PC
SVIZZERA
29.11.2018 - 17:110
Aggiornamento 17:39

Unione europea: «Una gabbia in cui possiamo solo soffrire»

Il Partito Comunista dice No al miliardo di coesione versato nelle casse di Bruxelles: «Piuttosto investiamo nei Paesi emergenti»

LUGANO - Il Partito Comunista, «di fronte anche al resto della sinistra succube dei dogmi europeisti», esprime un giudizio negativo nei confronti della decisione del Consiglio degli Stati a favore del contributo miliardario da parte della Confederazione ad alcuni Stati membri dell’UE.

Per il PC infatti questi soldi «pagati dai lavoratori del nostro Paese» finiranno «nelle casseforti di governi dell’Est Europa che hanno distrutto i loro Paesi, gettandoli nelle fauci della Banca Mondiale, dell’UE e della NATO». Si tratta inoltre di un «subdolo modo» per le multinazionali svizzere di «saccheggiare» il mercato est-europeo «a loro piacimento». 

Con il miliardo di coesione all'Ue, il Consiglio federale «regalerebbe i nostri soldi a governi che finora hanno saputo solo privatizzare, tagliare le pensioni, reprimere i sindacati e spesso gettato sul lastrico i loro stessi cittadini. Altro che ridurre le disparità fra paesi». Il Partito comunista auspica quindi che la Svizzera smetta «di recepire passivamente i diktat dell’UE», riscopra la sua sovranità economica e investa piuttosto nell’area euroasiatica e nei Paesi emergenti, a partire dai BRICS: «Lì sta il futuro! L’UE invece è una gabbia in cui la nostra economia potrà solo iniziare un inesorabile declino».

