tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
LUGANO
13 min
Incidente a Lugano Sud ed il traffico va in tilt
CAPRIASCA
19 min
Cade da un muretto, interviene la Rega
CANTONE
29 min
Approvvigionamento dell'acqua, una nuova ordinanza in caso di penuria
CAMPIONE D'ITALIA
46 min
«I debiti di Campione li paghi l'Italia»
CANTONE
1 ora
Il comitato del Kiwanis si rinnova
CANTONE
1 ora
«La dott.ssa Lesmo non è contraria ai vaccini. Ha vaccinato i suoi figli»
MASSAGNO
1 ora
I sindacati contro il CdT: «I vertici non hanno voluto incontrarci»
MENDRISIO
2 ore
Festa della Musica, tante luci e qualche ombra (sul futuro)
CANTONE
3 ore
Un'azione speciale per promuovere la donazione di sangue
BELLINZONA
3 ore
Premiati i migliori studenti delle Scuole Medie di Giubiasco
CANTONE
4 ore
Arcobaleno scontato per gli apprendisti
BIDOGNO
4 ore
Il parcheggiatore abusivo è stato estradato in Italia
CANTONE / BERNA
4 ore
«Gli ex dipendenti di Campione guadagnano di più di quando lavoravano?»
CANTONE
5 ore
E voi? La comprereste questa auto?
CANTONE
5 ore
È nato un Gruppo di riflessione sul mercato del lavoro
CANTONE
20.05.2019 - 14:340

Sciopero generale donne: «Un diritto fondamentale in ogni società democratica»

L'MpS interpella il Governo: «In che modo il Cds intende adoperarsi affinché questo diritto venga garantito?»

BELLINZONA - Il prossimo 14 giugno è stato indetto a livello nazionale uno sciopero generale donne. Uno sciopero che in un manifesto di 19 punti rivendica la parità di genere sui luoghi di lavoro, il riconoscimento e la valorizzazione del lavoro non retribuito e di cura e il riconoscimento dei diritti delle donne in diversi ambiti.

In Ticino, anche nell’ambito dell’amministrazione cantonale che nelle scuole, ci si sta organizzando per mobilitarsi in occasione di questa scadenza. In alcune realtà le azioni si tradurranno in vere e proprie astensioni dal lavoro, in altre saranno prevalentemente delle azioni dimostrative e di sensibilizzazione.

In questi mesi il dibattito si è concentrato anche attorno alla questione della legalità dello sciopero quale strumento di lotta. A tal proposito il gruppo MPS-POP-Indipendenti ribadisce che lo sciopero «è un diritto fondamentale in ogni società democratica, ed è sancito a tutti i livelli giuridici svizzeri e garantito dalle convenzioni internazionali».

Al Consiglio di Stato, tramite interpellanza, vengono quindi poste le seguenti domande:

- Non pensa che lo sciopero indetto per il 14 giugno abbia tutti i requisiti previsti dal dettato costituzionale per essere considerato non solo un diritto per tutte le dipendenti del Cantone, ma lecito dal punto di vista del diritto?
- In che modo l’amministrazione e i suoi funzionari intendono muoversi per garantire questo diritto e evitare che le dipendenti che desiderano scioperare siano oggetto di pressioni o ritorsioni?
- In che modo il Cds intende adoperarsi affinché questo diritto venga garantito anche da tutti i comuni del Cantone e in tutti i servizi pubblici e para pubblici?

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-17 17:40:48 | 91.208.130.86