Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
ORSELINA
1 ora
«Insegniamo ai ragazzi a vivere il dolore»
Covid, boom di ricoveri psichici tra i giovani. Le riflessioni di Sara Fumagalli, specialista della Clinica Santa Croce.
BELLINZONA
4 ore
Esplosioni a Bellinzona, condannato il 22enne
Il giovane aveva confezionato l'ordigno che causò danni alle Scuole elementari sud.
LUGANO
5 ore
Tenta di molestare una 15enne alla stazione FLP, denunciato
L'episodio è avvenuto ieri sera. Il 21enne ha cercato di toccare il seno alla giovane
PARADISO
8 ore
«Basta antenne 5G a Paradiso»
Lo dicono 369 cittadini che hanno firmato una petizione consegnata oggi alla cancelleria comunale
LUGANO
8 ore
Le vecchie sedute del Consiglio comunale verranno digitalizzate
Si potranno ascoltare i temi che hanno animato le sedute del Legislativo tra il 1962 e il 2003
CANTONE
8 ore
Lingue e Sport guarda all'estate con ottimismo
Nonostante la pandemia è previsto un ricco programma aperto ai bambini e agli adolescenti.
LUGANO
8 ore
Polemiche sullo Skate Park: «Basta leggere il regolamento»
Alla segnalazione di Luca Campana seguono alcune critiche da parte dei frequentatori delle rampe per skate.
CANTONE
10 ore
«Basta all'utilizzo illecito di stemmi e loghi comunali e cantonali»
Raoul Ghisletta interroga il Governo segnalando «furbi impuniti»
CANTONE
10 ore
In un mese un solo contagio nelle case per anziani
In Ticino la situazione epidemiologica resta stabile. La campagna di sensibilizzazione passerà dal rosso all'arancione
FOTO
COMANO
10 ore
La scuola elementare Tavesio sarà così
Il concorso per i lavori di risanamento e ampliamento è stato vinto dallo studio Canevascini&Corecco.
CANTONE
10 ore
In Ticino “doppia dose” per oltre dodicimila persone
Per loro è stata quindi completata l'immunizzazione. Altre 11'470 hanno invece ricevuto la prima
FOTO
MEZZOVICO-VIRA
10 ore
Vandalismi contro l'Ordine dei medici
Sulla facciata dello stabile è comparsa la scritta "terroristi". Un insulto pesante a chi da un anno combatte il Covid
CANTONE
11 ore
Elezioni, ma non dappertutto
L'elezione degli esecutivi di Paradiso, Prato Leventina, Quinto e Vernate è avvenuta tacitamente.
CANTONE
12 ore
I passeggeri TILO prendono il bus
Il provvedimento riguarda diversi collegamenti nelle notti tra il 28 febbraio e il 15 marzo 2021
CANTONE
12 ore
C'è troppo smog: velocità ridotta in tutto il Sottoceneri
Gli 80 km/h entreranno in vigore alle 13.30 e riguarderanno l'A2 fra Rivera e Chiasso e l'A394 fra Mendrisio e Stabio.
VIDEO
CONFINE
12 ore
Apre l'azienda a Mendrisio per avere imposte minori
Le fatture indicavano l'indirizzo svizzero, ma l'abbigliamento venduto in Italia partiva da magazzini di Lainate
BELLINZONA
13 ore
Violenta rissa a Giubiasco, fermati sei giovani
Un 21enne è stato ferito in modo grave alla testa con un oggetto contundente. Ferite più leggere per altre tre persone.
LUGANO
13 ore
Genitori cacciati dal "gruppo" dello Skate Park?
La denuncia di Luca Campana, commissario di quartiere: «L'invito sapeva di minaccia. Ma il parco è aperto a tutti».
CANTONE
13 ore
Covid: 52 positivi, ma nessuna vittima
Nelle ultime ventiquattro ore sono state ricoverate 5 persone. Quattro, invece, sono state dimesse
CANTONE
13 ore
No ai test a tappeto nelle scuole
Il Comune di Chiasso ribadisce le direttive emanate dal DECS: «Sarebbe sproporzionato e poco utile ora»
ROVEREDO GRIGIONI
13 ore
Guardate come balla il comitato della Lingera
Carnevale bloccato dal Covid, si pensa all'edizione numero 60. Con un messaggio sulle note di Jerusalema.
CONFINE
13 ore
Folgorato sul treno a Balerna, l'azione per ricordare Youssouf
A tale scopo si terrà un presidio in quel della stazione di Como San Giovanni.
CANTONE
14 ore
«Lo sballo da farmaci ha ucciso mio figlio»
Dal dramma, lo slancio per aiutare gli altri: «Tante vite possono essere salvate»
FOTO
MASSAGNO
14 ore
“Biciclette fiorite” per ciclabili sicure
L'azione dimostrativa-artistica vuole incentivare un maggior utilizzo di biciclette e mezzi non motorizzati.
CANTONE
15 ore
I 366 giorni di coronavirus del dottor Christian Garzoni
Il direttore sanitario della Clinica Luganese di Moncucco ricorda il 25 febbraio di un anno fa e il primo paziente Covid
CANTONE
17 ore
I media di fronte alla novità del coronavirus
L'esperto: «È stato fatto un buon lavoro, senza allarmismo ma nemmeno banalizzazione»
CANTONE
20.07.2018 - 19:570

