TiPress - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
3 ore
Renzetti "flashato" a 177 km/h: «Ero arrabbiato con l'arbitro»
Il presidente dei bianconeri ha calcato un po' troppo il piede sulla A13 rientrando da una partita fuori casa: «Non pensavo la mia Golf fosse così potente»
CANTONE
4 ore
Merlini: «C'è desiderio di cambiamento, e va rispettato»
Dopo l'odierna sconfitta, il candidato PLR intende ritirarsi dalla politica: «Ora ho più tempo per la mia attività professionale»
CANTONE
6 ore
La bucalettere strabocca: «Avrei potuto rubare diverse schede»
Molte persone aspettano l’ultimo momento per imbucare la busta del voto per corrispondenza. Un’abitudine che però può creare qualche problema...
CANTONE
6 ore
Carobbio: «La mia elezione? Un segnale per l’uguaglianza di genere»
Per la prima volta una donna rappresenterà il Ticino al Consiglio degli Stati
BELLINZONA
7 ore
Un furgoncino "social" nella capitale
Obiettivo del Social Truck: creare legami tra i giovani e favorire la creazione di ponti nei rapporti dei giovani con gli abitanti.
STABIO
7 ore
Esame superato, ecco i nuovo cavalieri
Si sono svolti con successo gli esami di equitazione alla Scuderia Happy Hours di Stabio
CANTONE
7 ore
«Nessuna guerra con la Carobbio, troveremo accordi»
Un esponente dell’UDC e una del PS andranno d’accordo insieme al Consiglio degli Stati? Marco Chiesa: «Certamente sull’aumento dei premi casse malati troveremo soluzioni convergenti»
CANTONE
8 ore
Neve sull'A2, «lunghi ritardi» verso nord
Spazzaneve in azione sul posto. Disagi alla circolazione in entrambe le direzioni
LOSTALLO (GR)
9 ore
Un nuovo Municipio per Lostallo
A partire dall'anno prossimo nell'esecutivo siederanno due volti nuovi: Moreno Monticelli e Filipe Ferreira Carneiro
CANTONE
9 ore
Piero Marchesi e Bruno Storni vanno a Berna
Sono loro i primi subentranti di Marco Chiesa e Marina Carobbio
CANTONE
10 ore
Lombardi: «Sapevo che col ticket avrei rischiato»
La reazione dell’ormai ex senatore PPD ticinese dopo la sua mancata rielezione
CANTONE
10 ore
Giovanni Merlini lascia la politica
Il candidato del PLR non è riuscito a conservare il seggio lasciato vacante da Fabio Abate. Caprara: «Mi assumo la responsabilità di questo risultato»
FOTO E VIDEO
CANTONE
12 ore
Carobbio festeggia con "Bella Ciao". Eletto Chiesa, fuori Lombardi
Il candidato UDC/Lega ha battuto nettamente gli sfidanti. Alle sue spalle è stato testa a testa fino all'ultimo. Alla fine per 45 voti la candidata del PS l'ha spuntata sull'uscente del PPD
CANTONE
16.10.2019 - 12:520

Quaranta milioni di franchi per lo sviluppo economico

I principali obiettivi sono l’aumento della competitività delle piccole e medie imprese, il rafforzamento delle destinazioni turistiche e il sostegno alle regioni periferiche a potenziale inespresso

BELLINZONA - Il Consiglio di Stato ha licenziato il messaggio per lo stanziamento di un credito quadro di 40 milioni di franchi per attuare le misure di sostegno allo sviluppo economico cantonale nel quadriennio 2020-2023. L’importo si suddivide in 27 milioni di franchi dedicati a misure di politica economica regionale (PER) cofinanziate dalla Confederazione e 13 milioni di franchi destinati a misure complementari cantonali.

Anche un credito federale - Il Programma d’attuazione della politica economica regionale 2020-2023 (PdA 20-23) è stato approvato dal Consiglio di Stato lo scorso 3 luglio 2019. Esso è alla base del messaggio governativo licenziato dal Governo quest’oggi, che chiede lo stanziamento di un credito quadro di 40 milioni di franchi per attuare le misure di politica economica regionale nel quadriennio 2020-2023. Accanto al credito quadro cantonale si aggiungerà il credito federale che sarà concesso dalla Segreteria di Stato dell'economia (SECO).

