Keystone
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
1 ora
Un'arma in più per lottare contro gli abusi sui minori
MASSAGNO
1 ora
Incendio in uno scantinato, evacuati in 24
CANTONE
11 ore
Il Tiro in Campagna ha fatto centro
CANTONE
12 ore
Nel tunnel Alptransit a 200 km/h: «È troppo!»
LUGANO
12 ore
StraLugano, un successo anche sul bagnato con 5’000 iscritti
MORBIO INFERIORE
13 ore
La solidarietà ha fatto gol
CANTONE
14 ore
«Mike Pompeo è persona sgradita in Ticino»
CANTONE
14 ore
Fontanieri sulla cresta dell’onda
LUGANO
15 ore
Con il cantiere è caccia al parcheggio
FAIDO
16 ore
Riaperta la Via storica della Gola del Piottino
CANTONE / BASILEA
17 ore
Pro Ticino in assemblea rinnova il Comitato centrale
MELIDE
17 ore
Violento battibecco tra allenatori, non si gioca il secondo tempo
LOCARNO
17 ore
Alla Notte Bianca anche con l'ombrello
ASTANO
20 ore
Moltiplicatore al 110%: «Accettarlo garantirà il 145%»
BELLINZONA
21 ore
Corsi di nuoto: c'è ancora tempo per iscriversi
CANTONE / SVIZZERA
04.12.2018 - 09:180

Italofonia a Berna: «Si fa tutto il possibile?»

Marco Romano chiede al Consiglio federale se si faccia realmente il possibile per avere dei rappresentanti della Svizzera italiana nei quadri dirigenti superiori dell'Amministrazione federale

BERNA - Si fa realmente tutto il possibile per avere dei rappresentanti della Svizzera italiana nei quadri dirigenti superiori dell'Amministrazione federale? È la domanda che Marco Romano ha deciso di sottoporre all'attenzione del Consiglio federale, il quale risponderà lunedì prossimo durante la tradizionale ora delle domande.

Per Romano, essendo al servizio di tutto il Paese, l'Amministrazione federale deve sapere dialogare attivamente con tutti. Una giusta eterogeneità linguistica e culturale garantisce infatti «politiche equilibrate e rispettose delle minoranze».

Il numero di quadri italofoni provenienti dalla Svizzera italiana, già da sempre fortemente minoritario, è reso ora ancor più problematico dopo le partenze di Mauro Dell’Ambrogio, Segretario di Stato e di Jörg de Bernardi, vice-cancelliere.

Commenti
 
SosPettOso 5 mesi fa su tio
La partenza del candidato al premio Bruno Manser ossia mister olio di palma Mauro Dell'Ambrogio è molto problematica perché verrà quasi sicuramente riciclato in Ticino.
miba 5 mesi fa su tio
Questo non ha fatto praticamente e concretamente un tubo a livello professionale (v. sua pagina web) e le conseguenze/limiti si vedono, come ad esempio nel caso in oggetto con le sue pseudo-preoccupazioni. La risposta più semplice ed ovvia è che il Consiglio federale nomina i propri funzionari in base alle loro competenze/capacità, indipendentemente che siano romandi, ticinesi o svizzeri tedeschi
roma 5 mesi fa su tio
...ma figurati te.
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-27 07:34:56 | 91.208.130.87