tipress
LUGANO
16.09.2019 - 17:100
Aggiornamento : 18:06

Barzaghi con i molinari: «Ha cantato anche lei “Borradori a testa in giù”?»

La presenza della Municipale al corteo di sabato ha spinto Andrea Censi a interpellare il Municipio: «Non si è sentita in imbarazzo?»

LUGANO - La presenza al corteo dei molinari - tenutosi sabato - della Municipale e candidata PS al Consiglio Nazionale Christina Zanini Barzaghi, ha spinto Andrea Censi (Lega) a porre alcuni interrogativi al Municipio.

«Durante il corteo - fa notare il Consigliere comunale - sono state commesse differenti azioni riprovevoli e possibili infrazioni alla legge, dalla dissimulazione del volto, all’uso di petardi e fumogeni vicino ai passanti; dal deturpamento della proprietà privata, a cori che chiedevano la morte del Sindaco della Città di Lugano Marco Borradori (cit. “Borradori a testa in giù”)».

Ecco qui di seguito le domande poste da Censi tramite interpellanza:

  • Il Municipio come valuta la presenza di un suo membro ad una manifestazione non autorizzata?
  • La Municipale socialista Zanini Barzaghi non si è sentita in imbarazzo di fronte ai cori intonati durante il corteo? O vi ha preso parte?

Interpellato anche il Governo - Sulla stessa lunghezza d'onda anche l'interpellanza che lo stesso Censi assieme a Boris Bignasca, Massimiliano Robbiani e Lelia Guscio hanno inoltrato al Governo cantonale. I quattro chiedono, in sostanza, quanto la manifestazione è costata ai contribuenti ticinesi.

1 mese fa Fumogeni e insulti sotto lo stabile della Lega e contro la Polizia
1 mese fa Oltre 500 «contro l'oppressione e il nulla che avanza»
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-20 22:44:18 | 91.208.130.87