CANTONE
05.08.2019 - 15:300

L’ombra dei ritardi si fa più scura sul collegamento A2-A13

Nicola Pini e Fiorenzo Dadò si rivolgono al Governo in merito alla necessità di dover adeguare il progetto inviato a Berna coinvolgendo l’USTRA. «Difficile inaugurare prima del 2033/34»

BELLINZONA - Il collegamento A2-A13 potrebbe subire dei ritardi. A ipotizzarlo sono Nicola Pini e Fiorenzo Dadò, che sull’argomento hanno presentato un’interrogazione al Consiglio di Stato.

Negli scorsi giorni l’Ufficio delle strade nazionali (USTRA) ha pubblicato sulla piattaforma svizzera SIMAP un concorso per prestazioni in ingegneria relativo al progetto generale del collegamento (progetto già commissionato, finanziato e inviato alla Confederazione nel febbraio del 2019). In sostanza «il bando di concorso lascia intendere che il progetto generale inviato loro debba essere ripreso, verificato e adeguato alla legge sulle strade nazionali».

Gli approfondimenti e le modifiche, però, comporterebbero «un’ulteriore dilatazione dei tempi di realizzazione». Tempo prezioso per il Locarnese e il Cantone tutto.

E con un breve calcolo si arriva facilmente al 2033/34, tra ben 14-15 anni: «Per i prossimi due anni si procederà all’adeguamento del progetto generale, in seguito vi sarà l’approvazione del Consiglio Federale, che richiederà circa un anno, seguirà la fase di progetto definitivo, ipotizzabile in un anno e mezzo, aggiungendo ancora uno/due anni per la fase di appalti e 8 anni per la costruzione, sarà difficile inaugurare la nuova infrastruttura – se tutto va bene – prima del 2033/34».

Le domande poste al Consiglio di Stato:

• Come procede l’iter del progetto elaborato dal Cantone? L’obiettivo di essere pronti al momento delle decisioni di finanziamento a livello federale resta valido a mente del Consiglio di Stato?
• Il Consiglio di Stato è a conoscenza della pubblicazione di questo bando di concorso da parte di USTRA e della necessità di rielaborare il progetto generale elaborato su mandato del Cantone? Se sì, quando e come ne è stato informato?
• Il progetto non è stato allestito – come invece precisato nel messaggio governativo sul credito di progettazione (cfr. messaggio numero 7135) – secondo “la Legge federale sulle strade nazionali”? Quali sono gli elementi da “riprendere, verificare e adeguare alla legge sulle strade nazionali”? In che modo è stata coinvolta USTRA nella realizzazione del progetto sin qui elaborato?
• Come si spiega la necessità di dover adeguare il progetto inviato a Berna, che era stato considerato positivamente dall’autorità cantonale e con il dichiarato coinvolgimento di USTRA?
• Come valuta il Consiglio di Stato questo probabile ritardo e, più in generale, le tempistiche – verosimilmente ancor più diltate di quanto previsto – e le probabilità di realizzazione del tanto atteso collegamento veloce A2-A13?
• In attesa dell’auspicato e necessario collegamento veloce, Il Consiglio di Stato si è interessato o intende interessarsi con USTRA per capire se la Confederazione interverrà per migliorare la situazione (drammatica) del traffico sul Piano di Magadino?

6 mesi fa Ecco come sarà il Piano di Magadino del futuro
6 mesi fa Collegamento veloce A2-A13, la “Bozza verde” viene inviata a Berna
5 mesi fa L'ombra dei ritardi sul collegamento A2-A13
1 anno fa Collegamento A2-A13: un progetto più verde e più caro
Commenti
 
Roberto Di Marcantonio 2 sett fa su fb
Siamo un barzelletta noi e chi ci rappresenta
Ludo Giovanettina 2 sett fa su fb
Togliere la rotonda e buttare un po' di asfalto era troppo difficile.. meglio buttare 1 miliardo e mezzo per una galleria mettendoci 15 anni
Clo 62 2 sett fa su tio
La politica ticinese è comparabile a quella dei 5 stelle E pensare che sono sufficienti 3 curve a metà ceneri e arrivi a quartino!!
Tato50 2 sett fa su tio
Bocciata la "Variante 91" dai sottocenerini, adesso grattatevi. La vendetta si serve anche su un piatto freddo ;-((((((((((
vulpus 2 sett fa su tio
Non c'è di che meravigliarsi. Un progetto che si è gonfiato con il tempo, scelte errate, valutazioni e scelte incongruenti. Po il consigliere di stato in vena di promesse, ed ecco il massimo del progetto: la galleria. Senz'altro soluzione ideale. Ma come già affermato altre volte sembra un progetto fatto per non realizzare l'opera. I costi lieviteranno ancora , e c'è poco ottimismo che portino altri 2 miliardi in Ticino . Ne hanno investito già troppi per le ferrovie, con risultati senz'altro discutibili. Per il resto...
87 2 sett fa su tio
...e come per Alptransit anche il collegamento A2-A13 al momento dell'apertura sarà un progetto ''nato vecchio e non più al passo con la sitauzione viaria''. Sono Pro collegamento A2-A13 fin da quando si parlava di Variante 95, ma ormai disilluso, più semplicemente non mi reco più nel Locarnese e ho risolto.
matteo2006 2 sett fa su tio
@87 Concordo.
Equalizer 2 sett fa su tio
Ma qualcuno si rende conto che la costruzione della A13 (ex T21) è iniziata nel 1979? Con quale faccia di bronzo abbiamo il coraggio di criticare altre nazioni sulla lungaggine delle opere?
matteo2006 2 sett fa su tio
@Equalizer Io infatti mi vergogno in tal senso della Svizzera, posso capire ma ad un certo punto va presa posizione. Siamo fin troppo "Svizzeri".
Equalizer 2 sett fa su tio
Nemmeno in Africa...
Nmemo 2 sett fa su tio
La fretta dipartimentale, per qualche forzatura a scopi elettorali, sta “facendo i micini ciechi?”. Di regola siffatti progetti sono coordinati con l’ente che li approva già in fase di progettazione preliminare. Forzature portano inevitabili conseguenze, ma a rispondere, fino al 2035(?), saranno chiamate altre persone che, come di solito, diranno che altri hanno determinato tali situazioni.
Alessandro Milani 2 sett fa su fb
Strano....
Tristano 2 sett fa su tio
Anche io !
curzio 2 sett fa su tio
"... 2033/34, tra ben 14-15 anni..." Wow, siete ottimisti! A essere realisti bisogna considerare i vari pastrugni alla ticinese, intoppi, ricorsi, opposizioni, ricorsi sulle opposizioni, opposizioni ai ricorsi... direi che il 2040 sarà una data realistica-ottimistica. In altre parole... sarò già mangime per vermi! :-D
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-21 03:12:21 | 91.208.130.87