Ti Press
CANTONE
02.11.2018 - 13:120

«È ora di insistere per il completamento di AlpTransit»

Il PLRT accoglie positivamente gli investimenti della Confederazione per la mobilità del nostro Cantone, «ma Tram-Treno e la nuova fermata a Bellinzona non bastano»

CAMORINO - La decisione del Consiglio federale di finanziare la tratta prioritaria della rete tram-treno del Luganese e la nuova fermata ferroviaria di Piazza Indipendenza a Bellinzona, pur essendo «positiva», non è sufficiente per la mobilità del nostro Cantone. A dirlo è il PLR ticinese, secondo il quale l'obiettivo dev'essere anche quello di veder completato il progetto AlpTransit, con la realizzazione del prolungamento a Sud di Lugano e della tratta Biasca-Camorino con la circonvallazione degli abitati del Bellinzonese e del Luganese.

«Dobbiamo avere il coraggio di prendere oggi delle decisioni per permettere alle future generazioni di usufruire di una rete nazionale completa, che liberi le tratte attuali già intasate dal traffico merci, affinché si possa ulteriormente potenziare l’offerta di trasporto pubblico per le persone», si legge nel comunicato stampa del partito. 

Il PLRT è ben cosciente che vi siano dei limiti politici ed economici, ma non riesce a concepire «l’assenza di volontà di almeno avviare la fase di progettazione di questi lavori di importanza fondamentale per il nostro territorio». Oggi, invece di un’opera completa ed omogenea, ci si trova infatti di fronte anche a parecchi “buchi”. In particolare, «è inconcepibile pensare di poter mantenere sul lungo termine frequenze importanti di treni merci, soprattutto di notte, nel bel mezzo dell’abitato del Bellinzonese e del Luganese». 

 

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Gus 2 anni fa su tio
Purtroppo il PLRT di Caprara guarda solo al Sottoceneri. Alle Valli Caprara non ha mai rivolto la sua attenzione con atti concreti
GI 2 anni fa su tio
giusto recriminare......per quanto da anni sappiano a cosa andremo in contro....chissà che la prossima generazione (quella che nasce in questi anni) riesca a "dormire sonni più tranquilli" ?
Nmemo 2 anni fa su tio
Un’utopia per i prossimi 30 anni. Ora, appare sempre più una ricerca contingente di consensi elettorali, perché la problematica è già messa in attesa dalla Berna federale. Lo sbocco naturale a sud di Alptransit è sulla direttrice del Verbano. Il Ticino è riuscito a farsi la bretella su Lugano. Insistere verso sud da quel lato, è impresa difficile e costosa, a prescindere dalle capacità oltre confine. Presidente Caprara (bellinzonese), non le sembra che una pianificazione oggettiva imponga anche la definizione della fermata stazione Ticino? È già lì, quasi fatta, a Camorino.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-19 18:13:31 | 91.208.130.86