Ti Press
CANTONE
12.09.2018 - 15:230
Aggiornamento 17:10

Il Governo? «Una casta sempre più lontana»

I Verdi del Ticino prendono posizione sulla vicenda dei rimborsi spese, a cui 4/5 del Consiglio di Stato non ha voluto rinunciare. Il Partito socialista: «Il Parlamento decida al più presto»

BELLINZONA - Anche i Verdi hanno voluto prendere posizione sulla querelle che vede opposti Matteo Pronzini da una parte e quattro dei cinque consiglieri di Stato dall'altra, ovvero colora che fanno parte del «partito del privilegio e dell’incapacità di percepire la pancia del paese». 

«In Ticino il 31% degli abitanti è a rischio di povertà, le persone in assistenza sono raddoppiate dal 2012 ad oggi e il reddito disponibile delle famiglie è sempre minore, complici anche i tagli delle prestazioni sociali che permettevano una vita più dignitosa a molte economie domestiche in difficoltà. Il Governo propone di stabilire un salario minimo “dignitoso” a quota 18,75 franchi orari, cifra che di dignitoso non ha proprio nulla», premettono i Verdi. «Eppure quando si tratta di difendere i propri privilegi, come ad esempio il rimborso forfettario di spese telefoniche di 3'600 franchi annui, non ritiene necessaria alcuna parsimonia né empatia verso le fasce meno agiate della popolazione».

«A questi privilegi non si può certo rinunciare, neppure in assenza di una base legale. Neppure se si guadagnano 20'000 franchi al mese mentre un abbonamento telefonico de luxe non supera i 2'000 franchi all’anno e per difenderli si cerca a tutti costi limitare la trasparenza della gestione della cosa pubblica», prosegue in modo sarcastico il partito.

Ricordando che «i veri problemi sono quelli della popolazione e non la difesa di privilegi ormai ingiustificabili dopo aver chiesto sacrifici a tutti coloro che non fanno parte di un’élite», i Verdi concludono affermando di «essere un po’ stufi di questo Consiglio di Stato».

«Il Parlamento decida» - Anche il Partito socialista si esprime sulla questione dei rimborsi, sostenendo che «la questione debba essere risolta una volta per tute dal punto di vista politico in Parlamento». Lo scontro tra Matteo Pronzini e i consiglieri di Stato, in sede giudiziaria, «non è un metodo che può risolvere il problema politico».

Il Gruppo socialista si dice «pronto da tempo a decidere» in Parlamento. «La lentezza e l’esitazione con cui si sta trattando questo dossier nuoce alla credibilità delle istituzioni e della politica». Per questo motivo chiede che i partiti di tutto l’arco parlamentare si attivino al più presto affinché la questione dei rimborsi non si protraggano ancora. 

I socialisti colgono inoltre l'occasione per sollevare un altro dossier che «non può più attendere di essere risolto»: quello sulla previdenza vecchiaia dei Consiglieri di Stato e il loro assoggettamento alla Cassa pensione così come avviene per tutti i dipendenti dello Stato. Anche in questo caso, il Gruppo Socialista «è pronto da parecchio tempo a decidere» anche perché «il decreto del 2015 sul passaggio dei Consiglieri di Stato alla cassa pensione ordinaria andava attuato entro il 2016 e ad oggi è rimasto senza seguito». 

2 mesi fa «I consiglieri di Stato si vergognino!»
2 mesi fa Matteo Pronzini denunciato da quattro consiglieri di Stato
Commenti
 
