Tipress
GORDOLA
22.04.2018 - 21:420

«Le puzze saranno un ricordo»

Il PLR ha preso atto con soddisfazione della decisione del Governo di scegliere il Parco del Piano di Magadino per insediare l'impianto di compostaggio

GORDOLA - I liberali di Gordola hanno preso atto «con piacere» della decisione del Consiglio di Stato di adottare le varianti del Piano di utilizzazione cantonale del Parco del Piano di Magadino (PUCPPdM) destinate ad insediare un impianto di compostaggio d’importanza sovracomunale in località Pizzante.

«Questa proposta - sottolinea la sezione del PLR - è un passo importante nella direzione della soluzione definitiva per l’attività della Compodino da troppo tempo costretta ad operare in situazione precaria non potendosi dotare delle strutture adeguate per motivi di pianificazione».

Secondo la sezione, la nuova ubicazione dell’impianto in zona Pizzante, prevista dal piano generale cantonale, «permetterebbe infatti il trasloco della struttura esistente, con la creazione di un nuovo centro di compostaggio coperto e moderno, risolvendo le problematiche attuali».

La sezione PLR di Gordola ha sempre posto la massima attenzione al tema delle puzze ed è convinta che, al di là dei proclami, questa sia l’unica vera strada percorribile per risolvere in maniera definitiva l’attuale situazione di disagio.

La presente decisione coincide con quella della Sezione Enti Locali che ha intimato al Comune di Gordola il pagamento del proprio contributo agli investimenti programmati dall’Ente Parco del Piano di Magadino. «Ricordiamo che la votazione del Consiglio Comunale sul credito non aveva ottenuto la maggioranza qualificata necessaria e ribadiamo che una politica costruttiva e di ricerca del dialogo sia sempre da preferire rispetto ai “segnali” o ai “pugni” picchiati sul tavolo. I risultati si ottengono con un lavoro paziente e costante nella ricerca delle soluzioni».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-28 15:21:31 | 91.208.130.85