Ti Press
MENDRISIO
16.10.2018 - 17:040
Aggiornamento : 18:34

Fra Municipio e Casinò torna il sereno

Dopo una vertenza giudiziaria durata anni, è stata raggiunta un'intesa per i contributi di pubblica utilità versati dalla casa da gioco

MENDRISIO - Il Municipio di Mendrisio e la Casinò Admiral SA hanno ratificato in via definitiva l’accordo (già raggiunto nella primavera scorsa) sulla vertenza relativa ai contributi di pubblica utilità che la casa da gioco versa al Comune in base a una convenzione siglata nel 2000.

Il versamento era stato sospeso a causa del considerevole calo della cifra d’affari della casa da gioco, cosa che aveva originato negli ultimi anni una vertenza giudiziaria, che si è conclusa in virtù dell’intesa raggiunta. «La trattativa è stata lunga e difficile - fa sapere il Municipio di Mendrisio -, ma alla fine è sfociata oggi nella firma di un accordo che le parti giudicano sostenibile e ragionevole».

L'accordo prevede che il Casinò versi alla Città di Mendrisio un contributo unico per gli anni passati, «a chiusura di ogni contenzioso e pretesa», e un adeguamento della convenzione in essere a partire dall’anno in corso. Tale adeguamento comporta una ridefinizione dei contribuiti annui in base alla mutata situazione economica della casa da gioco e in generale del mercato dei casinò. I termini principali dell’accordo sono i seguenti:

  • qualora la cifra d’affari del Casinò dovesse essere inferiore ai 45 milioni di franchi annui il contributo al Comune sarà pari a zero;
  • il contributo stesso crescerà proporzionalmente nel caso in cui la cifra d’affari del Casinò superi i 45 milioni, fino a raggiungere un contributo al Comune pari a un milione di franchi qualora la casa da gioco raggiunga una cifra d’affari annua di 70 milioni;
  • al di sopra di questa cifra si tornerà ad applicare l’accordo originario firmato tra le parti.

«L'intesa ha richiesto un importante sforzo bilaterale e tiene conto sia della mutata situazione economica del Casinò Admiral, sia dell’interesse della Città di Mendrisio di chiudere la vertenza, nonché di poter continuare a beneficiare dei contributi della casa da gioco», conclude l'esecutivo momò.

Questi contributi sono destinati a promuovere e sostenere finanziariamente progetti e attività di pubblica utilità, d'interesse culturale, turistico e sportivo.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-07 02:46:54 | 91.208.130.85