PMI, turismo e regioni periferiche - Il Consiglio di Stato conferma i suoi tre principali obiettivi di politica economica regionale, che sono l’aumento della competitività delle PMI (piccole e medie imprese), il rafforzamento delle destinazioni turistiche e il sostegno alle regioni periferiche a potenziale inespresso. Questi tre obiettivi sono accumunati dalla «ferma volontà di mantenere e creare posti di lavoro interessanti e adeguatamente retribuiti». Una particolare attenzione, nell’attuazione della strategia di sviluppo economico, è posta al yrispetto dei principi dello sviluppo sostenibile, dell’uso parsimonioso del suolo e della responsabilità sociale delle imprese» (o corporate social responsibility, CSR). La CSR è uno strumento sia di attrattività territoriale sia di innovazione e di competitività per le aziende. La CSR offre un contributo rilevante alla società e valorizza le imprese.

Uno sviluppo "virtuoso" - Anche in futuro il PdA 20-23 permetterà di sostenere le iniziative che disporranno delle caratteristiche migliori per garantire uno sviluppo virtuoso dell’economia locale, regionale e cantonale, presupposto imprescindibile per la concessione di sostegni finanziari ai sensi dalla politica economica regionale. La politica economica regionale è infatti orientata a incentivare e valorizzare gli elementi positivi dello sviluppo economico. Le dinamiche legate al mercato del lavoro, per contro, sono affrontate sistematicamente con altre misure e con altre leggi settoriali.

La rivoluzione digitale - Con il PdA 20-23 il Ticino intende inoltre affrontare proattivamente la sfida della rivoluzione digitale con un approccio a 360 gradi, che sia il più possibile trasversale ai temi oggetto della politica economica regionale. Solo con un approccio simile si ritiene infatti possibile cogliere le opportunità di tale rivoluzione, minimizzandone gli aspetti critici.

I privati al fianco del Cantone - Le numerose misure messe in atto in ambito di politica economica regionale dal Cantone - si legge nella nota del Consiglio di Stato - vanno infine sempre intese come complementari alla progettualità e allo spirito imprenditoriale da parte del settore privato, senza i quali nessuna politica pubblica può essere efficace.

Uno sviluppo anche "armonioso" - Da diversi anni la politica economica regionale è un tassello imprescindibile della politica di sviluppo economico del Cantone Ticino – assieme al sostegno a progetti specifici garantito dalle leggi settoriali (come, per esempio, la Legge per l’innovazione economica e la Legge sul turismo) e ad azioni mirate di marketing territoriale (recentemente potenziate grazie all’adesione del Ticino alla Greater Zurich Area - GZA) – e tale si è dimostrata anche nel corso del periodo 2016-2019, un quadriennio sostanzialmente positivo, in cui «sono stati raggiunti numerosi e ambiziosi obiettivi» e, non da meno, sono state poste le basi per uno sviluppo armonioso del Cantone.

Commenti
 
samarcanda 1 mese fa su tio
Dobbiamo decidere se vivere civilmente oppure no. Dovrebbero deciderlo i nostri politici, ma, dal momento che non lo fanno, decidiamolo noi. Prima di tutto, astenendoci dal votarli. Che facce toste! Rovinarci e poi chiederci anche di votarli! Commissariamento, commissariamento, commissariamento...
Francesco Cec Moretti 1 mese fa su fb
Salari minimi. Niente. Perché negli altri cantoni va tutto bene? Forse perché si paga la gente?
Ivan Galbusera 1 mese fa su fb
«ferma volontà di mantenere e creare posti di lavoro interessanti e adeguatamente retribuiti» Adeguato, sarà sullo stesso livello del salario minimo, in fra i 19.00-20.00 chf orari?
Maurizio Roggero 1 mese fa su fb
Praticamente 40 milioni di franchi da mettere nelle tasche dei propri galoppìni....
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-18 01:06:27 | 91.208.130.85