Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
GAMBAROGNO
2 ore
Centocampi in bilico: il giovane agricoltore getta la spugna?
LUGANO
4 ore
Lo Stato alla caccia delle imposte non pagate dal direttore della Aston
LUGANO
5 ore
Sebalter per festeggiare il 25esimo anniversario di Apple da Manor
SEMENTINA
5 ore
Associazione dei Contabili-Controller, premiati i neo-diplomati
CANOBBIO
6 ore
Rilasciato l'ex municipale, docente e allenatore accusato di pedofilia
CADENAZZO
7 ore
Tamponamento sull'A2 prima della galleria del Monte Ceneri
CANTONE
8 ore
L'occhio del radar scruta mezzo cantone
MUZZANO
8 ore
I tre sindacati al Corriere: «Ritirate i licenziamenti!»
CANTONE
8 ore
Erosione delle Guardie di confine, il PLR interroga il Governo
CANTONE
9 ore
«Bisogna incentivare i giovani ad usare i mezzi pubblici»
AQUILA
9 ore
Incidente nel nucleo di Aquila
BELLINZONA
9 ore
Giovani in piazza per salvare il clima
CANTONE
10 ore
Due importanti nomine per De Rosa
BELLINZONA
10 ore
«Ci hanno tagliati fuori dal mondo senza preavviso»
LUGANO
10 ore
Appartamenti sussidiati a 400 franchi in più: «Il Municipio lascia fare?»
LOCARNO
02.12.2018 - 19:270

«No al cofinanziamento dei Comuni dello sgravio fiscale cantonale»

La Sezione del PS di Locarno «saluta favorevolmente» l’adesione del Municipio all’iniziativa "Per Comuni forti e vicino al cittadino»

LOCARNO - La Sezione del PS di Locarno ritiene che la collaborazione tra differenti livelli istituzionali è fondamentale per garantire le politiche adeguate a favore dei cittadini. Per questo motivo - e considerando il miglioramento delle finanze cantonali - il partito socialista del Locarnese intende sostenere i comuni - con capofila Vernate - che hanno promosso l’iniziativa “Per comuni forti e vicino al cittadino” che chiede l’interruzione del pagamento di 25 milioni versato annualmente dai comuni al Cantone per lo svolgimento dei compiti cantonali.

«Contro l’iniziativa - ricorda il PS - il Consiglio di Stato ha inviato a tutti i comuni una lettera nella quale chiede di non aderire in quanto l’iniziativa crea “ulteriore instabilità” nel campo fiscale e nella Riforma dei compiti tra i comuni e il Cantone (Ticino 2020), non menzionando nella lettera il prospettato sgravio fiscale del 5% delle imposte cantonali. Giustamente cinque gran consiglieri di diverso schieramento (Lega, Plr, Ppd, Ps e Udc) hanno inoltrato un’interrogazione sull’ “indebita ingerenza del Consiglio di Stato nella procedura di adesione dei Consigli comunali”».

La Sezione PS di Locarno - pertanto - «saluta favorevolmente» l’adesione del Municipio all’iniziativa che giungerà presto in Consiglio Comunale e che farebbe risparmiare al nostro Comune circa 1.2 milioni l’anno e si rallegra che una sessantina di comuni hanno preannunciato l’adesione.  «Auspichiamo altresì che il dibattito in Consiglio Comunale tenga conto, in una prospettiva progettuale di collaborazione tra i due livelli istituzionali, delle obiezioni mosse dall’opportuna interrogazione sull’ “indebita ingerenza del Consiglio di Stato”».

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-25 01:26:37 | 91.208.130.86