CANTONE
01.07.2018 - 08:410

Tram-treno, Pronzini: «Un altro ambito dove la legge appalti non è stata rispettata?»

Per il deputato MPS tale modo di procedere «dimostra ancora una volta la superficialità con cui il Consiglio di Stato ed i direttori dei dipartimenti gestiscono il bene pubblico»

BELLINZONA - Pronzini torna alla carica, e questa volta nel suo mirino è finita la legge sugli appalti, più precisamente quella che riguarda la rete tram-treno.

Il 13 ottobre 2009 il Dipartimento del Territorio, ricorda Pronzini, ha emesso un concorso pubblico per la progettazione massima, che fu assegnato il 2 febbraio 2010 al Consorzio LU-NA ℅ Edy Toscano SA Engineering & Consulting, per un totale di 1’598’725 franchi.

Il successivo credito per il progetto definitivo, votato dal Parlamento nel 2012, per un importo di 7 milioni, a cui nel 2017 si è aggiunto un ulteriore stanziamento di un milione e 450 mila franchi,  è stato sempre assegnato a questo consorzio «senza procedere ad un formale appalto pubblico. Vale la pena sottolineare che il primo credito riguardava la progettazione di massima ed il secondo l’elaborazione del progetto definitivo. Due progetti indipendenti l’uno dall’altro anche se evidentemente riguardanti la stessa opera. Due progetti dove il primo da 2 milioni, appaltato con concorso pubblico, il secondo per un totale di 8.45 milioni assegnato con uno dei famosi e famigerati mandati diretti» scrive Pronzini, che aggiunge: «Poco importa se nell’appalto del 2009 il Dipartimento del Territorio si era tuttavia cautelato indicando che: “La committenza si riserva di affidare le fasi di progettazione successiva per incarico diretto secondo art. 13 cpv 1 lettera h del regolamento di applicazione della Legge sulle commesse pubbliche (LCPubb)”».

Per Pronzini tale modo di procedere è «irrispettoso delle disposizioni legali, non può essere accettato e dimostra ancora una volta la superficialità con cui il Consiglio di Stato ed i direttori dei dipartimenti gestiscono il bene pubblico».

Pertanto chiede al Consiglio di Stato:

  • di indicare in modo completo ed esaustivo per quali ragioni legali e tecniche nel 2012 si è deciso di procedere con un mandato diretto per l’assegnazione dei 7 milioni (rispettivamente 8,45) relativi al progetto definitivo?
  • Chi prese questa decisione? La direzione del Dipartimento del Territorio ed il Consiglio di Stato furono informati e ratificarono la decisione?
  • Tenuto conto dell’ingente investimento per l’opera tram-treno (443 milioni) il Consiglio di Stato ha discusso o intende discutere le modalità  con cui si procederà alle delibere dei lavori per l’esecuzione dell’opera tram-treno del Luganese?
  • I lavori di ingegneria e direzione lavori (per un totale di circa 66-88 milioni) verranno messi correttamente a concorso o sia intenzione del Dipartimento del Territorio assegnarli al Consorzio LU-NA?  

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-28 06:23:50 | 91.208.130.87