tipress (archivio)
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
14 min
Tiziano Veronelli è il nuovo Segretario generale del Gran Consiglio
CANTONE
18 min
«Quanto costano i rifugiati ai Comuni ticinesi?»
LUGANO
35 min
È nato il Forum delle Associazioni Ticinesi
LUGANO
1 ora
Affoltern am Albis in visita sul Ceresio
ITALIA / AIROLO
1 ora
Il più grande profiterole al mondo non è più ticinese
BELLINZONA
1 ora
Con il Villaggio dei Pompieri si chiudono i festeggiamenti dei 190 anni
TAVERNE / RIVERA
1 ora
Veicolo in avaria sull’A2, bloccata la corsia di destra
CANTONE
1 ora
Anche gli asilanti sono detenuti
LUGANO
2 ore
Veicolo in omaggio per i pompieri. Ed è subito Tetris Challenge
LUGANO
3 ore
Endorfine Festival da tutto esaurito
CANTONE
3 ore
La frontiera resterà senza droni
DOSSIER
3 ore
Allarme clima: 12 luoghi che rischiano di scomparire
BELLINZONA
3 ore
La Fontana della Foca si tinge di arancione (per una buona causa)
CANTONE
4 ore
La SUPSI riparte con 5’320 studenti
TENERO-CONTRA
4 ore
Il viaggio svizzero della fiamma olimpica parte da Tenero
CANTONE
19.05.2019 - 14:380

Giovani UDC: «L’erosione della democrazia continua»

Il commento a caldo sule votazioni odierne: «La decisione sull'AVS non avrà effetto duraturo. Le armi? Rotto l'ordine sociale liberale»

BELLINZONA - I Giovani UDC Svizzera, come forza motrice del comitato borghese "No alla riforma fiscale e al finanziamento AVS", si dicono «molto spaventati» dall'odierno sì alla RFFA.

«Chiediamo - scrivono - di porre immediatamente fine all'idea di confondere i cittadini presentando in votazione due temi non collegati tra loro unicamente per ottenere la maggioranza. La possibilità dell’espressione fedele del voto deve essere garantita per tutte le prossime votazioni».

I Giovani UDC sottolineano che la decisione odierna riguardante l’AVS «non avrà un effetto duraturo. Una vera riforma dell'AVS, non a scapito dei giovani, deve essere presentata con urgenza. Invitiamo pertanto entrambi i Consigli a sviluppare una riforma strutturale dell’AVS e ad assumersi le proprie responsabilità».

Preoccupazione anche per l'esito della legge sulle armi - Gli stessi Giovani UDC si dicono pure preoccupati per quel che concerne la libertà delle cittadine e dei cittadini svizzeri. «Sebbene la minaccia dell’uscita di Schengen fosse del tutto bizzarra e fuori luogo, poiché la decisione sulla proroga dell'accordo è una decisione politica e non giuridica e l'UE ha tutto l'interesse a che la Svizzera rimanga nello spazio Schengen, i sostenitori sono riusciti a convincere i cittadini ad accettare la modifica sulla legge sulle armi. Questo rompe il nostro ordine sociale liberale. Gli abitanti rispettosi della legge continuano ad essere perseguitati, mentre a livello di commercio illegale d’armi rimarrà tutto come prima».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-16 15:26:17 | 91.208.130.86