TiPress - foto d'archivio
CANTONE
14.10.2019 - 09:440

Ente ospedaliero, l’MPS contro «la ripartizione delle poltrone» tra partiti

Criticata la proposta di entrata di Andrea Bersani nel CdA dell’EOC. E il Gruppo MPS-POP-Indipendenti lancia un’iniziativa parlamentare generica

BELLINZONA - È un rinnovo fotocopia quello del CdA dell’Ente ospedaliero cantonale, con un’unica novità: al posto dell’uscente Edy Dell’Ambrogio è stato proposto il vicesindaco di Bellinzona Andrea Bersani. Una scelta che non piace al Movimento per il socialismo (MPS): «È la triste e ridicola ennesima dimostrazione che questa ripartizione tra i partiti di governo di appetitosi posti non ha nessun senso e, soprattutto, non è utile per gli interessi della popolazione di questo cantone».

Per l’MPS è necessario «intervenire affinchè la competenza nelle nomine del consiglio d’amministrazione dell’EOC non sia più il prodotto di una logica di spartizione delle poltrone tra PLRT, Lega, PPD e PS». 

Il Gruppo MPS-POP-Indipendenti ha quindi lanciato un’iniziativa parlamentare generica per la modifica della Legge sull’EOC. Il CdA dell'Ente ospedaliero dovrebbe così essere ripartito con «1 seggio in rappresentanza del Consiglio di Stato, 2 seggi in rappresentanza del personale, 4 seggi per donne e uomini con esperienza e competenza in ambito sanitario ed ospedaliero».

Il Consiglio di Stato dovrebbe «proporre per ratifica al Gran Consiglio il suo rappresentante» e il personale dell’EOC dovrebbe «eleggere a scrutinio segreto i suoi due rappresentanti». Per uno dei 4 seggi rimanenti sarebbe in questo caso possibile a «ogni cittadina e ogni cittadino domiciliato in Ticino» candidarsi. «Le candidature saranno sottoposte per elezione al Plenum del Gran Consiglio che procederà all’elezione tenendo conto delle esperienze e delle competenze in ambito sanitario ed ospedaliero nonché ad una visione a difesa di una sanità pubblica fortemente radicata sul territorio».

Commenti
 
Nmemo 1 mese fa su tio
Fa molto disagio la presidenza del CdA dell’ente ospedaliero ancora ricoperta da Paolo Sanvido (Lega), dopo l’ormai famoso sms. Ancora peggiore è la proposta PLRT di candidare Andrea Bersani a membro del CdA EOC in sostituzione dell’economista in partenza. A prescindere dall’impresentabilità della candidatura del personaggio per pregressi sfasci di leggi dello Stato, ci si chiede se nel PLRT non esista altra persona con competenze in materia, magari donna.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-18 00:57:56 | 91.208.130.85