell'attuale piano regolatore in relazione a quanto previsto dalla legge sulla pianificazione territoriale? A che cosa è dovuto il ritardo accumulato?
  • Alla luce degli attuali dati come si pone il Muncipio nei confronti della dichiarazione d'intenti sottoscritta con le FFS in cui da parte di quest'ultima vi è l'auspicio di poter sfruttare al massimo l'attuale sedime (nella parte che rimarrà di proprietà delle FFS) a fini immobiliari?
  • Non ritiene il Municipio errato considerare la zona di Pratocarasso quale zona di riserva per future edificazioni? Come mai è stata fatta questa scelta nonostante non vi sono ancora i risultati del Masterplan? Non ritiene il Municipio di dover stralciare tale scheda?
  • Non Ritiene il Municipio che debba orientare il mercato dell’edilizia verso il risanamento e la ristrutturazione di vecchi edifici, piuttosto che verso la costruzione ex-novo, magari su sedimi vergini?
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-21 07:58:00 | 91.208.130.87