ULTIME NOTIZIE Ticino
MENDRISIO
6 min
Il rilancio del Mendrisiotto attraverso gli scatti di 12 instagrammer
Si chiama “Ti presento il Mendrisiotto” ed è un progetto promosso dall'Organizzazione turistica regionale
CANTONE
43 min
Commissione parlamentare d’inchiesta sull'ex funzionario del DSS
Il PLRT si dice contrario: «Non tocca ai politici di milizia sostituirsi alle autorità di giustizia».
STABIO
1 ora
Un nuovo municipale per il PPD
Dopo quattro anni nell'esecutivo Luca Binzoni ha deciso di lasciare. Al suo posto Mattia Rossi
CANTONE / SVIZZERA
1 ora
Ben 22 gradi di differenza tra nord e sud
La Svizzera ha vissuto una notte di estremi.
LOCARNO
3 ore
Cambio al vertice nella sezione di Locarno di Croce Rossa Svizzera
Il Municipale di Losone prende il testimone dalle mani dell'avvocato Riccardo Rondi.
CANTONE
3 ore
Sostegno sociale: nuovo report trimestrale
Maggiore attenzione è stata posta sull’osservazione e il reporting delle attività inerenti all’ambito dell'inserimento
LUGANO
3 ore
Borsa di studio a Belgrado per Giorgia Piffaretti
Il progetto dell'artista ticinese ha convinto la Città di Lugano che a marzo aveva indetto un concorso.
LOSONE
4 ore
Nuovi veicoli elettrici per Losone
L’amministrazione comunale si muove in maniera sempre più sostenibile
GRONO (GR)
4 ore
La Censi & Ferrari nel mirino della Comco: «Contestiamo ogni addebito»
Il Cda della ditta mesolcinese rispedisce al mittente le accuse: «Il consorzio rispetta le norme sulla concorrenza».
PARADISO
4 ore
Cade di testa da tre metri
Infortunio questa mattina in un cantiere in via Bosia a Paradiso. Soccorso un operaio di 45 anni
CANTONE
4 ore
In Ticino ci sono 4 nuovi positivi
Nonostante vi siano oltre 450 persone in quarantena, non vi sono sensibili variazioni nella curva dei contagi
MORCOTE-BRUSINO
5 ore
Cena al grotto, poi il tuffo dalla barca: deceduto
È stato trovato morto il 65enne scomparso ieri sera nel Ceresio. La polizia ha trovato il corpo a Brusino Arsizio
LUGANO
6 ore
Il vento ha fatto... qualche danno
Un albero caduto in centro a Lugano, ore di lavoro per i pompieri
FOTO
MORCOTE
7 ore
Scomparso nel lago mentre faceva il bagno
Ricerche in corso a Morcote. Un uomo è sparito nelle acque del Ceresio ieri sera
CANTONE
8 ore
«Prima diagnosticavamo solo i casi gravi, ora tutti»
Covid-19: numeri di nuovo in crescita. Ma pochi ospedalizzati. Perché? Il medico Christian Garzoni fa "chiarezza".
CANTONE
8 ore
Tutti in acqua in barba al Covid
Segnalazioni da Lugano, Bellinzona e Verzasca. I responsabili assicurano: «Nessun caso problematico. Monitoriamo sempre»
FOTO
CENTOVALLI
20 ore
Intragna, si scontra in curva con un camion
L'incidente è avvenuto attorno alle 18 di questo pomeriggio. Sul posto soccorsi e polizia
FOTO / VIDEO
MORBIO INFERIORE
21 ore
Il ramo si spezza e cade sulla strada
È accaduto questo pomeriggio in zona Balbio, a Morbio Inferiore
CANTONE
22 ore
«Non lasciamo soli gli allievi»
Il PS invita il DECS a prevedere doposcuola e corsi di recupero per gli allievi penalizzati dal lockdown
CANTONE
23 ore
Collettivo R-esistiamo: nei centri per migranti condizioni da «lager»
Il gruppo fa riferimento anche al caso di un ragazzo che si è gettato dal centro della Croce Rossa a Paradiso
CANTONE
1 gior
«Oltre 450 persone in isolamento in Ticino»
Il DSS fa il punto della situazione sull'evoluzione epidemiologica in Ticino del Covid-19
CANTONE
11.04.2018 - 14:270
Aggiornamento : 18:16

Conti cantonali: «Bilancio positivo ma potrebbe non ripetersi»

Christian Vitta ha presentato oggi i dati del Consuntivo 2017, con un avanzo di 80,4 milioni di franchi. Frutto anche di entrate straordinarie

BELLINZONA - «È dal 2011 che non si registrava più un avanzo di esercizio». È in questo modo che Christian Vitta, direttore del Dipartimento delle finanze e dell'economia (DFE), si è espresso all'inizio della conferenza stampa sul Consuntivo 2017. Conferenza introdotta dal nuovo presidente del Consiglio di Stato Claudio Zali, che ha ricordato come al buon risultato abbiano contribuito anche «circostanze esterne».