Loki 2 mesi fa su tio
Guardate che ce la prendiamo con loro, casta politica, ed è giusto così, ma i problemi spesso li creano i funzionari che trattano la “cosa pubblica” come fosse loro. Per funzionari intendo i quadri dirigenti e non i semplici impiegati. Colpa dei politici e Cs essersi attorniato di certe personalità e non saperle controllare. ... perché alla fine i responsabili di tutto sono loro, i politici. I CS è pure lautamente pagato per farlo!
pulp 2 mesi fa su tio
Il mio sarcasmo sarà poco illuminato - ma a conti fatti ho semplicemente preso atto di quanto scritto da Curzio e l'ho rapportato alla situazione attuale. Se la classe dirigente ti fa schifo, voti altrimenti. Se alla fine della tornata elettorale resta la stessa classe dirigente, significa che sei rimasto in minoranza. E' matematica - non sarcasmo.
siska 2 mesi fa su tio
Chi si auto celebra generalmente sono politici ma non solo..narcisi per loro natura, inaffidabili a livello relazionale tendono a primeggiare e a sentirsi sempre migliore di te fanno il loro bene primariamente poi per chi e per quello in cui lavorano. Il peggio é che sono abili a manipolare chi hanno davanti ed é la chiave del loro successo. L'invidia tanto gettata addosso agli altri specialmente a quelli che non la pensano minimamente come loro, fa parte del background personale se no non arriverebbero dove sono.
siska 2 mesi fa su tio
@siska Manipolazione.
siska 2 mesi fa su tio
Ben detto curzio!
curzio 2 mesi fa su tio
Si da sempre la colpa ai politici. Ma i politici non cadono dal cielo. Li eleggono i cittadini. Un popolo di egoisti e furbacchioni ha eletto un governo di egoisti e furbacchioni. I risultati sono lì da vedere!
pulp 2 mesi fa su tio
@curzio Quindi significa che gli egoisti e furbacchioni sono la maggioranza ...se li hanno eletti. Quindi significa che gli invidiosi e rancorosi starnazzano ma sono una minoranza. Cosa è la democrazia? Vince lo zero virgola o la maggioranza?
sedelin 2 mesi fa su tio
@pulp errore: "egoisti e furbacchioni" é il contrario di ALTRUISTI e ONESTI" che sono sempre in minoranza: per questo il mondo va come lo vediamo andare: alla deriva. il tuo sarcasmo, peraltro poco illuminato, é tipico di chi ha esaurito le argomentazioni. pace e sviluppo a te!
Tato50 2 mesi fa su tio
@pulp Non ho capito perché se non non stanno bene qui, non vanno ad abitare dove comanda uno solo -;)
pulp 2 mesi fa su tio
@Tato50 Ciao caro Tato... Tu sai chi sono e forse capisci meglio di altri ciò che scrivo. Ma alla fine il concetto è semplice.... taluni criticano... taluni fanno e sono criticati. Tütt li.....
Tato50 2 mesi fa su tio
@pulp Ciao pulp, certo che ti conosco e sono anche sicuro che quello che hai fatto era dettato dalla passione e di cercare di dare il meglio a chi ti aveva dato fiducia. È evidente che non sempre si possono accontentare tutti, che molti entrano in politica per magari qualche loro interesse ma non credo che siano tutti così. Se prendono decisioni che fanno comodo sono bravi se è il contrario fanno schifo e li odi tutti indistintamente. Forse i politici che abbiamo a livello cantonale quando si esprimono dovrebbero usare molto meno il "politichese" perché a volte, pur non essendo "gnucco" non capisco un accidenti di quello che dicono. Io ho perso un po' la fiducia in chi ha in mano le redini in diverse occasioni l'ultima quando fatta la Grande Bellinzona perché il primo problema per i Municipali era quello di aumentarsi lo stipendio. Poi, tornando indietro al Municipio di Bellinzona del 1984, grazie a loro mi hanno fregato alcune centinaia di miliaia di franchi per avermi espropriato forzatamente una casa e un terreno in zona Pratocarasso per costruire una strada che aveva il compito di sgravare la Via S. Gottardo. Terreno pagato a mio padre 80 franchi al metro, casa rasa al suolo e strada mai fatta. Quattro anni fa il Municipio ha venduto il mio ex terreno a un privato per 1100 franchi al metro e dove c'era la mia casa si è costruito una villetta. Ti viene spontaneo perdere