Tipress (archivio)
CANTONE
22.09.2019 - 11:320

«Il Cantone si assuma gli oneri dei premi di cassa malati per i giovani»

Il Gruppo dell'MPS-POP-Indipendenti indirizza un'iniziativa parlamentare a Palazzo delle Orsoline: «Bisogna sgravare le famiglie da questo peso»

BELLINZONA - «Il Cantone si assuma gli oneri dei premi di cassa malati per i giovani». La richiesta indirizzata a Palazzo delle Orsoline arriva da un'iniziativa parlamentare promossa dai deputati MPS-POP-Indipendenti Simona Arigoni, Angelica Lepori e Matteo Pronzini.

Il Gruppo - nel proprio testo - ricorda come in occasione della votazione fiscale del 2018, i partiti che difendevano la riforma fiscale associata a misure sociali, hanno insistito sulla necessità di misure atte a sostenere, da un punto di vista delle misure sociali, la politica famigliare. «Tale orientamento - stigmatizzano i tre deputati -  ha preso forme discutibili e per noi inaccettabili come quello della indennità unica di nascita. Non si è voluto invece finora entrare nel merito, ad esempio, di un potenziamento degli assegni per figli o di altre misure che, effettivamente, potrebbero contribuire in modo più sostanziale a sostenere le famiglie che devono crescere e formare dei figli. Il premio di cassa malati pesa sulle famiglie».

Il Gruppo precisa poi che nella legislazione cantonale relativa ai sussidi di cassa malati si tenga conto di figli a carico, ma solo come coefficiente nel calcolo del sussidio. «Noi pensiamo che sia giunto il momento di fare un passo ulteriore e di sgravare le famiglie dal peso di questo premio, tra l’altro in continua ascesa. Si tratta di una prestazione che va riconosciuta a tutti i nuclei famigliari indipendentemente da reddito, nella misura in cui i sussidi di cassa malati sono prestazioni finanziate dalla fiscalità generale».

Nello specifico Arigoni, Lepori e Pronzini chiedono che il Cantone si assuma «integralmente» gli oneri relativi ai premi dell’assicurazione malattia di base «per tutti i giovani fino ai 16 anni» e «per i giovani in formazione (scolastica o professionale) dai 16 ai 25 anni».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 8 mesi fa su tio
Ma va!!!
Tato50 8 mesi fa su tio
Infatti ! Non farebbe altro che aumentare le imposte (chi le paga) per sostenere i costi. Gran bella idea e che respiro di sollievo ;-(((((( Forse qualcuno non sa che per un ricovero ospedagliero le CM pagano il 45 % e il rimanente 55 è a carico del Cantone ?
Tato50 8 mesi fa su tio
Lo faccia la Confederazione con i miliardi di "coesione". Quelli che la ex Calmy - Rey ha avuto la buona idea che bisogna aumentare l'importo per "ungere" e ottenere qualcosa dall'UE. Un'altra socialista che ama i suoi concittadini.
sedelin 8 mesi fa su tio
il cantone rifiuti di accettare gli aumenti a tutti!
Tato50 8 mesi fa su tio
@sedelin Per un ricovero ospedagliero il Cantone paga già il 55% e le Casse Malati il 45. Poi sono le prime a dire che ci sono troppi ricoveri ma dimenticano che la spesa a loro carico è minore ;-(
Bayron 8 mesi fa su tio
Assolutamente NO!!!!!!
Wunder-Baum 8 mesi fa su tio
Mi sembra un'idea interessante e sicuramente darebbe un poco di respiro economico alla famiglie con figli ancora agli studi.
Nmemo 8 mesi fa su tio
... un Ticino comunista? No, grazie!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-02 05:00:28 | 91.208.130.89