Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
LOCARNO
5 ore
Nevicate che sanno di beffa per Cardada
Vista la meteo di questi giorni, qualche rimpianto per la chiusura degli impianti c’è. «Ma un anno in più non avrebbe fatto la differenza», spiega il locale Sci Club
CONFINE
6 ore
Viaggio dell’orrore: tenta di stuprare una ragazza in treno
È accaduto lo scorso venerdì su un convoglio Trenord tra Chiasso e Milano
CANTONE / CONFINE
7 ore
Vendono un Rolex da quindicimila franchi, truffati due luganesi
Pensavano di incassare più di quanto gli fosse stato offerto da orologerie e gioiellerie, ma hanno guadagnato una manciata di soldi falsi
CANTONE
7 ore
Code in dogana per lavori in Italia
Gli automobilisti diretti a sud devono fare i conti con traffico congestionato al valico di Chiasso Brogeda
SONDAGGIO
CANTONE
7 ore
Acquisti online tabù: «I regali comprateli in Ticino»
L’appello della Federcommercio in vista del Natale. La presidente Lorenza Sommaruga: «Non vogliamo demonizzare nessuno. Però tanti piccoli negozi sono a rischio chiusura»
CAMPIONE D'ITALIA
9 ore
I campionesi non ci stanno e scrivono a Mattarella
Il Comitato civico ha indetto una conferenza stampa per chiedere, ancora una volta, di annullare o perlomeno sospendere l'ingresso dell'enclave nello spazio doganale dell'Unione europea
CANTONE / ITALIA
10 ore
Il sentiero di Leonardo Da Vinci passa dal Ticino
Il percorso è nato per celebrare la figura di Leonardo da Vinci nel 500° della sua scomparsa
CANTONE
10 ore
Vent’anni di prigione, e l’espulsione dalla Svizzera
È la pena esemplare proposta dalla Procura per il 56enne che, due anni fa, uccise la moglie all’autosilo di Ascona
CANTONE / CONFINE
11 ore
Ticinesi nei boschi per la droga, fermato l'ennesimo traffico
Un anno di pedinamenti, mezzi aerei e diverse auto per porre un freno allo spaccio in quel del Parco Pineta
CANTONE
11 ore
In aula va in scena il video dell'uccisione, e scoppia il dolore
Nella requisitoria, il Pp Moreno Capella ha ricostruito il «calvario» della donna uccisa all’autosilo di Ascona. Critiche dalla Procura alla polizia
CANTONE
12 ore
Ballottaggio per gli Stati: «La RSI non c’era»
La critica del Consiglio del pubblico della CORSI: «C'era voglia di informazione». Quindi le scuse: «Terremo conto delle osservazioni per migliorare»
CANTONE
13 ore
«Le cave sono una risorsa indispensabile»
Presentata un'iniziativa parlamentare elaborata che chiede una regolamentazione del settore, tutelando interessi pubblici e privati
LUGANO
13 ore
Donne e amministrazione pubblica: «La situazione è scandalosa»
I consiglieri comunali socialisti chiedono l'introduzione di una quota minima del 30%
CANTONE
23.09.2018 - 20:310

«Ora il progetto per la riforma scolastica si ferma»

La reazione del consigliere di Stato Manuele Bertoli, direttore del Decs: «Sono deluso»

BELLINZONA - «Ero moderatamente pessimista, per cui non sono sorpreso. Sono deluso, ma il risultato va accettato per quel che è». È quanto ci dice il consigliere di Stato Manuele Bertoli, direttore del Decs, dopo che oggi il 56,7% dei cittadini ha bocciato il credito per la sperimentazione del progetto “La scuola che verrà”. Un credito che il Gran Consiglio aveva invece approvato a larga maggioranza.

Consigliere di Stato Bertoli, ora cosa accadrà?
«Il progetto, che era globale, si ferma. Potremo semmai riprendere questioni puntuali, ma sarebbe antidemocratico ripresentarci con un progetto esteso».

Secondo i Verdi l'odierna votazione è stata trasformata in un referendum su Bertoli: cosa ne pensa?
«È un’opinione, andrebbe fatta un’analisi dettagliata da parte di chi fa queste cose di mestiere per sapere com’è andata davvero. Sarebbe ben triste se la scuola fosse stata presa in ostaggio per ragioni diverse da quelle che avrebbero dovuto essere al centro del voto».

