Keystone
MUZZANO
25.10.2018 - 10:060

«Il Municipio fornisce false risposte»

Il PLR comunale punta il dito contro l’Esecutivo per la battuta d’arresto del progetto aggregativo con Collina d’Oro

MUZZANO - Il processo di aggregazione tra i comuni di Muzzano e Collina d’Oro è a un punto fermo. Rispondendo ad un’interpellanza del PLR dello scorso 24 settembre, il Municipio di Muzzano ha confermato che il Consiglio di Stato non ha per il momento trasmesso agli esecutivi la sua proposta, lasciando di fatto il progetto in una «fase interlocutoria». In concreto, a provocare lo stop sarebbe il capitolo inerente il Corpo di Polizia (e le note vicissitudini) del comune di Collina d’Oro. Fino a quando questo non sarà risolto il rapporto sull’aggregazione non sarà aggiornato e ripresentato ai rispettivi Consigli comunali.

Insoddisfatto delle risposte, il PLR muzzanese - in una nota odierna - accusa l’Esecutivo comunale di aver agito in modo «irresponsabile ed equivoco». Per due anni, si legge, «gli esponenti dei due Municipi hanno lavorato a scatola chiusa senza mai convocare o informare la Commissione Aggregazione del legislativo. Adesso l’esecutivo nega un’informazione corretta, trincerandosi dietro una “fase interlocutoria” scordandosi che con la pubblicazione del rapporto, visibile sul sito dei due Comuni, ed il voto nei rispettivi Consigli Comunali il documento è, di fatto, diventato pubblico».

Le risposte fornite dal Municipio «aumentano ancor di più lo scetticismo e diminuiscono la fiducia nei promotori che sembra vogliano nascondere la posizione del Consiglio di Stato al legislativo ed alla cittadinanza», scrive il PLR che ribadisce inoltre come «il progetto proposto debba essere rivisto, non solo per il capitolo inerente la polizia».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-28 07:30:58 | 91.208.130.86