Rescue Media
Il secondo incendio nelle cantine dello stabile di via Camara a Breganzona.
LUGANO
16.08.2019 - 09:210

Due incendi in pochi giorni, interrogato il Municipio

PS e Verdi scrivono all’Esecutivo cittadino in merito ai roghi nello stabile di via Camara a Breganzona e allargano il discorso sulla sicurezza

LUGANO - Il 14 e il 16 luglio due incendi hanno colpito lo stabile in via Camara a Breganzona. Il PS e i Verdi di Lugano colgono l’occasione per rivolgersi al Municipio - richiamando la precedente interrogazione di febbraio - per sapere quali sono i problemi riscontrati e quali sono gli insegnamenti da trarre per garantire maggiormente la sicurezza degli inquilini a Lugano.

A inizio agosto Raoul Ghisletta - primo firmatario anche di questa interrogazione al Municipio - aveva sollevato l’attenzione del Consiglio di Stato su una questione simile, accusando il Cantone di «lasciare soli» i Comuni «sull’applicazione delle misure di sicurezza antincendio». 

Le domande poste al Municipio (cofirmatari sono Nicola Schönenberger, Edoardo Cappelletti, Tessa Prati, Demis Fumasoli, Carlo Zoppi e Simona Buri):

1. Quale è la situazione riscontrata nel caso dell’edificio incendiatosi il 14 e il 16 luglio 2019 in Via Camara a Breganzona a livello di misure antincendio?
2. È cosciente che il lassismo nella verifica delle misure antincendio a Lugano porta ad esporre al rischio di morte e ferimento molti inquilini ed utenti di stabili?
3. Intende dare avvio ad un monitoraggio della prevenzione antincendio e del controllo della sicurezza antincendio, in particolare negli stabili occupati da numerosi inquilini, che la legge edilizia (art. 41c) affida ai Municipi?
4. Intende intervenire attivamente sulla modifica di legge cantonale in elaborazione, affinché il Cantone sostenga i Municipi nell’impegnativo e delicato lavoro di prevenzione antincendio per aumentare la sicurezza dei cittadini?
5. Intende dare una risposta alle domande dell’interrogazione 1012?

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-06 06:53:40 | 91.208.130.87