Commenti
 
vulpus 1 anno fa su tio
Le campane vanno sentite tutte. Se lei avesse seguito i dissensi e le critiche avvanzate da docenti e direttori, forse vedrebbe che qualcosa è stato accettato, ma quello che avrbbe portato alla messa in campo del progetto no. Le posizioni si sono cristallizzate. Ora non rimane che scremare quanto c'è di accettato e ripartire, consultando , una volta per tutte chi nella scuola ci lavora e ci manda i figli!
Dioneus 1 anno fa su tio
è bene ricordare che il finanziamento per la Scuola che Verrà fu votato a maggioranza assoluta dal GC e in toto dal CdS. Mi stupisce quindi che la Lega festeggi per qualcosa che scredita i suoi due consiglieri di Stato e, più in generale, mi domando se il GC davvero è rappresentativo del popolo, dato che da questo viene sconfessato. E. più in generale, serve davvero un Parlamento come organo legislativo o converrebbe la trasformazioni in un organo consultativo o tutt'alpiù propositivo?
MIM 1 anno fa su tio
@Dioneus Ma tu pensi che tutti i socialisti abbiano votato a favore? Ma dove vivi?
Nmemo 1 anno fa su tio
@matteo 2006 Insomma, dal suo personale punto di vista, un insostituibile. Però sto PS, sta ancora sulle barricate a difesa delle persone, non delle idee.
Nmemo 1 anno fa su tio
E sì, la conclusione dovrebbe: non sono la persona giusta. Tutto il resto è contorno. C’è qualcuno che sarà in grado di farglielo capire?
matteo2006 1 anno fa su tio
@Nmemo Bertoli sa il fatto suo come persona e come politico che piaccia o meno non si può negare, lo hanno messo (si è messo) su quelli del PS perchè non avevano alternative se non perdere il posto; se non hanno ancora alternative valide rimarrà saldo al suo posto.
nessuno 1 anno fa su tio
credo che il problema sia l'on Bertoli non la scuola. non ne azzecca una.
vulpus 1 anno fa su tio
I docenti avevano presentato proposte valide e da approfondire. Non sono stati ascoltati in nessun modo, anzi.E allora la scuola che verrà va fatta con chi è al fronte non alle scrivanie.
matteo2006 1 anno fa su tio
@vulpus Tra le proposte c'era anche la richiesta di aumento dello stipendio o quella era a sé stante e non vincolante?
Calotta Polare 1 anno fa su tio
@vulpus Ciò che lei dice è falso. Ho seguito da vicino la consultazione e numerose proposte o richieste di modifica provenienti dal mondo della scuola sono state accolte. Se ha voglia di approfondire trova online una tabella di tutti gli aspetti accolti o modificati, nella nuova versione della SCV.
Logico 1 anno fa su tio
Un ennesimo segnale di quanto sia controproducente non essere in grado di ascoltare tutte le sensibilità politiche (destra, sinistra) e tastare quindi il polso del popolo. Beh, almeno stavolta non abbiamo sentito la mitica frase “Bisogna rivotare”
VISIO 1 anno fa su tio
Spesi molti soldi del contribuente per un progetto e campafba elettorale scandaloso ! Al posto di gurdare oltre il proprio giardinetto cantonale al fine di VEDERE e adottare dei sistemi validi ed efficiente adottati da altri Cantoni, il Bertoli & Co volevano inventare l'acqua calda usand i nostri giovani come CAVIE. Per fortuna che hanno PERSO. VEGOGNA.
limortaccituoi 1 anno fa su tio
@VISIO Questo commento la dice lunga su chi ha deciso come la scuola non sarà. Forse il progetto di Bertoli era troppo ambizioso, bisognerebbe fare qualche passo indietro, per esempio insegnando ai blogger a esprimersi in italiano corretto.
Calotta Polare 1 anno fa su tio
@VISIO Il progetto non era campato in aria e nemmeno scandaloso. C'erano dei punti critici, ma non mi pare si siano voluti affrontare seriamente. La scuola ha già tracciato il suo percorso verso un insegnamento delle competenze, l'introduzione dei laboratori, la codocenza, eccetera con gli accordi harmos e i nuovi piani di studio. La scuola che verrà metteva in atto alcuni strumenti che potevano aiutare a mettere in pratica questi principi già fissati nei nuovi piani di studio.
Zico 1 anno fa su tio
@limortaccituoi se vogliamo veramente scrivere in italiano si dice aD esprimersi. ma i professori e poeti (da blog) sono dotati di licenze lingiustiche.... da mia via dal tö!
Loki 1 anno fa su tio
Chi semina tempesta ... è triste certamente, ma è così! ... E che Bertoli e il suo entourage si facciano ora una bella riflessione, ah dimenticavo .... con una buona dose di umiltà!
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-20 03:57:56 | 91.208.130.85