Tipress
CANTONE
31.01.2019 - 09:310

Regolazione del livello del Lago Maggiore, il Cantone è preoccupato

Il Consiglio di Stato, su indicazione del Dipartimento del territorio, ha scritto all'Ufficio federale dell'ambiente e ai referenti italiani

BELLINZONA - La regolazione del Lago Maggiore, con l’annunciato innalzamento (a +1.50 sullo zero di Sesto Calende) del relativo livello estivo preoccupa il Canton Ticino. La proposta delle autorità italiane era stata formulata alla fine del 2018.

Di conseguenza il Consiglio di Stato, su indicazione del Dipartimento del territorio, ha deciso di inoltrare una lettera all’Ufficio federale dell’ambiente e ai referenti italiani, dove esprime la propria preoccupazione e quella dei Comuni rivieraschi del Lago Maggiore.

La sperimentazione sulla regolazione del livello del lago in corso per 5 anni, ha quale obiettivo – a partire dal 2015 - l’ottimizzazione della gestione della risorsa idrica rappresentata dal lago, tenuto conto degli interessi in gioco; tra questi, in particolare, la sicurezza contro le esondazioni e la tutela degli ambienti naturali protetti delle Bolle di Magadino.

A mente del Consiglio di Stato, i risultati ottenuti nei primi anni di sperimentazione non hanno fornito elementi sufficienti e scientificamente fondati per permettere di compiere questo passo. Per quanto riguarda la sicurezza contro le piene, gli eventi dello scorso autunno hanno ulteriormente ricordato che la problematica è concreta e i danni in caso di importanti precipitazioni primaverili e di fine estate possono essere importanti.

Il Governo chiede pertanto che le decisioni riguardo a eventuali modifiche del regolamento nel quadro della sperimentazione vengano intraprese in maniera condivisa, e che venga istituito un organo italo-svizzero di consultazione e di vigilanza per la gestione delle acque transfrontaliere.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-21 11:57:00 | 91.208.130.85