GISO
La croce posta davanti a Palazzo delle Orsoline.
CANTONE / SViZZERA
25.08.2019 - 17:010

Una croce davanti a Palazzo delle Orsoline contro le politiche migratorie

In compagnia di altre sezioni elvetiche, la GISO Ticino ha intrapreso un’azione per denunciare il trattamento disumano riservato dall'Europa ai rifugiati

BELLINZONA -  «Della terra. Una croce.» Le tombe - comparse oggi in vari luoghi simbolici in tutto il Paese - simboleggiano tutte quelle persone che hanno perso la vita nel Mediterraneo, alla ricerca di una vita migliore. «Basta con la politica dell'odio che caratterizza l'Europa. Così si chiama l'azione intrapresa oggi dalla Gioventù Socialista (GISO) per dire basta all'attuale politica migratoria e al «trattamento disumano» riservato ai rifugiati. «I cumuli di terra e la croce sono il simbolo  dei trattamenti disumani e dell’inattività della Svizzera e degli Stati europei nei confronti del fenomeno migratorio», precisa la sezione ticinese della GISO.

La Gioventù socialista ticinese ha depositato la tomba davanti a Palazzo delle Orsoline, mentre altre sono state posizionate in altri luoghi simbolici del Paese, come il Parlamento federale a Berna oppure il consolato italiano di Zurigo. Ed è proprio contro la vicina penisola che la GISO TIcino punta il dito. «La classe politica italiana - in particolare Matteo Salvini - si distingue per la sua politica razzista, che si disinteressa totalmente della vita umana. Beffa ancor più grande: chi cerca di salvare il destino di queste persone viene denunciato e messo sotto processo».

GISO
Guarda le 3 immagini
Commenti
 
Gus 2 sett fa su tio
Un grande BRAVO a Bersani. Branda invece questi li sostiene?
OCP 3 sett fa su tio
Qualche tempo fa ho letto un articolo dove si diceva, se non ricordo male, che circa il 90% delle "risorse" in Svizzera sono in assistenza... forse è questo il loro lavoro. Comunque vedo spesso foto di migranti belli in forma (qualcuno anche palestrato) con collane d'oro e telefonino... per essere profughi che scappano da torture e campi di concentramentro Libici si direbbe che tutto sommato non se la passavano poi male. Sono più che convinto che si stanno aiutando le persone sbagliate e che questi giovinastri di sinistra, in realtà, non hanno capito un caxxo di come girano le cose.
Thor61 3 sett fa su tio
Non sanno nemmeno per cosa "Protestano"!!! Dei caxxari immani e con la disponibilità dei media che gli danno voce pure!!! Per costoro la nazione, la famiglia, il lavoro e molto altro (Volutamente non ho scritto "Religione") sono solo un "Contorno" della propria (Misera direi) esistenza, peccato solo che la stragrande maggioranza ci campa con un lavoro e spesso questo è quello che sostiene una famiglia, chi aiuta queste famiglie in Italia? Gli ignoranti (Colui che ignora) o i loro amici "Risorse"? Risorse per cosa poi, abbiamo milioni di disoccupati in europa che cercano lavoro, quello delle "Risorse" quali lavori sarebbero?
vulpus 3 sett fa su tio
Per una questione di rispetto non chiamiamo tombe questo mucchio di ..... Sicuramente è più facile fare un'azione di questo genere , tanto poi ci vediamo sui ..social.. Volete veramente fare qualcosa? Fate in modo che si combatta la tratta di questi rifugiati, dove vengono spinti ad imbarcarsi con tante di quelle promesse ( e costi), dove le barche sono equipaggiate del carburante utile ad arrivare solo fino all'esterno delle acque territoriali. Andate in questi paesi acombattere questa delinquenza, e spiegate a questi baldi giovani, che con il loro atteggiamento stanno tradendo la loro patria. È gente che ha risorse e anche istruita, e cerca di soddisfare le proprie aspirazioni, abbagliate da specchi di cristallo.
F.Netri 3 sett fa su tio
Da quando Francesco I è salito al soglio pontificio, ha svenduto anche il simbolo della croce. E fu così che i social-comunisti se ne sono appropriati. Infatti, oggi esibiscono falce, martello e.....croce.
madras 3 sett fa su tio
Ma siete sicuri che la croce sia il loro simbolo, a me no perché anche la croce rossa, nei loro paesi hanno dovuta sostituirla con la mezza luna rossa. Smettetela di fare i grandi cin il culo e i sodi degli altri, contribuenti che lavorano dalla mattina alla sera per mantenere chi ???
dudo 3 sett fa su tio
E facile fare i buonisti con i soldi di chi se li guadagna duramente per mantenere immigrati nello stato sociale che non hanno voglia di fare nulla eccetto smanettare tutto il giorno con il telefonino. E stranamente perdono sempre i documenti ma mai lo smartphone e le cuffiette. Raramente si vedono donne e bambini su quei barconi ma giovani palestrati e in buona salute. Gente che dovrebbe mettersi a lavorare nel loro paese se vogliono cambiare qualcosa. Ma purtroppo anche le politiche delle nazioni benestanti ne hanno colpa perché foraggiano paesi poveri con soldi che vengono poi gestiti da persone corrotte e pro saccoccia. Chi viaggia negli Stati Uniti , Canada o Australia sa bene come vengono fatti i controlli dalla border guard. Perché allora l' Europa dovrebbe accettare persone senza documenti e senza identità che per di più dichiarano il falso sulla loro età? Perché questi "rifugiati" non vanno per esempio i negli Emirati Arabi? Perché non li vogliono.
Mag 3 sett fa su tio
Gli "assassini" delle persone che muoiono nel Mediterraneo non sono visibili al popolino disinformato. Ecco quindi che arrivano quattro inconsapevoli burattini in cerca di fama che pensano di poter "moralizzare" qualcuno (che non sanno neanche bene chi sia). Se poi sfruttano la scena mondiale sull'immigrazione di massa a fini politici, allora sono solo degli ipocriti in malafede.
Nmemo 3 sett fa su tio
Il famoso già sindaco di Giubiasco Andrea Bersani, ora vicesindaco e capo dicastero della sicurezza, ha tempestivamente attivato agenti della polcom per recapitare un ordine con la comminatoria di sanzioni penali, imponendo l’immediata rimozione di un manifesto elettorale. Nessuno stato di necessità giustificava né l’azione, né il provvedimento. Quando l’elettore elegge persone sbagliate si ritrovano una Città che ha una polcom che continua a omettere fondamentali doveri di servizio.
shooter01 3 sett fa su tio
disgusto totale. Esseri inutili che cercano una visibilità che non meritano
tazmaniac 3 sett fa su tio
Fosse vero... in realtà sia la Svizzera che l'UE si danno anche fin troppo da fare ma non nel modo corretto.
Evry 3 sett fa su tio
ü nessuno dei alti funzionari con competenza interviene, vergogna
Gus 3 sett fa su tio
Perché non vanno in Italia a manifestare? Forse perché provengono da quel paese? Sarebbe interessante conoscere i nomi di questi cinque
F.Netri 3 sett fa su tio
@Gus I social-comunisti non hanno né nazionalità e né provenienza. Loro non riconoscono nessuna frontiera. Sono un po' come i maomettani, che ambiscono a islamizzare l'intero pianeta senza contemplare nessun confine. Dei fascisti mondialisti, insomma.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-21 11:56:55 | 91.208.130.87