«Sull'arco di 17 anni il canton Ticino ha ottenuto un utile d’esercizio solo in 5 anni, compreso il 2017 - ha continuato il direttore del DFE -. Oggi viene segnato il ritorno nelle cifre positive, con un importo di tutto rispetto». 

Conti in nero - «Questo era uno degli obiettivi di questa legislatura» ha spiegato Vitta. I conti 2017 dello Stato - lo ricordiamo - hanno chiuso con un avanzo di 80,4 milioni di franchi, ben 114 milioni in più rispetto al disavanzo d'esercizio preventivato in 33,7 milioni. «Senza la manovra di risanamento - ha precisato il direttore del DFE - oggi staremmo commentando un risultato ancora in perdita».

L'autofinanziamento cantonale si attesta a 279,4 milioni di franchi (121,9 milioni in più rispetto al preventivo, con un grado di autofinanziamento del 119,1%). Le spese correnti non hanno raggiunto i 3 milioni di franchi preventivati (2,8 milioni), mentre i ricavi hanno superato i 110 milioni. 

Le spese in dettaglio - Tra le variazioni degne di nota viene segnalata la minore spesa per circa 33,7 milioni di franchi dei contributi a enti pubblici e terzi. Christian Vitta ha precisato: «Le spese del personale nel 2001 rappresentavano il 29% delle spese totali dello Stato, nel 2017 sono del 27%. Questa spesa non è quindi esplosa, è sotto controllo ed è diminuita. Sono aumentati invece i contributi a enti pubblici e terzi, tra cui i contratti di prestazione, gli aiuti all’esterno e al cittadino (ad esempio i sussidi sociali)».

Debito pubblico - Nel 2017 il Governo è riuscito a invertire la tendenza del debito pubblico. Dopo nove anni (era il 2008 l'ultima volta) è stata registrata una riduzione del debito pubblico, che si attesta ora a 1,9 miliardi di franchi, al di sotto della soglia psicologica di 2 miliardi di franchi. Gli investimenti netti ammontano a 234,8 milioni di franchi.

Le entrate - Il miglioramento del risultato d‘esercizio - che per il Consiglio di Stato si inserisce in una tendenza in atto a livello nazionale - è soprattutto determinato dall’incremento dei ricavi, influenzati in modo significativo da entrate di natura straordinaria che riguardano in particolare le imposte suppletorie (riferite ad altri anni fiscali) e multe (+26,2 milioni di franchi rispetto al preventivo). Ma al buon risultato ha concorso anche la quota sull’imposta preventiva incassata dalla Confederazione e poi distribuita ai cantoni (+20,7 milioni di franchi), la quota sugli utili della Banca nazionale svizzera grazie alla chiusura «particolarmente positiva» (+20,6 milioni di franchi), le devoluzioni allo Stato di pertinenza del Ministero pubblico (+17,7 milioni di franchi) e le imposte di successione e donazione (+15,4 milioni di franchi).

Proprio in virtù della «natura straordinaria di queste maggiori entrate», il Governo ticinese incoraggia alla prudenza: «Potrebbero non ripetersi», ha avvertito Vitta.

Confronto intercantonale - Nel confronto intercantonale «oggi possiamo essere soddisfatti - ha commentato il ministro-. Il Ticino è tornato tra i cantoni che hanno chiuso con un utile e questo è motivo di soddisfazione».

Gli investimenti - Il presidente Claudio Zali ha voluto precisare: «Non è mai successo che si sia rinunciato agli investimenti per motivi finanziari. Non è una questione di denaro disponibile. Il freno agli investimenti è dettato dalla lunghezza delle procedure e dai tempi tecnici della politica. Non è mai legato alla mancanza di fondi. Non ci siamo mai detti “non possiamo farlo perché non ci sono soldi”».

Il prossimo obiettivo - Grazie all’avanzo d’esercizio «è stato possibile ridurre il capitale proprio negativo che a fine 2017 risulta pari a -405 milioni di franchi». Il prossimo obiettivo - ha sottolineato Vitta - «sarà eliminare il capitale proprio operativo». Il debito pubblico si attesta appena al di sopra di 1,9 miliardi di franchi, in diminuzione di 32,5 milioni di franchi rispetto all’anno precedente.