la fiducia nelle Istituzioni e per riaverla ci voglio anni ma basta poco per tornare al punto di partenza. Chi dice che in fondo li votiamo noi da una parte ha ragione, ma se voti scheda di partito dai voti a gente che nemmeno sai che esiste e quali capacità potrà avere una volta comodamente seduto. Meglio la schede senza intestazione e tenerne una copia per quattro anni per evitare magari di fare l'errore di aver dato fiducia a qualcuno che non la meritava. In fondo, però, abbiamo a disposizione gli strumenti necessari per contrastare certe decisioni e poi è il popolo che decide. Se leggo però certi Post, in particolare sulle CM, non sono i politici che si sono martellati gli zebedei ma chi ha votato pensando solo a se stesso. Gente che la solidarietà pensa sia una festa di paese ;-((
Bacaude 2 mesi fa su tio
La sinistra da 15 anni conta come il 2 di picche quando briscola è quadri. Cmq è un tipico atteggiamento leghista dare la colpa a tutto il resto del mondo anche quando si è al timone...
matteo2006 2 mesi fa su tio
Votare in bianco in massa ma andare a votare; una bella sfilza di schede bianche e capiranno che non li vuole nessuno e si sono votati solo tra li loro.
Zico 2 mesi fa su tio
@matteo2006 capiranno? non credo sono talmente gonfi di sè che andrebbero al potere con i propri voti e quello dei famigliari dicendo che sono stati eletti democraticamente. e detto tra noi: chi mettiamo al loro posto?
sedelin 2 mesi fa su tio
perché, é mai stata vicina al popolo la casta da noi eletta? salvo rare eccezioni nel passato della storia ticinese, mai visto nessuno avere a cuore il popolino (lo diceva già mio padre). ma oggi si sta aprendo mooolto lentamente uno spiraglio di speranza con chi solleva una questione come quella dei rimborsi. certo che la battaglia sarà lunga e dura con un governo "destrorso a trazione leghista" (becaude)! anziché lamentarsi sarebbe ora di aprire gli occhi, lasciare da parte la pancia e illuminare il cervello e votare con senno e discernimento lasciando da parte nepostismi, amicizie di partito, interessi personali, egoismo.
Equalizer 2 mesi fa su tio
Già ma il prossimo anno chi si vota? I giovani per ben che li apprezzo sono ancora un po' acerbi, i vecchi sono bolliti con idee progressiste ferme all'epoca del Franscini, la categoria di mezzo per la metà si fa i tornaconti propri, l'altra metà una parte vive di utopie ed il rimanente finalmente fa politica. Devo ammettere che Pronzini non mi era mai piaciuto ma oggi in un qualche modo è un po' il Nano della situazione andando a scoperchiare a destra e a sinistra varie padelle piene di magagne, non dimentichiamo che la Lega ha iniziato così, ma oggi purtroppo buona parte della dirigenza ha perso completamente lo spirito del fondatore. Un Zali in tempi remoti non avrebbe avuto futuro dopo quanto fatto, mentre oggi è ancora lì, il Beltra nessuno ha gli attributi per farlo scendere dal seggiolone, Herr Gobbi è riuscito a migliorare la sicurezza, ma a che prezzo, sembra quasi di essere nella DDR, manca solo che alla sera devo chiamare in polizia per dire che esco e dove vado... Il Vitta si gongola e non ho ancora capito per cosa, e il Bertoli con le idee è fermo alle barricate nostalgiche del '68. Quindi per tornare alla domanda d'apertura, cosa si fa?
Tenderloin 2 mesi fa su tio
@Equalizer Vota senza intestazione e le persone che ritieni valide di ogni partito senza steccati ideologici da sinistra a destra. Il partito che candida più persone valide si becca più voti.
limortaccituoi 2 mesi fa su tio
@Equalizer Una bella fotografia del governo attuale, te lo riconosco.
siska 2 mesi fa su tio
Comunque questo autogoal da parte dei magnifici 4 per me é una brutta storia, fatta da uomini arroganti e prepotenti verso i cittadini e cittadine di questo e poi hanno il coraggio di chiederti sacrifici più di così siamo ormai ridotti all'osso. Vergognatevi davanti al popolo ma non neppure immaginare quando vi guardate allo specchio ogni sera. Brutte persone.
lügan81 2 mesi fa su tio
