ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
2 ore
Nuovo corso alla Corsi
CANTONE
2 ore
Soccorritori e sub si esercitano in vista dell'estate
CANTONE
6 ore
Patriziati riuniti in assemblea
CAMORINO
6 ore
Portali aperti al cantiere Alptransit
CANTONE
9 ore
Bellinzona diventa “Fair Trade Town”
CANTONE
9 ore
100 anni del Dono nazionale svizzero
LUGANO
9 ore
Nuda e in stato confusionale sul lungolago
AIROLO
10 ore
Incidente sull'A2, feriti due occupanti del bus
AIROLO
11 ore
Incidente in autostrada, coinvolto un bus
CAMPIONE D’ITALIA
12 ore
«Campione colpito da calamità»
GORDOLA
13 ore
I bimbi sperimentano con le loro mani
CANTONE
13 ore
Flussi migratori e pressione alla frontiera nell'incontro con i Cantoni
AGNO
15 ore
Interruzioni notturne sulla linea FLP
GAMBAROGNO
1 gior
Centocampi in bilico: il giovane agricoltore getta la spugna?
LUGANO
1 gior
Lo Stato alla caccia delle imposte non pagate dal direttore della Aston
LOCARNO / BELLINZONA
15.05.2019 - 15:530

«Semafori sì o semafori no?»

I Giovani Liberali Radicali del Locarnese e Valli e del Bellinzonese approvano l'investimento di oltre 3 milioni di franchi

LOCARNO - Sabato 4 maggio i giovani liberali radicali dei distretti del locarnese e valli e del bellinzonese e valli si sono ritrovati in un direttorio congiunto per prendere posizione sul tema delle Opere di fluidificazione della tratta Cadenazzo-Quartino.

Il tema, in tutti i suoi aspetti tecnici, è stato presentato dal Vicepresidente GLRLV Fabio Meschiari il quale ha illustrato le migliorie che, secondo gli ingegneri del traffico, il progetto porterà alla regione.

In seguito - grazie a Matija Terzic, Presidente GLRLV e favorevole alla semaforizzazione del piano di Magadino – e Enea Monticelli – Presidente GG, contrario al tema – si dibattuto a fondo sulle opportunità e i rischi di un progetto che richiede un investimento di 3'300'000 franchi.

Secondo i giovani liberali la diminuzione dei tempi di percorrenza sulla tratta Quartino-Cadenazzo «non può che portare vantaggi socio-economici non solo per le città di Locarno e Bellinzona, ma anche per i commerci del Gambarogno e del Piano che costeggiano i due lati dell’asse».

«L’introduzione della semaforizzazione inoltre - sottolineano - garantisce alla regione Locarnese di avere un collegamento interregionale almeno soddisfacente per i prossimi 15 anni in attesa dell’importante collegamento veloce A2-A13».

I giovani liberali ricordano il collegamento in questione «non è ancora una certezza assoluta e soprattutto che 15 anni di sviluppo territoriale possono apportare ancora grandi modifiche alla regione. Su una linea temporale è infatti poco meno di quanto ci distanzia dalla posa della prima rotonda e ricordiamo che a quei tempi i comuni di Quartino e Contone erano molto diversi». «Noi vogliamo - concludono -  fare quindi qualcosa per riavvicinare i centri urbani del sopraceneri che negli ultimi anni si sono parecchio distanziati». GLRLV e GLRBV dicono quindi SÌ alla posa di semafori intelligenti. 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-25 23:40:41 | 91.208.130.87