I comunisti rispondono alle «accuse» dell’MPS

Il PC ha diramato un lungo comunicato suddiviso in 8 punti: «Chi fa politica a sinistra in Ticino sa quanto sia “affidabile” l'MPS in quanto ad alleanze»

BELLINZONA - Pur confermando l'intenzione di non voler «continuare la polemica» - definita «alquanto sterile e deludente verso i cittadini che vorrebbero un fronte progressista unito» - il Partito Comunista ticinese ha affidato ad un lungo comunicato (articolato su 8 punti) le proprie risposte alle «accuse» mosse dall'MPS nei loro confronti.

Pubblichiamo di seguito il comunicato nella sua forma integrale.

I “ragazzotti” del PC replicano alle faziosità di MPS

Non è nostra intenzione continuare una polemica a sinistra rispondendo a MPS, anche perché verosimilmente risulterebbe alquanto sterile e deludente verso molti cittadini che vorrebbero – come noi – un fronte progressista unito. Tuttavia di fronte a certe plateali imprecisioni, per non dire calunnie, non si può nemmeno lasciar correre. Anzitutto chi fa politica a sinistra in Ticino sa quanto sia “affidabile” l'MPS in quanto ad alleanze, per cui non spenderemo troppe parole su di loro, ma ci concentreremo sulle accuse che ci vengono rivolte:

1. MPS sostiene che “l’altro deputato”, cioè il granconsigliere Massimiliano Ay non sarebbe pervenuto. Fandonie! Il nostro deputato ha presentato 54 atti parlamentari su svariati temi, avanzando proposte concrete e attuabili per migliorare le condizioni delle fasce più deboli della popolazione. Questi sono i dati, che non tengono conto delle sedute di commissione e dell’attività politica extra-istituzionale non meno importante. Non è certo una questione solo di quantità, ma visto che veniamo attaccati come “inesistenti” ci premeva portare le cifre. Inoltre il nostro deputato, a differenza di chi lavorerebbe “splendidamente” (cit. Pino Sergi), ha votato e voterà tutte le trattande all’ordine del giorno, non solo quelle di suo interesse (e qui basterebbe vedere i tabulati di votazione in Granconsiglio)! Forse un po’ più di rispetto per il lavoro altrui non guasterebbe! Ma l'umiltà, si sa, non è da tutti.

