Tipress (archivio)
CANTONE
24.05.2019 - 16:210
Aggiornamento : 17:17

«Bisogna incentivare i giovani ad usare i mezzi pubblici»

La socialista Anna Biscossa, sostenuta da altri 16 deputati in Gran Consiglio, ha presentato un'iniziativa parlamentare che richiede un abbassamento dei costi dei biglietti

BELLINZONA - «Bisogna incentivare i giovani ad usare i mezzi pubblici». È questo il succo dell'iniziativa parlamentare proposta dalla Granconsigliera Anna Biscossa - e sottoscritta da altri 16 deputate e deputati (per i nomi vedi sotto) - che chiede di modificare la Legge sui trasporti pubblici. Come? «Abbassando i costi del biglietto, senza però renderlo gratuito, con lo scopo di ricordare ai fruitori che comunque anche il trasporto pubblico genera ricadute ambientali che hanno un impatto sul clima».

L'iniziativa propone, nel concreto, che le tariffe per gli utenti fino a 25 anno «non superino il 5% del costo effettivo a carico degli utenti del trasporto».

I numeri ticinesi -  In Ticino i costi totali del trasporto pubblico regionale ammontano a 222,54 milioni, di cui 71,51 vengono pagati direttamente dagli utenti con l’acquisto di biglietti e abbonamenti. I restanti 151,03 milioni sono invece finanziati con denaro pubblico: 59,97 dalla Confederazione, 54,30 dal Cantone, 28,99 dai Comuni sotto forma di contributi per il traffico regionale. I restanti 7,7 Mio (50% tra Cantone e Comuni) sono contributi supplementari per le agevolazioni tariffali. La ripartizione dei costi è quindi la seguente: 32,1% utenti, 64,4% Enti pubblici, 3,5% sotto forma di agevolazioni tariffali dagli Enti pubblici. Nel contributo pagato direttamente dagli utenti, vi sono già differenze di ripartizione degli oneri tra adulti e giovani.La ripartizione tra i diversi gruppi di età porta a definire a circa il 40% dei costi effettivi del trasporto il contributo pagato edagli utenti adulti e al 20% quello sostenuto dai giovani. Al fine di incentivare l’utilizzo trasporti pubblici tra i giovani, l’iniziativa chiede perciò di limitare le tariffe per gli utenti fino ai 25 anni al 5% del costo a carico degli utenti del trasporto.

I nomi dei sostenitori - Anna Biscossa, Ivo Durisch, Tatiana Lurati, Raoul Ghisletta, Simona Buri, Nicola Corti, Carlo Lepori, Fabrizio Sirica, Henrik Bang, Gina La Mantia, Massimiliano Ay, Lea Ferrari, Nicola Schoenenberger, Cristina Gardenghi, Claudia Crivelli Barella, Andrea Stephani e Samantha Bourgoin.

Commenti
 
albertolupo 3 mesi fa su tio
Basta non accompagnarli in auto dappertutto, non comprargliela quando hanno 18 anni e poi vanno con i mezzi pubblici, a piedi o tutt’al più in motorino.
BillieJoe 3 mesi fa su tio
Usare i mezzi pubblici??? Se non fossero quelli più cari al mondo per km, e soprattutto con più posti a sedere, li userei volentieri, ma non pago 4,80.- per 4 Min di treno in piedi, oppure 3,20 per 10 min su un bus schiacciato come una sardina!!! Diminuite i prezzi e migliorate il servizio, poi magari rivaluterò...
Equalizer 3 mesi fa su tio
Quali mezzi pubblici? Quelli che ti dicono di scendere se non hai qualcosa di speciale da fare, o quelli su gomma che mi ricordano l'India negli anni '80 come affollamento?
curzio 3 mesi fa su tio
@Equalizer Mi hai letto nel pensiero!
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-21 01:12:50 | 91.208.130.85