Tipress
CANTONE
21.06.2019 - 12:010

Borse di studio: «Un taglio assurdo che colpisce 500 studenti»

Il Gruppo socialista in Gran Consiglio annuncia che voterà contro la proposta di aumento della quota del prestito obbligatorio per gli studenti di master

BELLINZONA - «Un taglio assurdo in una situazione finanziaria tranquilla, che colpisce 500 studenti». Con queste parole - affidate ad un comunicato odierno - il Gruppo socialista in Gran Consiglio annuncia la propria intenzione di votare contro alla proposta di aumentare la quota del prestito obbligatorio nelle borse di studio per gli studenti master dal 10 al 25%, approvata dalla maggioranza della Commissione formazione e cultura.

Nello specifico, la maggioranza della commissione chiede di portare dal 10% al 25% la quota di prestito obbligatorio nelle borse di studio per gli studenti master. «Se questa proposta passerà nell’anno scolastico 2019-2020, rispetto all’anno scolastico 2018-2019, vi sarà un peggioramento del sussidio a fondo perso per gli studenti master, che scenderà dal 90% al 75% della borsa di studio totale», sottolineano i socialisti, che intendono invece sostenere l’innalzamento del limite massimo delle borse di studio da 16'000 a 20'000 franchi annui.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-14 13:40:01 | 91.208.130.86