2. MPS era molto scettico circa la possibilità di rifare l'alleanza nel 2015? Strano, ricordiamo una telefonata di Matteo Pronzini in cui entusiasticamente ci invitava a ripresentarci uniti. Per carità di patria e per correttezza, poi, rinunceremo a ricordare i toni e i contenuti di alcune riunioni interne.

3. MPS ci accusa di essere un tutt’uno col PS. Al di là che a tutti è facile vedere che il PC ha una sua indipendenza e un suo programma, non prendiamo lezioni da un Pino Sergi che è arrivato persino a sciogliere il suo Partito per confluire nel PS, entrando addirittura nella Direzione della socialdemocrazia! Chi non ha mai perso la propria indipendenza è proprio il Partito del Lavoro in seguito rinominato in Partito Comunista. Aggiungiamo inoltre che la frase “il PC è all’ombra del PS”, attribuita da MPS al nostro consigliere comunale di Lugano Demis Fumasoli, è una colossale menzogna!

4. Abbiamo fatto congiunzioni col PS alle elezioni federali? Sì e, se ben ricordiamo, questa prassi va avanti da quando esiste il nostro Partito, prima come Partito del Lavoro. Il motivo è semplice: in assenza di un deputato comunista preferiamo un consigliere nazionale socialista piuttosto che un deputato borghese in più che spinge, ad esempio, a favore della soppressione delle misure accompagnatorie degli accordi bilaterali. E aggiungiamo che il POP, nuovo alleato del MPS, ha fatto la nostra stessa scelta nel 2015, come anche, negli anni precedenti – e con molta convinzione! – lo facevano i suoi dirigenti. Se per MPS rinunciare alle congiunzioni col PS alle elezioni federali costituisce la condicio sine qua non, allora che valga per tutti!

5. Abbiamo fatto liste unitarie nei comuni con il PS? Certamente! E anche con i Verdi in alcune realtà. In passato ne abbiamo fatte anche con delle liste civiche. Se c’è una base programmatica comune le alleanze sono giuste, perché permettono di avere i numeri per far approvare riforme o idee, e non solo per urlale slogan! Si chiama politica: il resto è degno di una setta, non di un partito! Anche in questo caso, peraltro il nuovo alleato di MPS, aveva deciso a Lugano, così come a Locarno e altrove, di fare una lista unica col PS.

6. Il PC non è una vera alternativa al PS? Per carità, le litigate adolescenziali su chi è più a sinistra di altri non ci interessano: noi non lavoriamo per la nostra “parrocchia”, ma per far avanzare degli ideali condivisi nella società, e questo va fatto unendo quando possibile chi si riconosce nei valori progressisti, senza regalare spazi alla destra o – peggio ancora – senza diventarne gli strumenti al solo fine di fare baccano mediatico e screditare le istituzioni. Non è mai stato questo il costume dei comunisti e del Partito del Lavoro.

7. MPS tira in ballo il nostro lavoro di cooperazione internazionale volto alla pace e al multipolarismo. E lo fa con citazioni che mai sono state scritte nei nostri documenti (che tutti possono leggere sul nostro sito). Le nostre relazioni estere sono basate sull’indipendenza reciproca e sullo studio delle complessità di ciascun paese, e non invece su un'identificazione di stampo sterilmente celebratorio! La Cina, ad esempio, è un paese emergente che tutti – da destra a sinistra – cercano di conoscere, addirittura il Liceo di Lugano 1 organizza giustamente scambi di studenti, noi lo facciamo tramite le nostre relazioni diplomatiche, sindacali e politiche. Con i loro pregi e i loro difetti questi paesi vanno conosciuti: l’unico che sale in cattedra a pontificare su cosa sia il vero e unico socialismo si chiama Pino Sergi; noi restiamo marxisti, preferiamo il dialogo e la dialettica! Tempo fa, in un altro testo, MPS si era inventato un legame fra noi e il governo …egiziano! Ora questa “accusa” è sparita: i nostri referenti in Egitto sono infatti due partiti di sinistra che non ci risultano essere al governo, ma per provare a infangarci tutto è lecito. Chissà, se per MPS era meglio l’Egitto dei Fratelli Musulmani?! Rimane l’accusa di una presunta nostra amicizia con il governo Erdogan: si tratta né più né meno di fandonie visto che in Turchia abbiamo contatti con quattro partiti laici di opposizione, ma forse MPS avrebbe preferito un nostro sostegno alla confraternita eversiva gülenista (amica di Israele) che sparava sui civili sui ponti di Istanbul nel luglio 2016?! Mentre MPS in politica estera fa il tifo e legge il mondo con paraocchi ideologici manichei, noi analizziamo le contraddizioni della geopolitica: finora peraltro abbiamo visto giusto! Dovremmo forse ricordare quando MPS faceva propaganda contro il governo di sinistra in Brasile? Saranno felici che oggi un colpo di stato fascista l’ha abbattuto!

