Tipress (archivio)
Il capogruppo della Lega dei Ticinesi Boris Bignasca.
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
2 min
Riconoscere la lingua dei segni come ufficiale
CANTONE
22 min
Sondaggio interno pilotato, Sunrise conferma
CANTONE
52 min
Controlli misti lungo il confine
BELLINZONA
1 ora
Il preasilo di Gnosca resta chiuso: «La struttura è pericolosa»
MURALTO
1 ora
Via del Sole sbarrata per lavori durante la prossima settimana
LUGANO
1 ora
Spiaggia abusiva: «Esistono gli estremi per una vertenza legale?»
LUGANO
2 ore
La parola fine sul caso Sogevalor
CANTONE
2 ore
«Vogliamo insegnare ai ragazzi a studiare forse meno... ma meglio»
CANTONE
3 ore
Un esercito di ticinesi senza licenza media
BELLINZONA
9 ore
La foca in arancione per una buona causa
CANTONE
12 ore
De Rosa: «Inaccettabile un aumento delle casse malati»
CANTONE
12 ore
Sistemare via Chiesa in vista della cittadella della gioventù
BRIONE VERZASCA
13 ore
Suonano le sirene, ma è un falso allarme
LUGANO / ITALIA
14 ore
Una ditta luganese vuole assumere 400 persone a Napoli
MENDRISIO / CANTONE
15 ore
Tutti questi alberi verranno abbattuti?
LUGANO
23.08.2019 - 10:100
Aggiornamento : 11:17

«Quanto guadagna il funzionario Milo Piccoli?»

Il gruppo della Lega dei Ticinesi in Consiglio comunale interpella il Municipio sui grandi progetti del dicastero immobili che «faticano a vedere la luce»

LUGANO - Le grandi opere di Lugano che «faticano a vedere la luce» e «la mancanza di efficacia nella progettualità» sono il fulcro dell'interpellanza del gruppo leghista in Consiglio comunale. Da via Monte Boglia si storce il naso soprattutto per la situazione di stallo del Polo sportivo e di quello congressuale, puntando il dito contro il Dicastero Immobili gestito dalla socialista Cristina Zanini Barzaghi. «Questa mancanza di efficacia a nella progettualità della Città di Lugano è un serio problema per il comune benessere e per lo sviluppo».

La tematica era stata già sollevata in consiglio comunale da Raoul Ghisletta, presidente della sezione cittadina del PS: «Ma il collega - sottolineano sarcastici i leghisti - si è però scordato di dire che a capo di questa progettualità dei grandi progetti ci sia il super funzionario Milo Piccoli alle dipendenze del Dicastero Immobili (o Immobile)». 

«Un funzionario dimissionario - precisa ancora il gruppo - che da una semplice ricerca su internet figura in diversi Consigli d’Amministrazione o Direttivi».

Da qui, per il Movimento di via Monte Boglia, sorge spontanea una domanda: «Se l'immobilismo ella progettazione di questi grandi progetti sia colpa del super-funzionario troppo impegnato o della capo Dicastero Immobili Zanini Barzaghi».

Di seguito, tutte le domande espresse al Municipio: 

1. «Quanto percepisce il funzionario del Dicastero Immobili come responsabile dei grandi progetti? Quanto in seno a GIpI SA e CPdL (Cassa pensioni della città di Lugano)?»

2. «In quanto impiegato al 100% presso la Città il Sig. Milo Piccoli può sedere in CdA di partecipate? Non vi sono conflitti d’interesse?»

3. «La partecipazione alle riunioni di GIpI e CPdL avviene durante le ore di lavoro? Il tempo sottratto alla Città viene compensato?»

4. «Per il funzionario del Dicastero Immobili che ha rassegnato le dimissioni è previsto una buonuscita? Se sì, di quanto?»

Commenti
 
Esse 3 sett fa su tio
Ahia... Quando non raccogli consenso nemmeno facendo polemica hai raggiunto il fondo della scala a livello di credibilità . Anni di leonaggi da tastiera e sbraitate al vento ...e poi è dovuto saltare fuori "un badit" (Salvini) a fargli vedere come si fa a fare i leghisti per davvero.
marco17 3 sett fa su tio
Quanto guadagna il municipale dal codino; in quanti CdA siede, quante ore di lavoro presta, ecc. ecc.
Mag 3 sett fa su tio
Non si comprende perché questo argomento meriti un articolo su un media ... ah no scusate, lo capisco.
giuvanin 3 sett fa su tio
I "grandi progetti di Lugano non decollano" dice il piccolo Bigna... Che stia pensando all'aereoporto??
GI 3 sett fa su tio
@giuvanin ovvio, la pista non è abbastanza lunga....
vulpus 3 sett fa su tio
Spargiment da fümm. Evidentemente , anche a ragione , la città auspica il mantenimento della base aerea . Ma la situazione espone chi governa ad apprezzamenti e attacchi impertinenti. Per cui perchè non buttare qualche progetto incompiuto sul tavolo, così che la gente non si interessi dell'altro? Il municipio è fatto da 7 membri, e sicuramente progetti tanto importanti è da escludere che possano essere gestiti da un solo municipale. LAC , non ha insegnato molto forse.
streciadalbüter 3 sett fa su tio
E nüm pagum,
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-18 09:52:07 | 91.208.130.87