Tipress (archivio)
La Galleria di base del Monte Ceneri aprirà nel dicembre del 2020.
CANTONE
10.09.2019 - 16:010

Trasporto pubblico 2021, il Gambarogno chiede garanzie

Nelle richieste la cadenza oraria nelle ore di punta e una revisione delle classi tariffali

GAMBAROGNO - Il Municipio di Gambarogno ha chiesto al Gran Consiglio, nell’ottica dell’apertura della Galleria di base del Monte Ceneri nel dicembre del 2020, di «meglio precisare che per il comune, negli orari di punta mattutini e serali, sia garantita una frequenza oraria dei treni in modo da incentivarne l’uso anche da parte dei frontalieri, sgravando così il traffico privato sulla litoranea».

L’Esecutivo ha inoltre chiesto di effettuare una modifica delle classi tariffali attuali, in particolare per far si che il basso Gambarogno (Regione 122: Dirinella/Ranzo, Scaiano, S’Abbondio e Indemini) sia accorpato alla tariffa 310 o 313, evitando così che gli utenti del basso Gambarogno e Indemini, per recarsi a Locarno, debbano pagare biglietti e/o abbonamenti su quattro zone.

Commenti
 
vulpus 1 sett fa su tio
Chiedere, chiedere, tanto chi se ne frega?Quanti sono i passeggeri su questa linea? Il destino sarà si aumentare i treni , ma i merci.
occhiaperti 1 sett fa su tio
Hai già visto un frontaliere a prendersi un trasporto pubblico tra Luino e Cadenazzo, continuate a sognare!
Meck1970 1 sett fa su tio
@occhiaperti E già se il primo treno parte da Luino alle 07:06.... saranno pochi frontalieri che prenderanno i mezzi pubblici. Vale anche per gli abitanti del Gambarogno.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-21 09:43:07 | 91.208.130.87