8. E allora perché MPS ha deciso di rompere l’alleanza con il PC? Per una ragione molto semplice: perché noi siamo indipendenti dai diktat che hanno tentato di imporci in questi ultimi anni! Siamo un partito di giovani (non a caso Pino Sergi ci etichetta sprezzantemente come “ragazzotti”), con un’età media di 30 anni, che produce – crediamo – del lavoro politico la cui qualità è riconosciuta: iniziamo ad incidere nella realtà e abbiamo una prospettiva di crescita, certo lenta, ma reale, e lo facciamo con umiltà, lavorando sodo senza l’aiuto dei media che in questa legislatura hanno dato spazio solo a chi urlava! Il progetto di MPS di rendere i “ragazzotti” del PC i loro giocattolini da usare per portare acqua al loro mulino è fallito e quindi hanno deciso di escluderci da tutto, tanto hanno trovato un altro alleato usa e getta. Ci consideravano “un gruppo di amici” (Sergi dixit) e invece ci siamo dimostrati un Partito, plurale ma disciplinato e, seppure piccolo, capace di coinvolgere tanti giovani che sono protagonisti e non pedine. Abbiamo prodotto tante cose interessanti e innovative – altro che “fermi agli anni '30”! – sia nelle istituzioni che fuori e continueremo a lavorare, sempre disponibili a ricercare forme di unità, ma fermi nella nostra traiettoria socialista scientifica.

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
F.Netri 2 anni fa su tio
Dispute tra bolscevichi!
sedelin 2 anni fa su tio
toh, il luminare ha scritto! per lui certe tematiche sono inutili: certo, chi se ne frega delle cose importanti ritiene il resto un affare da nulla. e non manca mai un sarcasmo pungente verso chi per gli ideali (per fortuna) vive ancora.
pulp 2 anni fa su tio
Schermaglie fra due partiti da zero virgola, che nonostante e purtroppo sono infarciti di idealismo, hanno perso da tempo una visione pragmatica della politica e da una parte si focalizzano su tematiche di scarsa utilità se non controproducenti (v. l'iniziativa sul divieto di finanziare le industrie belliche o lo sperticarsi contro l'esercito) e dall'altra invece fanno gli urlatori per denunciare questioni che pesano qualche centesimo al giorno sulle casse dello stato, solo per mettere in cattiva luce le persone coinvolte. Avanti così.... che fra un po' faranno i loro comizi in una delle poche cabine telefoniche rimaste - tanto posto ce ne sarà abbastanza.
VISIO 2 anni fa su tio
Da noi, la sinistra continua da anni sputare nel piatto dove mangiano e ora, probabilmente sono stanchi mi mangiarsi il loro
Evry 2 anni fa su tio
Ma guardate, come i compagni di sinistra sono "UNITI" ....... si predica acqua ma si beve vino e la volpe cambia il pelo ma non il vizio, auguri compagni
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-02-25 23:31:00 | 91.208.130.86