Sinistra o destra fanno entrambi casini... Ma non sono tanto i partiti quanto le persone... E direi che gli ultimi governi hanno fatto tanto tanto casino... Ora le prossime elezioni si avvicinano.. Speriamo che i ticinesi votino meglio Dell ultima volta... Sempre sperando che ci sia qualcuno di meritevole da votare... Perché chi ma par che ghé nisün con un puu da saa in testa!
noci 2 mesi fa su tio
@lügan81 Il Governo una casta sempre più lontana, ebbene Governo inteso come Consiglio di Stato, Gran Consiglio e funzionari. Allo sbando e sempre più impegnati a giustificarsi su ogni fronte invece di ammettere le magagne e risolverle. Forze e soldi sperperati per salvare il "cadreghino". Un disastro!!
Bacaude 2 mesi fa su tio
9 anni di governo destrorso a trazione leghista e mi pare che le cose siano solo peggiorate. la soluzione può essere solo estendere giustizia e socialità a tutti facendo pagare un pò di più chi è stato aiutato da questo governicchio. Ho la sensazione però che noi ticinesi, invidiosi come al solito, siccome questo vorrebbe dire dare qualche vantaggio anche a stranieri o (sia mai!) frontalieri, la prossima volta voteremo ancora chi ci dice di volere solo il bene del territorio e dei ticinesi e continua ad offrirci supposte.
Lonely Cat 2 mesi fa su tio
@Bacaude Evidentemente viviamo su due pianeti diversi. Sul mio la Lega, nonostante abbia la maggioranza relativa, è l’ultima a comandare. Durante l'ultimo decennio la sinistra ha disastrato sia il cantone che la nazione. Quasi quasi che vengo sul tuo pianeta. Anche lì sono bene accetti i migranti? :)
Mattiatr 2 mesi fa su tio
@Lonely Cat Mi pare di essere sulla tua stessa lunghezza d'onda. Il centro destra avrà anche la maggioranza ma sono apparsi nuovi fattori. Per esempio il timore di poter sembrare razzisti, le accuse di fascismo gratuito e una censura apparente del linguaggio sempre per via delle accuse.¶ Uno di destra deve stare attento alle parole perché rischia di toccare l'argomento sbagliato.
limortaccituoi 2 mesi fa su tio
@Lonely Cat La sinistra in ticino conta come il due di picche. Possiamo raccontarci la favoletta che tutti i mali sono imputabili al PS e ai loro amichetti, ma i numeri parlano di un parlamento e un consiglio di stato fortemente sbilanciato a destra e un cantone che arranca sempre di più. Questa è la democrazia, il sistema che auspichi tu è una dittatura del partito unico.
Bandito976 2 mesi fa su tio
Ormai i ticinesi sono una razza in via di estinzione. Io personalmente non riconosco piú il mio territorio, non mi sento considerato dal mio paese, non ho nessun riscontro dal mio paese e pertanto, essendo schifato ho deciso di non votare nessuno. Questo fintanto che non saró considerato cittadino e quindi avere tutti i diritti; 1. Il lavoro, 2. Pagare le imposte, 3. Votare per il benessere del paese. Attualmente il paese é in malessere, disoccupati, assistenza e povertá
Lonely Cat 2 mesi fa su tio
@Bandito976 Anch’io provo quello che provi tu. Ma l’unica arma che abbiamo è il voto. Non votare significa arrendersi.
VISIO 2 mesi fa su tio
Con poche eccezioni abbiamo dei Sparlamentari che fanno i loro affari !
seo56 2 mesi fa su tio
Tanti ticinesi, che non votano né per i verdi né per il partito socialista, sono stufi di questa classe politica, a mia memoria, la peggiore degli ultimi 50 anni!!!
Green_think 2 mesi fa su tio
@seo56 sarebbe allora ora di cambiare partito da votare ad aprile... Abbiamo visto palesemente che un governo di destra proprio non funziona. Forse sarebbe interessante provare con qualcuno che si interessa degli interessi dei cittadini e non delle proprie tasche. I Verdi sembrano interessanti e competenti.. vediamo in campagna se rimangono affidabili!
KilBill65 2 mesi fa su tio
@seo56 Si infatti la peggior classe politica....Tra scandali e spese personali ecc.......
Tags
stato
consiglieri
partito
franchi
consiglieri stato
parlamento
verdi
governo
questione
rimborsi
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-11-19 06:55:06 | 91.208.130.86