Ti Press (archivio)
Referendum in vista?
ULTIME NOTIZIE Ticino
GAMBAROGNO
23 min
Eroe per un giorno: salva un 70enne dalle acque
LUGANO
52 min
«Che fine hanno fatto le panchine?»
LUGANO
1 ora
Helsinn, Giorgio Calderari entra nel Consiglio d'Amministrazione
ITALIA / CANTONE
3 ore
Scomparso in Italia, è ricoverato in un ospedale di Berna
LUGANO
3 ore
Advanced Studies Supsi, ecco i diplomati
CANTONE
4 ore
Borse di studio più generose, ma resta il prestito per il master
CAMORINO
4 ore
La torrida giornata degli asilanti: «Non ne possiamo più»
CANTONE
5 ore
Tram-Treno, sì al credito e all'emendamento socialista
CANTONE
5 ore
Chiusure dei negozi, la trattativa s'inceppa
LUGANO
5 ore
Ex Macello: il Molino è pronto a scendere in piazza
CANTONE
5 ore
Conquista il podio "estremo": «Il mio team ha commesso errori, altrimenti...»
MURALTO
6 ore
Morte della 22enne inglese: la polizia torna in hotel
CAMORINO
7 ore
Asilanti in sciopero, il DSS: «Lo facciamo per loro»
CANTONE
7 ore
Ricercato in assistenza in Ticino: «Non ha ricevuto qua il permesso»
ITALIA / CANTONE
7 ore
Scomparso dalla Provincia di Asti, potrebbe essere in Ticino
CANTONE
22.05.2019 - 11:040

Lugano-Agno: «Un progetto non credibile e inaccettabile»

L'MPS si oppone alla «cantonalizzazione» dello scalo luganese e non esclude di indire un referendum

BELLINZONA - Prendendo atto dei recenti sviluppi sul futuro dell'Aeroporto di Lugano-Agno, il movimento per il socialismo (MPS) assicura che la propria opposizione dell’MPS sarà ancora «più forte e decisa» di quella già palesata finora.

«La cantonalizzazione di fatto della società di gestione - il passaggio dall’attuale 12,5% della partecipazione del Cantone al prospettato 40% - e la prospettiva di sostegni finanziari (cantonali
e comunali) per oltre 50 milioni con l’ipotesi (che visti i tempi non ha nessuna base seria e credibile) di un ritorno alle cifre nere nel 2032 (cioè tra circa 15 anni) rendono inaccettabile e non credibile il progetto», si legge nella nota stampa.

L’MPS conferma quindi, anche per le ragioni di fondo già espresse in una recente presa di posizione, la propria opposizione al progetto: «Si opporrà in Gran Consiglio all’aumento della partecipazione del Cantone dal 12,5% al 40% del capitale della società e non esclude di indire un referendum se il Gran Consiglio dovesse accettare la proposta».

1 mese fa Il rilancio dell’aeroporto parte da otto milioni
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-25 22:49:27 | 91.208.130.85