Ti Press
ULTIME NOTIZIE Ticino
LUGANO
6 ore
Con un cestino distrugge il parabrezza di un'auto
LUGANO
8 ore
In manette un ex direttore di banca
CONFINE
8 ore
Truffa ai danni di una malata di cancro, Proto a processo
CANTONE
8 ore
Veicolo contromano sull'A2
CANTONE
9 ore
Il rapporto dell’analisi dell’acqua? «Tendenzioso. Vuole solo creare allarmismo»
CANTONE
10 ore
Rivista Corner, un nuovo angolo di sport in Ticino
CANTONE
10 ore
A2-A13: Claudio Zali incontra l'USTRA
CANTONE
11 ore
Si voterà sulla legittima difesa
CANTONE
11 ore
Un giudice in più per il Tribunale penale cantonale
LUGANO
12 ore
«Già 3'000 firme per l'aeroporto»
LUGANO
12 ore
Barzaghi con i molinari: «Ha cantato anche lei “Borradori a testa in giù”?»
CENTOVALLI
12 ore
Una mattina di pausa per la Funivia Intragna-Pila Costa
LUGANO
12 ore
Presunto abuso edilizio a Caprino, scatta l'interrogazione al Governo
CANTONE
12 ore
Elicotteri militari, prosciolto l'imprenditore di Cresciano
ASTANO
12 ore
Moltiplicatore al 130% per evitare il tracollo finanziario
GAMBAROGNO
24.05.2019 - 11:090

La votazione sul porto è valida?

A chiederselo, e a chiederlo al Municipio, è Cleto Ferrari dopo la mancata comunicazione del superamento della spesa

GAMBAROGNO - Il 7 aprile scorso si è votato sul credito aggiuntivo di 4,5 milioni di franchi per l’edificazione del porto di Gambarogno. Solamente nove giorni dopo, il Municipio ha licenziato il messaggio concernente la richiesta di un credito suppletorio di 810'000 franchi per coprire il sorpasso di spesa per l’ampliamento e le manutenzioni straordinarie eseguite presso il Centro sportivo comunale (a fronte di un credito iniziale di 2,8 milioni).

Questo «inopportuno silenzio» del Municipio di Gambarogno, alla vigilia della votazione sul credito aggiuntivo per il porto di Gambarogno, sul «corposo» superamento di spesa non è andato giù a Cleto Ferrari, che ha deciso di interpellare il Municipio. Secondo il consigliere comunale il superamento della spesa era noto da tempo e il fatto di comunicarlo solo dopo la votazione è «irriverente per il nostro sistema democratico». 

Ferrari pone le seguenti domande al Municipio:

  • Da quanto era al corrente di questo corposo superamento di spesa?
  • Da quanto il Capodicastero che si occupa di questo progetto è al corrente di questo superamento di spesa vicino al 30%?
  • Il Municipio non ha ritenuto di informare prontamente e dettagliatamente il Consiglio Comunale in particolare la Commissione della gestione?
  • Come mai il Municipio non ha ritenuto di informare dettagliatamente la popolazione prima della votazione sul porto di Gambarogno del superamento di spesa avvenuto per le opere al centro sportivo?
  • Non ritiene il Municipio di aver leso i gli art 112 della LOC, l’art 27 del RALOC che a chiare lettere affida al Municipio il compito di informare la popolazione su problemi comunali di particolare interesse?
  • Non ritiene il Municipio di aver trasgredito agli obblighi previsti dalla Legge sull’informazione e sulla trasparenza dello Stato del 15 marzo 2011?
  • Se facciamo un parallelo di questo superamento di spesa con il progetto porto di Gambarogno è giusto affermare che lo stesso a opera conclusa potrebbe costare quasi 25 MIO CHF?
  • Il Municipio si ritiene ancora legittimato a realizzare il porto a fronte di una mancata corretta e completa informazione della popolazione che è tenuto non solo a rappresentare ma anche compiutamente informare soprattutto in fase d’esercizio dei propri diritti democratici? (Il risultato della votazione aveva mostrato uno scarto di soli 46 voti.)
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-17 05:16:54 | 91.208.130.89