Nonostante le cifre vadano oltre ogni più rosea aspettiva, il Governo non si lascia prendere dall'euforia: «Occorrerà  continuare sulla via tracciata con la stessa determinazione finora dimostrata, perseguendo sul lungo termine una politica coerente con un risanamento strutturale delle finanze cantonali, senza cedere a pressioni di corto termine, condizione necessaria per garantire risorse utili per far fronte a nuovi investimenti o a nuovi compiti, garantendo nel contempo il buon livello delle prestazioni a favore dei cittadini».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
KilBill65 2 anni fa su tio
Ma potrebbe non ripetersi!!.....Allora giu' ad aumentare le tasse e mettere radar.....ENTRATE ASSICURATE......
siska 2 anni fa su tio
Eh ma questi sono dei fenomeni economici!
vulpus 2 anni fa su tio
Non è normale che un ente pubblico faccia degli utili, cifre che poi vengono girate e rigirate. Lasciamo le risorse nelle tasche dei cittadini, soprattutto che in questi periodi non sanno dimostrare di utilizzarli correttamente
Mattiatr 2 anni fa su tio
@vulpus Non sono utili, sono soldi che verranno comunque reinvestiti nella popolazione in futuro. A meno che facciano casini (Argo 1) o sprechi inutili (La scuola che verrà).
samarcanda 2 anni fa su tio
Intanto, grazie a questa politica, il Ticino è un puntino rosso in Europa, segnalante povertà e rischio emarginazione. Ma dove vogliono arrivare? E perché glielo permettiamo? Viviamo una vera e propria dittatura.
Mattiatr 2 anni fa su tio
@samarcanda dittatura s. f. [dal lat. dictatura, der. di dictator «dittatore»]. – 1. Carica e autorità di dittatore, in senso storico: la d. di Cincinnato; assumere, deporre la d.; anche il periodo di permanenza nella carica: durante la d. di Silla. 2. estens. a. Regime politico caratterizzato dalla concentrazione di tutto il potere in un solo organo, monocratico o collegiale, che l’esercita senza alcun controllo: d. militare; la d. fascista, hitleriana, ecc.; instaurare la d.; abbattere la dittatura. b. D. del proletariato, espressione usata da Karl Marx per definire la fase in cui il proletariato, effettuata la rivoluzione socialista, esercita il potere fino all’instaurazione di una società senza classi. 3. fig. Dominio, di fatto e incontrastato, di una persona, di un ente, di una categoria, ecc. cit. Treccani.
samarcanda 2 anni fa su tio
@Mattiatr Esatto: dominio di fatto e incontrastato di una categoria legittimata dal voto del popolo bue e perciò pericolosissima. I risultati sono sotto gli occhi di tutti.
siska 2 anni fa su tio
Soprattutto chi ha il coraggio di credere a questi Folletti di turno! Sono appena nati e vogliono fare i signorini. Ma dai ma va in chél siit!
Steex33 2 anni fa su tio
Se gli sgravi che sta cercando di forzarci giù per la gola passano, di sicuro non si ripeteranno le cifre nere!
KilBill65 2 anni fa su tio
Nel compilare le tasse devo mettere tutto con relativi giustificativi !!....Ma i nostri politici del palazzo dell' Orsoline di Bellinzona fanno lo stesso? Mettono compreso le loro "spese" come dell' ultimo scandalo rimarcato da Pronzini??.....Grrrrrr......
bustellina 2 anni fa su tio
sONO ANNI CHE CI FANNO GLI STESSI SCHERZETTI: CPONTI CAtastrofici a preventivo, contributi di solidarietà, tasse di q
bustellina 2 anni fa su tio
@bustellina tasse di qua e di la e poi consuntivo "nerissimo". Quand'è che ci sarà un'iniziativa per impedire che il cantone faccia preventivi assurdi per imbrogliare la gente? forse il modo migliore per farla capire è un sì il 25 aprile e subito dopo una nuova iniziativa. perché diciamolo chiaro, i socialisti hanno mentito per la riforma delle imprese e continuano a mentire ora
Mattiatr 2 anni fa su tio
@bustellina GIUSTO! Facciamo preventivi tirando tutto al minimo! Non abbondiamo con le cifre così da garantirci un margine di sicurezza, tanto gli errori e gli imprevisti in Svizzera non esistono!!!!!!!!1111!!1 Ma fatemi capire, volete seriamente che il cantone non abbondi con il preventivo? Che i bilanci siano perfetti e risultanti sempre zero? È come se voi spendeste il vostro intero stipendio ogni mese, poi se si guasta la macchina come fai?
tip75 2 anni fa su tio
siccome multare e’ ormai lo sport cantonale con piacere costatiamo che è così anche sulle cifre Bravi un cantone di veri signori
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-07 15:04:56 | 91.208.130.87