Commenti
 
siska 1 sett fa su tio
E la destra di questo paese sta cercando in tutti i modi di cor............re i poveri ed ignari cittadini/e di questo paese ormai allo sbando che sta volando a vista (sia a DX che a SX) solo che in questo mondo vi abitano non solo delle povere prugne o fichi secchi ci abitano persone che la pensano tutta in altra manieeeeraaaaa.
F.Netri 1 sett fa su tio
Questi comunisti, alla canna del gas, stanno ora cercando di raggranellare qualche consenso da parte degli euro-scettici, notoriamente di destra.
lo spiaggiato 1 sett fa su tio
Gli accordi bilaterali, voluti e sostenuti a più riprese dal popolo svizzero in effetti hanno un grosso limite alla sovranità svizzera... invece entrando a pieno titolo come membri della UE potremo fare valere maggiormente le nostre ragioni e influenzare dall'interno le decisioni... Austria insegna... :-))))))
OCP 1 sett fa su tio
@lo spiaggiato Potremmo fare valere maggiormente le nostre ragioni? Illuso... nell'UE vige il sistema di voto a maggioranza qualificata, quindi conta il voto del membro del Consiglio e conta anche il numero della popolazione rappresentata. Non è difficile quindi capire quanto poco peserebbe il voto della Svizzera con i suoi circa 8mio di abitanti.
lo spiaggiato 1 sett fa su tio
@OCP Per alcune cose si... per altre decisioni tra le quali quelle più importanti) ci deve essere la unanimità dei paesi... ultimo esempio la Brexit, la Spagna minacciava il suo voto contrario se nell'accordo non veniva inclusa la clausola su Gibilterra... basta una piccola ricerca su Google per saperlo... :-))))))
OCP 1 sett fa su tio
@lo spiaggiato Appunto, quindi basta che un paese di no e non si fa e visto che la Svizzera è la mucca da mungere qualsiasi cosa voglia fare a proprio favore basta che chiunque dica no e non si fa. Quindi unanimità + maggioranza qualificata... chi non è stupido capisce al volo quale sia la perdita di sovranità di un paese in un sistema così.
OCP 1 sett fa su tio
@lo spiaggiato Appunto, quindi basta che un paese dice no e non si fa e visto che la Svizzera è la mucca da mungere qualsiasi cosa voglia fare a proprio favore basta che chiunque dica no e non si fa. Quindi a dipendenza dei casi occorre unanimità o maggioranza qualificata... aggiungici la moneta unica controllata dalla BCE. Chi non è stupido capisce al volo quale sia la perdita di sovranità di un paese che aderisce ad un sistema come questo.
lo spiaggiato 1 sett fa su tio
@OCP Chi non è stupido capisce al volo che la perdita di sovranità è maggiore con gli accordi bilaterali che non entrando con poteri decisionali... Però la euro-fobia , come tutte le fobie, annebbia un poco il cervello... quindi sei scusato... :-))))
OCP 1 sett fa su tio
@lo spiaggiato Caro spiaggiato, è una fobia anche essere pro UE credendo che sia tutto fantastico. Comunque come sempre fai la ruota facendo finta di essere un pavone... ma la fanno anche i tacchini ;-)
centauro 1 sett fa su tio
Mettiamo in chiaro cosa significa l'acronimo BRICS: Brasile, Russia, India, Cina, Sudafrica.......geograficamente vicinissimi!!!
limortaccituoi 1 sett fa su tio
Una cosa non esclude l'altra. In ogni caso, se fossi costretto a scegliere con chi avere relazioni, con tutti i problemi che può avere l'UE, mi sembra assurdo non farlo con chi ha una storia, una cultura, una mentalità simile alla nostra, nonché nostri vicini di casa. Esattamente, quali sarebbero i vantaggi di rivolgersi ai BRICS, piuttosto che ai paesi dell'UE?
siska 1 sett fa su tio
Se dentro ad un paese come la Svizzera, da una parte c'é una ricchezza spropositata a confronto e nei confronti di un popolo sempre più precario ma popolato pure da animi per nulla solidali e lungimiranti cosa si vuol pretendere di essere un paese degno di nota? ma dai su.....e questo grazie a quel o a quei soliti partiti arroccati dentro alle loro ideologie malate che vorrebbero (in parte ci sono già riusciti) istituire uno stato poliziesco che vuole per forza chiudere la bocca alle persone e istruirle in maniera sottile quasi invisibile al massimo rigore e ordine. Società come la nostra é destinata a fallire le cose sono due: o scende a compromessi a il mondo che la fuori va avanti lo sommergerà di debiti e i debiti li pagheremo noi.
patrick28 1 sett fa su tio
BASTA UDC-Lega, adesso anche coi comunisti !! IL POPOLO VUOLE RELAZIONI BUONE CON L'UE !!!
Mattiatr 1 sett fa su tio
@patrick28 Sono piuttosto convinto che il popolo non lo rappresenti da solo, infatti sei l'unico che conosco che è 100% UE sei te. Comunque complimenti per aver cambiato il disco :-). In ogni caso l'UE c'è e va sopportata, dall'esterno ovviamente, una nazione piccola come la Svizzera perderebbe ogni sorta di considerazione all'interno di quei soci. Servono degli accordi che la politica deve prendere con gli Svizzeri per gli Svizzeri, cosa che non sta facendo. Ci stiamo sottomettendo e in più gli facciamo i regalini miliardari, gli accordi servono ma non devono essere loro (classe politica europea non poteri forti o illuminati) a farli. Noi partiamo dal presupposto che l'UE ci ha con le mani legate, se non gli servissimo nemmeno tratterebbe con noi, pertanto dobbiamo trattare alla pari e non dal basso.
patrick28 1 sett fa su tio
Brics: Brasile in crisi totale, Sudafrica non ne parliamo. Russia in crisi + sanzioni internazionali. Con Cina abbiamo già un accordo di libero scambio che va bene. Direi quindi solo con India nuovi accordi UE fondamentale per noi !! Avanti così. Non crediamo alle balle UDC-Lega
Asdo 1 sett fa su tio
La gente va contro per principio perché è "comunista", ma su quest'argomento hanno perfettamente ragione
lügan81 1 sett fa su tio
completamente d'accordo! investire nei BRICS piuttosto che nell'UE, l'europa si sta che sta tramontando e che da anni se non decenni ha seri problemi su molti fronti, perlomeno con i BRICS possiamo fare buoni affari e buone relazioni diplomatiche, è vero il futuro è nei BRICS
patrick28 1 sett fa su tio
Abbasso il comunismo !! FORZA UE !!! SEMPRE
aquila bianca 1 sett fa su tio
@patrick28 Ocio, che dal 2020, sarai uno dei possibili sotto osservazione….. Cordialmente…..neh....28
Danny50 1 sett fa su tio
Mi sa che mi faccio comunista. Sembrano essere più realistici del triciclo. W Marx !
Salbra 1 sett fa su tio
Giusto ! Tutti vogliono andarsene dall' UE GB e l' Italia non è più padrone in casa propria..e cosa fa la Svizzera..regala i soldi a Junker e banda ! NO niente miliardo a fondo perso !!
Tags
ue
paesi
comunista
partito comunista
partito
gabbia
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-12 18:12:23 | 91.208.130.87